Breaking News
© Getty Images

Salernitana-Nocerina, Abete: "Sceneggiata indegna. Comportamento incomprensibile"

Il numero uno della Federcalcio ha parlato di quanto successo ieri tra granata e rossoneri

SALERNITANA NOCERINA ABETE SCENEGGIATA INDEGNA / ROMA - A margine di un convegno al Circolo Canottieri Aniene, il Presidente della FIGC, Giancarlo Abete, ha commentato i fatti di Salernitana-Nocerina, sospesa dopo 21 minuti su pressione di alcuni tifosi.
Ecco quanto evidenziato da 'repubblica.it': "Ieri abbiamo visto uno spettacoloavvilente, che richiede profonde riflessioni.
La rivalità delle tifoserie è una problematica che si trascinava da tempo, e ci può stare che la forza delle minacce da parte di soggetti senza cultura della legalità porti a questo tipo di cose, ma non ci sta quella sceneggiata indecorosa e indegna, che ferisce tutto il movimento calcistico.
Mettiamoci nei panni di chi subisce la minaccia, ma senza la capacità di rispondere e avere gli anticorpi non si scende in campo.
Dare luogo a uno spettacolo del genere è inaccettabile e svilisce anche i tesserati.
Avere paura è un diritto, ma rispettare le regole è un dovere.
Società, giocatori e tecnici avrebbero dovuto evidenziare di non essere in condizione per scendere in campo.
E' incomprensibile il comportamento di società e tesserati (della Nocerina, ndr) e sarà oggetto di valutazione degli organi di giustizia.
Bisogna creare un rapporto civile coi tifosi, respingendo i delinquenti: lo dico a tutti i soggetti che hanno il titolo di farlo.
Lo stadio come bacino di illegalità è intollerabile, anche se il problema è anche fuori dagli impianti, dato che questi presunti signori non sono mai arrivati dentro lo stadio.
Non è possibile che duecento persone minaccino la squadra nell'albergo per poi festeggiare in piazzai.
Tengono in scacco un intero territorio, non il sistema sportivo".

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)

    Lega PRO   Milan  
    Alessandria-Milan, Mihajlovic: "La gara andava chiusa. Balotelli non giocherà il derby. Su De Rossi..."