• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Primo Piano > Mondiale 2014, sesso nei ritiri: astinenza, premio e molte altre curiosità

Mondiale 2014, sesso nei ritiri: astinenza, premio e molte altre curiosità

La sfera sessuale dei calciatori durante i Mondiali rimane un argomento tabù, in questa edizione un po' meno


Miguel Herrera (Getty Images)
Matteo Zappalà (twitter @MattZappa88)

27/06/2014 14:11

MONDIALE 2014 SESSO NEI RITIRI ASTINENZA PREMIO / ROMA - Terminata la fase ai gironi dei Mondiali, il tema riguardante il sesso nei ritiri delle Nazionali rimane uno degli argomenti più caldi sia per la stampa sportiva che per quella un pochino più "frivola". Calciomercato.it, secondo quanto riportato da 'As', ha provato a fare il punto delle scelte più curiose che arrivano dai ritiri delle selezioni in Brasile.

SESSO TRADIZIONALE - Sesso libero, purché sia tradizionale e non con posizioni acrobatiche. Sono le indicazioni che ha dato ai suoi ragazzi il ct del Brasile Luiz Felipe Scolari. Nessuna limitazione per un momento "piccante", a patto che non influisca a livello muscolare sui giocatori della rosa.

LIBERO SFOGO, MA ASTINENZA ALLA VIGILIA - Libertà "condizionata" anche per Germania e Spagna, i cui giocatori possono dare libero sfogo al divertimento tutti i giorni, tranne quello che precede una partita. Anche la Francia non è particolarmente restrittiva ma, come dichiarato da Deschamps: "Dipende da come, quanto e quando".

LIBERTA' TOTALE - Ancora più liberi sono i giocatori di Olanda, Stati Uniti, Svizzera, Uruguay, Australia, Inghilterra e Italia (e per queste ultime tre sappiamo perfettamente com'è finita), che non hanno ricevuto alcuna indicazione dal ct o dalla Federcalcio in merito al sesso durante il Mondiale.

LE SCELTE PIU' PARTICOLARI - Contrapposte alla libertà nostrana, spiccano alcune scelte curiose sull'argomento. La Nigeria, ad esempio, ha dato via libera al sesso durante i ritiri solo per i giocatori sposati. Sesso in caso di raggiungimento di obiettivi, invece, per il Belgio (in caso di approdo alla semifinale) e la Costa Rica (in caso di passaggio agli ottavi di finale), i cui giocatori hanno già avuto modo di festeggiare.

ASTINENZA - Non poteva mancare, naturalmente, anche l'imposizione dell'astinenza. Tra i promotori di questa scelta ci sono Russia, Cile, Messico e Bosnia Herzegovina, con il ct della 'Tri' Miguel Herrera che annuncia: "40 giorni senza sesso non hanno mai ucciso nessuno" e l'allenatore bosniaco pronto a precisare: "Se i miei giocatori non ce la dovessero fare possono sempre affidarsi alla masturbazione". Non c'è pericolo, aggiungiamo noi, considerando la precoce eliminazione della Nazionale. 




Commenta con Facebook