• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI BULGARIA-ITALIA

PAGELLE E TABELLINO DI BULGARIA-ITALIA

Zaza sottotono, Eder evita la sconfitta. Popov fa sognare la Bulgaria


Italia (Getty Images)
Davide Sperati

28/03/2015 22:43

ECCO LE PAGELLE DI BULGARIA-ITALIA:

 

BULGARIA

Mihaylov 5,5 – Il portiere bulgaro, ex meteora del Verona, è bravo nel deviare in corner la conclusione di Immobile dopo appena 18 secondi. Ha però qualche responsabilità sul gol subito ed è spesso scomposto quando si tratta d'intervenire in uscita.

Manolev 6,5 – Da una sua azione personale nasce il pareggio della Bulgaria. Dopo il gol del vantaggio, il bulgaro si dedica completamente alla sola fase difensiva.

Bodurov 6,5 – Il giocatore del Fulham si comporta egregiamente per ciò che concerne la marcatura su Zaza. Fondamentale l'intervento in scivolata al 52' che evita la gioia del gol a Ciro Immobile.

A. Aleksandrov 6 – Dopo appena dieci secondi di gioco, commette un errore che poteva costargli caro. Ciò detto, cresce col passare dei minuti, rimediando la sufficienza.

Minev 5,5 – Il peggiore. Al 3' pressato da Zaza, devia nella sua porta un cross tagliente di Bertolacci, portando così in vantaggio gli Azzurri. Un episodio che lo condiziona anche per il resto della gara.

Gadzhev 6 –Il giocatore del Levski Sofia, schierato come secondo centrale di centrocampo, disputa una buona gara, soprattutto nella prima parte del match. Cala nella ripresa quando l'Italia cerca con più insistenza il gol del pari.

Dyakov 5,5 – Si dedica soprattutto a bloccare le iniziative di Verratti e fare da argine davanti alla difesa. Sul pareggio dell'Italia, si fa raggirare da Eder con troppa facilità.

Milanov 6 – Al 16' sforna un assist perfetto per la testa di Micanski per la rete del 2-1. Per il resto soffre la marcatura dei difensori italiani, soprattutto dopo il primo tempo. Dal 88' Vasilev s.v.

Popov 7 – Il migliore. Il centrocampista realizza il gol del pareggio con un preciso diagonale alla destra di Sirigu e dopo poco dà il via all'azione del raddoppio. Incontenibile durante il primo tempo. Colpisce anche la traversa su calcio di punizione al 36'. Nella ripresa si limita a gestire e non forzare troppo i ritmi. Dal 85' Slavchev s.v.

M. Aleksandrov 5,5 – Schierato sulla sinistra si dedica a contenere le iniziative di Darmian. Non è nella sua giornata migliore e si vede.

Micanski 6,5 – Attaccante che milita nella seconda divisone tedesca realizza di testa il gol del 2-1 bulgaro. Dal 72' Bojinov 5 – L'attaccante della Ternana aveva promesso un gol che però non è arrivato.

All. Petev 6,5 – Dopo il pareggio contro Malta, che è costata la panchina a Penev, il nuovo mister della Bulgaria ha avuto la fortuna di imbattersi contro un’Italia mediocre. A Sofia, la sua squadra, gioca un buon calcio, supportata anche dalla grande serata di Popov.


ITALIA

Sirigu 6 – Sostituisce Buffon colpito da un attacco influenzale. Non può far nulla sulle reti subite.

Barzagli 5 – Assente dai Mondiali, il suo ritorno in Nazionale è stato meno agevole del previsto. Come tutta la squadra, soffre terribilmente quei dieci minuti a favore della Bulgaria. Al 16' si fa anticipare da Mikanski nell'occasione del 2-1.

Bonucci 5,5 – Al centro del tridente difensivo, ha più di qualche responsabilità sul gol di Popov perché tenta la chiusura, per poi ripensarci, perdendo così il tempo dell'intervento. Buona invece la chiusura in extremis al 27'.

Chiellini 6 – Come al solito fa della sua fisicità un elemento imprescindibile. Nel finale, al 80' col sinistro, potrebbe realizzare il gol del pareggio. Tra i tre difensori è forse il migliore.

Darmian 5,5 - Il granata, che durante il ritiro ha ricevuto il Pallone Azzurro (riconoscimento al miglior giocatore della Nazionale nell'ultimo anno) e al centro dei rumors di mercato, stasera non ha per nulla convinto sulla fascia destra. Da rivedere l'intesa con Candreva.

Candreva 5,5 – Antonio Conte lo schiera in un ruolo non suo, mezz'ala destra con Darmian largo. Pericoloso nei primissimi minuti del primo tempo, con una potente punizione si spegne pian piano senza mai incidere sulla partita.

Verratti 5,5 – Dovrebbe essere il nuovo Pirlo (pesante eredità) ma nella gara contro la Bulgaria gioca sottotono anche perché sempre pressato in doppia marcatura. Nella ripresa va meglio ed ha anche due occasioni buone dalla distanza, ma nella prima preferisce metterla in mezzo, mentre nella seconda calcia fuori dallo specchio.

Bertolacci 6 – Ottimo lo spunto sulla sinistra che porta in vantaggio gli azzurri. Lui e l'ex compagno di squadra Antonelli si conoscono bene ed infatti è dalla loro fascia che arrivano le azioni più pericolose degli azzurri. Nella ripresa ha la palla buona per pareggiare ma il suo sinistro termina alto. Dal 71' Soriano 5,5 – Conte gli dà fiducia concedendogli venti minuti per smuovere qualcosa a centrocampo – il reparto con più difficoltà –. Lui si piazza a sinistra cercando di fare qualcosa di buono ma non entra mai pienamente in partita.

Antonelli 6 – Schierato al posto dell'infortunato Pasqual, il suo rendimento sulla corsia di sinistra è più che positivo. L'asse con Bertolacci funziona abbastanza bene anche se comporta qualche rischio di troppo. Dal 76' Gabbiadini 6 - Entra posizionandosi largo a destra. Nello scampolo di partita ha la palla gol del possibile 3-2, ma la sfrutta come dovrebbe.

Zaza 5 – Il peggiore. Era partito bene, causando l'autogol di Minev, ma poi nel corso del tempo, vuoi per merito dei difensori bulgari, vuoi perché non arrivano grandi palloni giocabili, l'attaccante del Sassuolo sparisce dal gioco e Conte è costretto a tirarlo fuori. Dal 57' Eder 7 – Conte cerca un po' di fantasia per ispirare Immobile, lui ripaga subito la fiducia con un grande gol che evita la sconfitta a cinque minuti dal termine. Il modo migliore per esordire con la maglia azzurra, il modo migliore per rispondere alle polemiche della settimana.

Immobile 5,5 – Poteva segnare dopo appena dieci secondi di gioco ma calcia senza troppa convinzione e al 18' di testa, si mangia un gol clamoroso, a due passi dalla linea di porta. Nella ripresa va meglio e ci prova dal limite con il portiere che respinge senza troppi grattacapi. Ammonito, salterà la prossima gara ufficiale con la nazionale.

All. Conte 6 – La settima partita con la nazionale azzurra con diverse assenze è più complicata del previsto. In vantaggio dopo appena tre minuti, la sua Italia si fa agguantare e superare in un colpo d'occhio. I cambi della ripresa gli danno ragione e il gol di Eder gli evita una sconfitta che sarebbe stata anche troppo esagerata. Continua però la tradizione negativa della Nazionale in Bulgaria che con la gara di stasera prolunga la sua astinenza dal successo (2 sconfitte e 4 pareggi).


Arbitro: Skomina 6 – L'arbitro sloveno al 39' fischia un fuorigioco alla Bulgaria sul filo del rasoio. Per il resto gara abbastanza facile da gestire.


TABELLINO

BULGARIA-ITALIA 2-2

Bulgaria (4-2-3-1): Mihaylov; Manolev, Bodurov, A. Aleksandrov, Minev; Gadzhev, Dyakov; Milanov (dal 88' Vasilev), Popov (dal 88' Slavchev), M. Aleksandrov; Micanski (dal 72' Bojinov),. A disp.: Vasilev, Tonev, Terziev, Stoyanov, Stoychev, Malinov, Mitrev, Chochev, Bandalovski. All. Penev.

Italia (3-5-2): Sirigu, Barzagli, Bonucci, Chiellini; Antonelli (dal 76' Gabbiadini), Candreva, Verratti, Bertolacci (dal 71' Soriano), Darmian; Immobile, Zaza (dal 57' Eder). A disp.: Marchetti, Ranocchia, Moretti, Parolo, Valdifiori, Cerci, Vázquez, Pellè. All. Conte

Arbitro: Damir Skomina (Slovenia)

Marcatori: 3' aut. Minev (B), 10' Popov (B), 16' Micanski (B), 84' Eder (I)

Ammoniti: 55' Dyakov (B), 81' Immobile (I), 87' Soriano (I), 89' Darmian (I)

Espulsi:




Commenta con Facebook