• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI SAMPDORIA-LAZIO

PAGELLE E TABELLINO DI SAMPDORIA-LAZIO

Il gol di Soriano illude i padroni di casa, raggiunti nel finale da Cana


Un momento del match (Getty Images)
Simone Bennici

24/11/2013 18:46

PAGELLE E TABELLINO SAMPDORIA-LAZIO / GENOVA (Italia) – A Marassi va in scena una partita inaspettata sul piano del gioco, dove sono i padroni di casa a comandare le operazioni per tutto il match. Bene Gabbiadini per gli uomini di Mihajlovic, mentre dall’altra parte Marchetti si rende protagonista di una prestazione al di sotto della sufficienza.

SAMPDORIA

Da Costa 6 – Chiamato in causa più di una volta nel secondo tempo, si fa trovare pronto ed attento. Non può nulla sul gol.

De Silvestri 6 – Spinge con continuità sulla fascia, causando non pochi grattacapi ai difensori laziali. Svolge tutti i suoi compiti efficacemente e senza mai commettere un errore.

Gastaldello 6 – Il capitano blucerchiato tiene alto il muro difensivo senza mai apparire in difficoltà.

Mustafi 6 – Protagonista di una prova priva di sbavature, mostra importanti segnali di crescita.

Costa 5,5 – Non lascia il segno in fase offensiva, ma in quella difensiva non gli si può rimproverare nulla.

Palombo 6 – Tornato nel ruolo che più gli è consono, il regista di casa smista ottimi palloni sbagliandone praticamente nessuno, raggiungendo la piena sufficienza (dal 92’ Maresca s.v.)

Obiang 6,5 – Si batte su ogni pallone regalando un prezioso contributo alla propria squadra.

Krsticic 4 – Dopo un primo tempo senza sbavature, non fa passare nemmeno 20 secondi nella ripresa prima di prendere un sacrosanto rosso diretto. Folle.

Gabbiadini 6,5 – Corre molto e tira in porta ogni volta che ne ha la possibilità. I compagni lo cercano tanto e proprio dai suoi piedi parte il tiro che porterà al temporaneo vantaggio.

Wszolek 5 – Non entra mai in partita. (dal 58’ Soriano 7 – Protagonista di una prestazione maschia e grintosa, con il suo goal fa esplodere lo stadio. Decisivo).

Pozzi 6 – Cuore e determinazione, ci prova in tutti i modi e alla fine esce stremato dal campo sotto gli applausi dei propri tifosi. (dal 79’ Petagna s.v.).

All. Mihajlovic 6,5 – La ventata di freschezza portata dal tecnico serbo si sente eccome, con una squadra che palla a terra mette in difficoltà una Lazio poco sveglia. Un buon punto quello guadagnato oggi, che con un briciolo di attenzione in più potevano essere tre. Comunque sia, un ben tornato è d’obbligo in questi casi.

LAZIO

Marchetti 4 – Una sua colossale disattenzione regala il momentaneo vantaggio alla Sampdoria. Segno evidente di un caos nella testa dell’estremo difensore.

Ciani 5 – Da dividere, con Konko prima e Marchetti dopo, il goal preso da Soriano. Un difensore come lui non può farsi prendere di sorpresa alle spalle.

Cana 6,5 – Non comincia la partita nel migliore dei modi, visto il giallo rimediato dopo 16’, ma si riscatta intervenendo sempre con tempismo su ogni avversario che gli passa davanti. Il suo goal regala 1 punto inaspettato alla Lazio.

Radu 5,5 – Meno infallibile del solito, ma se la cava meglio di tanti altri.

Konko 5 – Nel complesso gioca un buon match, se pur reo di non aver spazzato la palla che porta pochi secondi dopo al goal subito.

Ledesma 5 – Soffre molto il ritmo alto del gioco, che non gli consente mai di stoppare, alzare la testa e giocare il pallone con la calma che lo contraddistingue da anni (dal 67’ Hernanes 5 – Ingresso in campo impalpabile).

Onazi 6 – Lavoro da incontrista puro per lui, che spezza spesso il gioco e cerca di far ripartire la manovra come può.

Lulic 6 – Dopo il lungo stop torna in campo oggi, visibilmente fuori forma, ma corre tanto ed il sacrificio fisico è notabile anche ad occhio nudo.

Candreva 5,5 – Ci si aspetta sempre molto da lui, considerato il leader di questa squadra, ma purtroppo oggi non è la sua giornata (dal 69’ Ederson 5 – Citato dal telecronista solo per un paio di passaggi).

Floccari 6 – Si muove su e giù per tutta la linea d’attacco come un pazzo, riuscendo alla fine a servire la palla che porta al goal di Cana.

Keita 5 – Se pur buona l’intesa con i compagni, si sente che i suoi 18 anni sono ancora pochi per potersi affidare a lui in partite ostiche come questa. (dal 56’ Perea 5,5 – Dopo 4’ dall’entrata in campo si trova la palla del vantaggio, in netto fuorigioco, colpendo clamorosamente il palo. Da là in poi il nulla).

All. Petkovic 5 – Ben 93’ minuti di sofferenza per la Lazio, dovuti ad un’approccio sbagliato fin dal principio. E se i cambi non risolvono i problemi, ci pensa Cana inaspettatamente a salvare la sua squadra da una pesante sconfitta. Graziato.

Arbitro Orsato 6,5 – Arbitraggio all’inglese e senza nessun errore. Giusti tutti i cartellini estratti, compreso il rosso a Krsticic.

TABELLINO

SAMPDORIA-LAZIO 1-1

Sampdoria (4-2-3-1): Da Costa; De Silvestri, Gastaldello, Mustafi, Costa; Palombo (92’ Maresca), Obiang; Krsticic, Gabbiadini, Wszolek (58’ Soriano); Pozzi (79’ Petagna). All. Mihajlovic.

Lazio (3-4-3): Marchetti; Ciani, Cana, Radu; Konko, Ledesma (67’ Hernanes), Onazi, Lulic; Candreva (69’ Ederson), Floccari, Keita (56’ Perea). All. Petkovic.

Arbitro: Orsato

Marcatori: 66’ Soriano (S), 94’ Cana (L)

Ammoniti: 16’ Cana (L), 22’ Obiang (S), 31’ Krsticic (S), 62’ Floccari (L), 68’ Lulic (L), 90’ Petagna (S)

Espulsi: 46’ Krsticic (S)

 




Commenta con Facebook