• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI REAL MADRID-ATLETICO MADRID

PAGELLE E TABELLINO DI REAL MADRID-ATLETICO MADRID

Primo gol per J. Rodriguez. Bale imprendibile, male Ramos. Nell’Atletico, R. Garcia fondamentale, in ombra Koke e Mandzukic.


Marco Cattarulla

20/08/2014 01:27

PAGELLE E TABELLINO REAL MADRID-ATLETICO MADRID / MADRID - Finisce in parità il primo duello tra Real e Atletico. Meglio i Blancos, con un grande  Bale e un X. Alonso positivo al rientro dopo la squalifica. Ramos troppo nervoso, Carvajal errore imperdonabile sul pareggio ospite. Ronaldo sostituito. Per l’Atletico, R. Garcia si prede tutto il palcoscenico con il gol che ribalta una partita a senso unico. Moya e Miranda superlativi. Mandzukic impreciso e appesantito, Koke non pervenuto.

 



REAL MADRID

 

Casillas 5,5 – Attento sulle conclusioni di Mandzukic e Saul, rischia un dribbling da triller su Mandzukic. Sempre troppo timido nelle uscite alte. Immobile sul pareggio di R. Garcia, anche se era coperto da una selva di magliette.

Carvajal 5 – Il migliore dei suoi fino a quando si perde R. Garcia per il gol del pareggio. A questi livelli, un errore imperdonabile. Per il resto, tanta corsa, ottime coperture e l’assist che da il via al vantaggio merengue.

Pepe 6 – Ottima gara dopo la prova così cosi contro il Siviglia. Primo tempo tranquillo, sempre pronto e pericoloso in area avversaria. Però l’organizzazione difensiva sui calci piazzati dovrebbe essere gestita meglio.

Ramos 5 – Molto nervoso e sempre qualche disattenzione di troppo, come quella nel primo tempo che manda in porta Saul.

Marcelo 6,5 – Il derby gli fa bene. Il brasiliano domina la fascia e demolisce prima Saul e poi Griezmann.

Modric 6 – Solito motorino instancabile. Soffre nel primo tempo perché il Real Madrid cambia continuamente gioco, saltando il centrocampo intasato di maglie biancorosse. Ma ogni volta che prende palla, cambia ritmo e crea superiorità. Esce stremato. Dal 77’ Di Maria 6 – Prova in tutti i modi a mettersi in mostra con serpentine e dribbling ubriacanti. Non riesce a ripetere la notte magica di Champions ma dimostra di voler rimanere a Madrid.

X. Alonso 6, - Al rientro dopo la squalifica, prende in mano il Real e detta i tempi, in una partita tatticamente molto complessa. Preciso in copertura, non sbaglia un passaggio.

Kroos 6 – Un passo indietro rispetto al Siviglia. Si pesta i piedi con X. Alonso e fatica a farsi servire palloni giocabili. Si divora il vantaggio dopo una ribattuta del portiere su sassata di Bale. Ha però il grande merito della meravigliosa apertura per Carvajal e il successivo vantaggio.

Bale 6,5 – Siqueira è un avversario tosto e subisce anche i continui ripiegamenti di Koke. Nei primi venti minuti soffre ma non appena si aprono le maglie difensive avversarie inizia a macinare dribbling e conclusioni. L’intesa con Carvajal cresce e i due duettano meravigliosamente. E’ l’uomo più pericoloso dei blancos.

Benzema 6 – Come al solito, partita di grande sacrificio. Stretto tra Godin e Miranda, esce dalla marcatura per dettare passaggi e creare spazi. Pericoloso di testa, è il primo che pressa gli avversari. Entra nell’azione del gol.

Ronaldo 5,5 – A pochi giorni dalla doppietta decisiva in Uefa Super Cup, l’asso portoghese si prende una pausa. Imbottigliato dalla doppia marcatura Juanfran-Saul, non trova mai spazio sulla fascia destra. Negli ultimi dieci minuti del primo tempo si scambia di posizione con Bale e, proprio su cross del gallese, tenta un colpo di testa che si perde sul fondo. Dal 45’ J. Rodriguez 6,5 – Voto per il gol. Dimostra il fiuto sottoporta che potrà essere fondamentale nel proseguo della stagione. Ancora qualche errore in fase di appoggio e disimpegno, ma ha grande qualità.

All. Ancelotti 6,5 – Conosce bene l’Atletico Madrid e sapeva che sarebbe stata una partita complicata, così torna al centrocampo a tre per avere superiorità in mezzo al campo. Il Real fa la partita ma fatica a trovare azioni pericolose. Un classico di questo Real è lo scambio tra Ronaldo e Bale, che però non porta i frutti sperati anche per le condizioni non ottimali di CR7. Azzecca i cambi e tenta in tutti i modi di vincere la partita. Viene tradito dalla consueta deconcentrazione sui calci piazzati. Dovrà lavorare sulla testa dei suoi difensori, a tratti troppo leziosi e presuntuosi.

 

ATLETICO MADRID

 

Moya 6,5 – Primo tempo praticamente inoperoso. Poi il Real si sveglia e Bale lo impegna con due interventi al limite. Attento nell’uscire di testa fuori dall’area di rigore per anticipare Benzema. Sul gol non poteva far nulla.

Juanfran 7 – Annulla Ronaldo, ringhia su Bale e J. Rodriguez. Anche Di Maria ci prova, ma lo spagnolo non molla un pallone. Puntuale e preciso nelle chiusure, non butta via un pallone. Prima Saul e poi Greizmann, suoi compagni offensivi di fascia, di certo non lo aiutano molto. Lui non spinge per evitare rischi maggiori. Da ultimo uomo sui calci d’angolo, copre con intelligenza ed esperienza. 

Miranda 7 – I palloni alti sono tutti suoi. Grande duello con Benzema e il francese, nonostante l’ottima prova, non si gira mai e non calcia una sola volta in porta. Anche sull’azione del gol, il brasiliano compie una grande chiusura sulla punta blancos.

Godin 6,5 – Già in forma campionato e in odore di Bayern, l’urugagio offre la solita prova di lucidità e concretezza.

Siqueira 6 – Tutti i terzini sinistri d’Europa hanno l’incubo di affrontare Gareth Bale. Il neo acquisto dell’atletico madrid parte male, falciando la freccia gallese e beccandosi il giallo dopo 10’. Ma invece di crollare si riprende alla grande e lotta su tutti i palloni. Da segnalare un grande intervento in area su Benzema. Esce dopo aver rischiato il secondo giallo, sempre su Bale. Dal 62’ Ansaldi 5,5 – Esordio al cardiopalma. Dalle sue parti Carvajal è imprendibile.

Saul 5,5 – Ha sui piedi una grande occasione, dopo un erroraccio in disimpegno di Ramos, ma spara addosso a Casillas. Poi gran lavoro di copertura su Marcelo. Però manca completamente la fase offensiva. Dal 56’ Griezmann 5 – Il nulla. Ha però il merito di dar via all’azione che genera il calcio d’angolo del pareggio. Troppo poco.

Suarez 6 – Ombra di Gabi, copre e lotta per 90’. Dalle sue parti c’è Kross e per sua fortuna il tedesco non è in serata.

Gabi 6,5 – Copre perfettamente tutti gli spazi centrali. Dalle sue parti non si passa anche se manca un po’ nell’impostazione.

Koke 5 – Prova incolore per il talento di Simeone. Inizio di gara in apnea, si fa ammonire dopo 4’ e questo lo trattiene un po’ nel pressing. Secondo tempo non pervenuto.

R. Garcia 7 – Assolutamente impalpabile per 86 minuti. Dovrebbe fare da raccordo tra Mandzukic e il centrocampo ma gira a vuoto, ridicolizzato da X. Alonso. Simone però ci spiega perché è così fondamentale: trova un gol fondamentale in vista del ritorno al Calderon.

Mandzukic 5 – Non è ancora al top e si vede. Ha due buone occasioni nel primo tempo ma calcia centralmente. Poco movimento e nessuna sponda per i compagni. Nella seconda frazione, è tutto un duello con Ramos, più personale che altro. Non è ancora entrato nei meccanismi di Simeone. Dal 77’ Jimenez s.v.

All. Simeone 7 – Sarà dura per Diego ripetere i successi della passata stagione. La partenza di Diego Costa si farà sentire perché l’ex punta dell’Atletico era il vero regista dell’attacco. Mandzukic è un giocatore profondamente diverso, tocca pochi palloni ed è meno mobile e tecnico. La squadra non sembra ancora in forma, il fraseggio che ha annichilito l’Europa intera ancora non si vede. Griezmann male all’esordio, Ansaldi da rivedere. Nonostante tutte le difficoltà, strappa un pareggio importantissimo in vista del ritorno. 1 a 1 strappato con il carattere, e di quello Simeone ne ha da vendere.

 

Arbitro: Fernandez  5 Partita molto ruvida e ricca di contrasti. Dopo soli 4’, Koke entra a martello su Pepe, ammonizione corretta. Ancora Atletico, con Bale che scappa e Siqueira che lo stende. Altro cartellino giallo. Graziato Marcelo per un fallo sulla ripartenza di Gabi, ci poteva stare la sanzione. Non sfugge invece X. Alonso, che finisce sul taccuino di Fernandez per un intervento in ritardo ai danni di Koke. Il secondo tempo è ancora più nervoso del primo. Siqueira rischia il secondo giallo, sempre su Bale, ma viene graziato. Poi il contrasto Ramos-Mandzukic: il croato travolge lo spagnolo che, una volta a terra, colpisce l’avversario con una manata. Sarebbe espulsione, ma Fernandez non vede e ammonisce tutti e due. Intervento difficile da vedere. Giallo anche per R. Garcia, che non rispetta la distanza su calcio di punizione superando la “riga della bomboletta”. Episodio dubbio in area Atletico: Bale crossa, Suarez devia con un braccio, il rigore ci poteva stare.

 

TABELLINO

 

REAL MADRID-ATLETICO MADRID 1-1

 

Real Madrid (4-3-3): Casillas; Carvajal, Pepe, Ramos, Marcelo; Modric (dal 77’ Di Maria), X. Alonso, Kroos; Bale,  Benzema, Ronaldo (dal 45’ J. Rodriguez).  All.: Ancelotti.

Atletico Madrid (4-4-2): Moya; Juanfran, Miranda, Godin, Siqueira (dal 62’ Ansaldi); Saul (dal 56’ Griezmann), Suarez, Gabi, Koke; R. Garcia, Mandzukic (dal 77’ Jimenez).  All.: Simeone.

Arbitro: Estrada Fernandez

Marcatori: 80’ J. Rodriguez (R), 87’ R. Garcia (A).

Ammoniti: 4’ Koke (A), 11’ Siqueira (A), 38’ X. Alonso (R), 57’ Suarez (A), 59’ Ramos (R), 59’ Mandzukic (A), 67’ R. Garcia (A).

Espulsi: -

 

 




Commenta con Facebook