• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Inter, lo scudetto non è più un sogno: Roma e Juventus stanno a guardare

Inter, lo scudetto non è più un sogno: Roma e Juventus stanno a guardare

I nerazzurri hanno conquistato cinque vittorie in cinque gare


La gioia di Felipe Melo (Getty Images)
Martin Sartorio (Twitter: @SartorioMartin)

24/09/2015 13:00

INTER SCUDETTO JUVENTUS ROMA CALCIOMERCATO / ROMA - Ancora una vittoria con il minimo sforzo. L'Inter di Roberto Mancini continua a volare sulle ali dell'entusiasmo e nella serata di ieri ha centrato il quinto successo nelle prime cinque gare, battendo il Verona per 1 a 0 con il gol del nuovo idolo dei tifosi Felipe Melo. Un risultato, questo, che grazie anche ai continui passi falsi di Roma e Juventus pone ancor di più l’Inter come una delle più accreditate pretendenti alla conquista dello scudetto. I numeri, come sempre, non mentono mai: i nerazzurri, infatti, a punteggio pieno con 15 punti, hanno già un vantaggio più che considerevole dalle dirette avversarie per il titolo.

 

L'INTER DI MANCINI, MUSCOLI E FOSFORO DAL CALCIOMERCATO: LA RIVOLUZIONE ESTIVA HA GIA’ DATO I SUOI PRIMI FRUTTI

L'Inter di Mancini è certamente la squadra che più di tutte è uscita rinforzata dall'ultimo calciomercato estivo. I nerazzurri hanno messo in atto una vera rivoluzione centrando praticamente tutti gli obiettivi che aveva in mente il tecnico di Jesi. Fallito l'assalto a Yaya Touré, Thohir ha messo a disposizione dell'ex allenatore del Manchester City una squadra nuova, fatta di tanti giocatori con i piedi buoni, ma anche con tanti muscoli. Mancini, da esperto tecnico navigato quale è, ha sempre saputo che per far fare il salto di qualità alla sua squadra bisognava blindare la difesa, che nelle passate stagioni ha subito fin troppi gol. L'arrivo del duo Murillo-Miranda - numeri alla mano (solo un gol subito in queste prime cinque partite) - ha fatto cambiare rotta ai nerazzurri, che oggi subiscono davvero poco. Solidità difensiva che si ha anche grazie alla nuova coppia di mediani Felipe Melo e Kondogbia. I due centrocampisti danno centimetri, muscoli e qualità ad un reparto, che può contare anche sulla presenza di Medel (all'occorrenza centrale di difesa come nelle ultime uscite) e di uomini di qualità come Guarin e Brozovic. Il mercato estivo ha poi decisamente cambiato volto all'attacco. I nerazzurri - che si affidavano solo ai gol di Icardi - possono adesso contare su un parco attaccanti davvero importante. La dipendenza all'argentino non sembra più esserci: a trascinare i nerazzurri in queste prime cinque partite è infatti stato Jovetic. Il montenegrino, fortemente voluto da Mancini, ha fatto subito capire di non essere il giocatore di Manchester, ma quello che ha incantato le platee del 'Franchi' con la maglia della Fiorentina. In avanti, poi, a completare il reparto sono arrivati anche Perisic e Ljajic. Il croato, a lungo inseguito, è sbarcato a Milano negli ultimi giorni di mercato, così come l'ex Roma. Al momento i due non hanno mostrato le loro qualità ma ci sarà il tempo per farlo. Il tifoso nerazzurro può quindi pensare sempre più in grande. I giocatori, che devono esprimersi al meglio, infatti, sono ancora tanti. L'Inter non sarà mai certamente il Barcellona, ma il gioco è destinato a crescere col tempo. Parola di Roberto Mancini.

 

JUVENTUS-ROMA, COSI’ NON VA: LE DUE SQUADRE SONO CHIAMATE A CAMBIARE MARCIA. L’INTER E’ GIA’ IN FUGA

 

15 punti in 5 partite, 6 gol fatti e solo 1 subito. Numeri che ci portano a pensare come ormai la 'Pazza Inter' degli scorsi anni sia solo un ricordo lontano. I nerazzurri - per non andare troppo indietro con il tempo - sembrano la Juventus, cinica e spietata, che negli ultimi anni ha conquistato lo scudetto. Le news Inter positive arrivano anche dal momento no delle avversarie. Proprio la 'Vecchia Signora' sembra aver perso tutte quelle certezze, che l'hanno portata a dominare. Gli addii di Tevez, Pirlo e Vidal, nonostante i tanti arrivi, (soprattutto quello di Cuadrado che ha conquistato Allegri e tutto il mondo Juve) si stanno facendo sentire più del previsto e i punti di distacco, dieci, sono davvero tanti. Così come i sette della Roma. I giallorossi, dopo aver dato spettacolo battendo proprio i bianconeri, hanno rallentato la corsa, vincendo solo con il Frosinone e conquistando un punto contro Sassuolo e Sampdoria. Non proprio un ruolino di marcia esaltante per una squadra che punta a vincere lo scudetto. Anche Milan e Napoli, rispettivamente a 9 e 6 punti, hanno vissuto giornate esaltanti e altre decisamente meno. Tutte le squadre che vogliono puntare allo scudetto sono chiamate ad avere continuità di risultati, essendo magari un po' più ciniche e spietate come la nuova Inter di Roberto Mancini.




Commenta con Facebook