• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Juventus-Roma, Boniek: "De Rossi-Mandzukic? Una frase può scappare, anche a me dicevano 'lavavetri'

Juventus-Roma, Boniek: "De Rossi-Mandzukic? Una frase può scappare, anche a me dicevano 'lavavetri'"

L'attaccante sulla corsa Scudetto: "Vediamo e il Napoli sarà capace di resistere alla marcia bianconera"


Mario Mandzukic ©Getty Images
Marco Di Federico

25/01/2016 09:10

NEWS JUVENTUS DE ROSSI BONIEK MANDZUKIC / TORINO -  Zbigniew Boniek è intervenuto questa mattina a 'Radio Anch'io lo Sport' per parlare della ultime news Juventus, dall'undicesimo successo di fila grazie all'1-0 nel posticipo contro la Roma, al labiale di De Rossi nei confronti di Mandzukic. "Partita modesta, se non fosse stata per la grande giocata di Dybala sarebbe finita 0-0. - le sue parole - Spalletti ha ragione, alla Roma c'è molto da lavorare. Se non c'è il morale, hai anche le gambe pesanti. Ma complimenti alla Juventus, qualsiasi avversario trova davanti, vince sempre. La domanda è adesso se il Napoli sarà capace di resistere alla marcia della Juve. Vince sempre, ovunque e contro chiunque, due punti di vantaggio non sono nulla".

DYBALA - "Ha fatto un gol eccezionale, sembra facile ma ci ha messo un centesimo di secondo nello stoppare e tirare. Ha resistenza, velocità, furbizia, si muove su tutto il fronte e sfrutta bene la presenza della punta centrale".

DE ROSSI-MANDZUKIC - "Sono entrato in Italia nel momento giusto, c'erano pochi stranieri che si potevano comprare sul calciomercato e bisognava integrarsi subito. Qualcuno durante le partite 'lavavetri' me lo ha detto, però niente di che. Mandzukic è un bel rompiscatole, poi se sei arrabbiato una frase ti può scappare. Quando giocavo io c'erano meno telecamere e soprattutto, se c'era qualcosa da chiarire, lo si faceva negli spogliatoi. Razzismo non c'è nel calcio italiano. Poi è il regista che decide quello che fare vedere o no, secondo me ad esempio Mandzukic ieri ha alzato il gomito una volta facendolo apposta. Mancano delle regole certe".

PLATINI - "Dal punto di vista dirigenziale lo hanno fatto fuori. Chi conosce Michel sa che è uno pulito, forse leggero, poteva capire che doveva essere più attento, ma parliamo di una cosa accaduta quattro anni fa e registrata. Purtroppo è uscita fuori proprio quando lui voleva diventare presidente della FIFA. Io lo adoro e lo stimo, non riesco ad immaginare una persona come lui travolta da queste problematiche".




Commenta con Facebook