• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Estero > Toronto Fc, Giovinco: "Non ho sentito Conte. Esclusione? Rifarei la scelta di venire in MLS"

Toronto Fc, Giovinco: "Non ho sentito Conte. Esclusione? Rifarei la scelta di venire in MLS"

La 'Formica Atomica', al termine dell'allenamento di mercoledì, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai cronisti presenti tra cui l'inviato di Calciomercato.it


Giovinco © Getty Images
Dal corrispondente da Toronto, Leonardo N. Molinelli

26/05/2016 09:00

TORONTO FC GIOVINCO / TORONTO (Canada) - "Sono dispiaciuto, però è inutile pensarci. Devo andare avanti per la mia strada e cercare di fare ancora meglio per tornare in Nazionale". Così Sebastian Giovinco, al termine dell'allenamento di mercoledì, ha commentato - ai microfoni dei cronisti presenti tra cui l'inviato di Calciomercato.it - la sua esclusione dalla lista dei 30 pre-convocati da Antonio Conte per l’Europeo in Francia.
L’ex Juventus, che ha ricevuto la visita di Roberto Bettega e del figlio Luca al centro d’allenamento di Toronto Fc, ha preferito buttare acqua sul fuoco a proposito della polemica scoppiata per le frasi del ct sulle conseguenze per chi va a giocare in Mls. "Bisogna vedere come s’interpreta quello che ha detto il mister - ha spiegato Giovinco - Sono idee, giuste o sbagliate non sta a me a dirlo. La mia scelta è questa e la rifarei anche dopo questa esclusione perché è una scelta bella".

Poi la 'Formica Atomica' ha ammesso di non aver sentito il tecnico leccese dopo la mancata convocazione: "Non l’ho sentito - le sue parole - Ho visto come voi l’esclusione, la motivazione l’ha data rispondendo alle domande dei giornalisti in Nazionale". Le frasi di Conte sulla Mls hanno però scatenato il finimondo in Nord America con tifosi e giornalisti che hanno detto e scritto di tutto sui social media a riguardo. Addirittura il sito della Mls, ha risposto alle affermazioni del selezionatore azzurro accusandolo di non conoscere la Lega e di mancare di rispetto al movimento nordamericano. "Non so se era quello che il mister voleva dire - ha detto Giovinco - Sicuramente può essere una reazione giusta, ma dipende dall’interpretazione. Secondo me non voleva dire quello, ma che aveva già fatto le sue scelte e io non rientravo in quelle".

Il numero 10 ha anche ammesso che sapeva di rischiare l’esclusione nonostante i suoi record. "Me lo aspettavo - ha detto - ma vuol dire che quello che ho fatto non è stato abbastanza. Cercherò di fare sempre meglio. Sono sempre andato in Nazionale e potevo dare una mano però la scelta è stata fatta e quello che potevo fare l’ho fatto".

Infine una dichiarazione d’amore alla Mls, Lega che non lascerà neanche se dovesse significare l’addio definitivo alla maglia azzurra. "Fino a quando continuerò a divertirmi continuerò a giocare qui. L’ho sempre detto e lo continuo a dire - ha spiegato - questa Lega sta crescendo e diventerà una delle più belle al mondo".




Commenta con Facebook