• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI MILAN-CHIEVO

PAGELLE E TABELLINO DI MILAN-CHIEVO

Honda e Alex trascinano i rossoneri. Delude Torres. Brutta serata anche per Paloschi


Sulley Muntari (Getty Images)
Stefano Carnevali

04/10/2014 22:43

PAGELLE TABELLINO MILAN-CHIEVO / MILANO - Ecco le pagelle di Milan-Chievo.

MILAN

Abbiati 6 – Tocca qualche pallone con i piedi e poco più. La palla dalle sue parti arriva spesso, ma non deve effettuare vere parate.

Abate 6,5 – In grande salute, spinge con continuità ma non con grande precisione. Un'altra buona prova.

Alex 7 – Torna titolare dopo l'infortunio. Si occupa del centro-destra e dell'impostazione. Serata nn facile, palla al piede, perché il Chievo parte con una pressione altissima. Difensivamente è, ancora una vota, ineccepibile.

Rami 6,5 – Completa la coppia di 'pesi massimi' al centro della difesa del Milan. Comincia con grande autorità, dimostrando di meritarsi il posto da titolare a fianco dei Alex.

De Sciglio 6,5 – Comincia con buona propositività, risultando una fonte di gioco sicura per i rossoneri. Poi sporca la sua prova con qualche imprecisione di troppo, ma resta in evidente crescita.

Bonaventura 6,5 – La sua posizione è la novità tattica di Inzaghi, visto che gioca da mezz'ala destra. Non riesce ad accelerare la manovra, ma le sue percussioni palla al piede sono positive. Sfiora il gol (deviando una conclusione di Torres) al 17'. Nella ripresa è sulla trequarti

de Jong 6,5 – Schierato a protezione della difesa, gioca con ordine e attenzione. Poca iniziativa. Cresce nel secondo tempo.

Muntari 6 – Dopo qualche partita affannosa, parte bene. Via via, però, denuncia qualche fatica di troppo in fase di possesso. Trova, in modo un po' fortunato, un grande e importantissimo gol. Rischia di rovinare tutto con un dribbling errato che innesca Lazarevic in campo aperto. Dall'88' Essien SV -.

Honda 7 – La solita generosità, anche se manca sempre un po' di velocità. Sfiora il gol al 21'. E' tra i più incisivi nel primo tempo rossonero. Si divora un gol clamoroso al 18' del secondo tempo, ma segna una grande gol su punizione. Dall'81' Poli SV -.

Torres 5,5 – Esordisce a 'S. Siro' con tanta voglia, ma anche un po' troppa fatica. Crea la prima palla gol per il Milan al 17', ma il suo tiro fortuitamente deviato da Bonaventura, finisce fuori di un soffio. Svaria su tutto il fronte dell'attacco, ma non con vera pericolosità. Si mangia una grande occasione in avvio di ripresa. Serata grigia. Dal 74' El Shaarawy – Un paio di 'sgroppate' che dimostrano la sua condizione in crescita.

Menez 6,5 – Ala sinistra nel tridente d'attacco. Comincia con qualche egoismo di troppo, ma va vicino al gol al 20'. Serata a lungo pigra, soprattutto in rifinitura e nelle conclusioni. Palla al piede, però, è sempre un fattore positivo. Cresce nella ripresa, anche se resta inutilmente lezioso.

All: Inzaghi 6,5 – Ripropone il 4-3-3, ma cerca un po' più di qualità (con Bonaventura in mediana). La partita non è per nulla semplice: il Milan fa gioco, ma senza la dovuta rapidità e incisività negli ultimi metri. Nella ripresa ripropone il 4-2-3-1, con Bonaventura a ridosso di Torres. Le cose vanno decisamente meglio.

 

CHIEVO

Bardi 6,5 – Una serie di buoni interventi a ridosso della metà del primo tempo. Tanto lavoro nel secondo tempo: poche 'parate pulite', ma nessun errore. Nulla può sul gol di Muntari. Gran parata – di faccia – al 22' del secondo tempo. Può poco sulla punizione di Honda.

Frey 6 – Un buon avvio. Dalla sua parte De Sciglio è molto attivo e spesso deve effettuare diagonali importanti. Decisivo al 27' a pochi passi dalla porta. Spinge molto poco.

Dainelli 5,5 – Preciso ma non troppo attento, se la cava per tutto il primo tempo. Bravissimo su Alex in avvio di secondo tempo. Finale più complicato.

Zukanovic 6 – Non è molto bello da vedere, ma è sicuramente efficace. Patisce i grandi spazi del secondo tempo.

Biraghi 5 – Non gioca un buon primo tempo. Non ha il passo per contrastare Abate e patisce anche il possesso palla di Honda. 

Cofie 5,5 – Parte sul centro-destra della mediana, con il compito di limitare Menez. Dopo un buon primo tempo, fa tanta fatica nella ripresa. Dall'82' Bellomo SV -.

Radovanovic 5 – E' lui lo schermo davanti alla difesa. Bene quando si tratta di distruggere, meno preciso nell'impostazione. Salva sulla linea un tiro a botta sicura di Menez.

Hetemaj 5,5 – Qualche incertezza di troppo in avvio, poi si riassesta. Difficoltà maggiori nella ripresa e tanti falli.

Birsa 5 – Torna a 'S.Siro' da ex e si piazza alle spalle delle punte. Non brilla tanto per i suggerimenti che dispensa, quanto per la pressione che porta ai difensori rossoneri. Scompare nella ripresa. Dal 66' Lazarevic – Ha il gravissimo torto di non concretizzare il contropiede regalatogli da un errore incredibile di Muntari.

Paloschi 4,5 – Il meno vivace del tridente clivense. Spesso in fuorigioco, non riesce a dialogare con Lopez, né a farsi lanciare da Birsa. Mai pericoloso, mai al tiro. Spreca anceh un'occasione a tu per tu con Abbiati. Brutto ritorno a Milano.

Lopez 6,5 – Dei tre 'ex' è sicuramente il più positivo. Gioca un primo tempo molto buono, risultando sempre pericoloso per la difesa del Milan. Cala anche lui nella ripresa. Dal 72' Meggiorini 6 – Più mobile del compagno, riesce a giocarsi qualche buon contropiede anche se non tira mai in porta.

All: Corini 5,5 – Presenta un Chievo tutt'altro che rinunciatario, visto che propone due punte supportate fa un rifinitore. Pressione alta e grinta. La squadra tiene per tutto il primo tempo poi, dopo il gol di Muntari, sono dolori. Troppi sprechi in contropiede. 

 

Arbitro: Mazzoleni 5 – Al 14' Maxi Lopez chiede un calcio di rigore per un contrasto di Alex: Mazzoleni lascia correre. Sembra la decisione giusta, ma un piede del difensore brasiliano schiaccia quello dell'attaccante argentino. I dubbi permangono. Non vede un 'mani' di Abate a ridosso dell'area clivense al 19'. Dubbi anche per due interventi di mano da parte del Chievo (uno in area da parte di Cofie, uno per lanciare il contropiede di Lopez). Nel finale del primo tempo sbaglia un po' troppo 'contro' Menez: non gli dà un corner e non gli fischia un fallo piuttosto netto sul lato corto dell'area clivense. Al 65' ferma il contropiede del Chievo per ammonire de Jong: l'azione poteva diventare pericolosa. Non ferma Paloschi, in offside, nell'occasione del pallonetto fallito dall'attaccante clivense. 

 

MILAN-CHIEVO 2-0

MILAN (4-3-3): Abbiati; Abate, Alex, Rami, De Sciglio; Bonaventura, de Jong, Muntari (88' Essien); Honda (81' Poli), Torres (74' El Shaarawy), Menez. All: Inzaghi

CHIEVO (4-3-1-2): Bardi; Frey, Dainelli, Zukanovic, Biraghi; Cofie (82' Bellomo), Radovanovic, Hetemaj; Birsa (66' Lazarevic); Paloschi, M. Lopez (72' Meggiorini). All: Corini

Arbitro: Mazzoleni

Marcatori: 55' Muntari, 78' Honda (M)

Ammoniti: 26' Birsa, 44' Biraghi, 77' Cofie, 79' Zukanovic, 80' Meggiorini (C); 95' El Shaarawy (M)

Espulsi:

Note:

 




Commenta con Facebook