Breaking News
  • Sampdoria, Ferrero: "Nessuna condanna per fallimento. Non devo rassicurare i tifosi"
© Getty Images

Sampdoria, Ferrero: "Nessuna condanna per fallimento. Non devo rassicurare i tifosi"

Il presidente blucerchiato ha svelato alcuni retroscena

SAMPDORIA FERRERO INTERVISTA LE IENE / ROMA - Intervistato da 'Le Iene', il presidente della Sampdoria Massimo Ferrero ha svelato alcuni retroscena in merito al suo acquisto del club e alla sua compagnia aerea, la Livingston.
Ecco le sue dichiarazioni.

PERMANENZA ALLA SAMPDORIA - "Quanto penso di restare alla Sampdoria? C'è una canzone che si chiama 'Non sarà un'avventura'.
Cantare? Non è il caso (sorride, ndr) a Sanremo ci ho provato, ma Carlo Conti mi ha fermato.
Aveva paura che gli rubassi la scena". 

GESTIONE DEL CLUB - "Un po' di fortuna c'è.
Sampdoria presa gratis? Io credo che gratis non ti dà niente nessuno.
Se ho i soldi o i debiti? Fai un'altra domanda perché questa trovo che sia veramente stupida.
Siamo una delle poche squadre di Serie A con il bilancio a posto.
Gente stupita del mio acquisto della Sampdoria? La gente è invidiosa.
Mi dicono che sono un 'mezzo sola'? Non so perché, chiedilo a loro.
Non so cosa voglia dire 'sola', questi gerghi non li conosco". 

FALLIMENTO DELLA LIVINGSTON? - "Non c'è stato nessun fallimento.
Ancora non ho fatto niente, c'è un giudizio in corso.
Chi vivrà vedrà".

RASSICURAZIONI AI TIFOSI - "Io non devo rassicurare nessuno.
Rispetto l'intelligenza, non la stupidità perché ai fatto delle domande...".

STIPENDI - "Non è una società in cui puoi permetterti di non pagare i fornitori.
Oggi vogliono fare tutti gli scoop con me, io gli voglio bene uguale".

M.Z.

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)