• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Fiorentina > Calciomercato Fiorentina, Rossi: "Salvo il Levante e torno. Ho un conto in sospeso"

Calciomercato Fiorentina, Rossi: "Salvo il Levante e torno. Ho un conto in sospeso"

L'attaccante: "Nazionale? Le cose bisogna meritarsele"


Giuseppe Rossi © Getty Images

25/01/2016 08:45

CALCIOMERCATO FIORENTINA INTERVISTA A GIUSEPPE ROSSI SU LA GAZZETTA DELLO SPORT / VALENCIA (Spagna) - L'edizione odierna de 'La Gazzetta dello Sport' propone una lunga intervista a Giuseppe Rossi, attaccante di proprietà della Fiorentina trasferitosi in prestito al Levante. Calciomercato.it vi riporta i passaggi salienti dell'intervista sulle ultime news sul calciomercato Fiorentina e sul suo sogno di giocare gli Europei in programma in Francia a fine stagione.

ACCOGLIENZA AL LEVANTE - "E' stata una bellissima sorpresa, c'erano moltissimi bambini. Adesso speriamo di ripagare sul campo. Non vedo l'ora di giocare, sono venuto qui per questo. Io sono pronto, il ginocchio non mi preoccupa e ho una voglia enorme di dare una mano, di far uscire il Levante da questa brutta situazione. Sono convinto che ce la faremo a salvarci. Perché ho scelto il Levante? È stata la prima squadra a cercarmi. Città e campionato li conosco bene e mi piacciono un sacco".

LASCIARE LA FIORENTINA - "Mi è dispiaciuto tantissimo, molto molto molto. La Fiorentina per me rappresenta tanto, a Firenze ho comprato casa, sto benissimo e i tifosi viola mi hanno sempre sostenuto. Ho un conto in sospeso con loro. Si vedrà cosa sarà del mio futuro con la Viola. L'obiettivo è far bene al Levante, salvarlo e tornare a Firenze".

PAULO SOUSA - "Frizioni con lui? No, lui ha fatto delle scelte pensando alla squadra e le cose stanno andando molto bene, giusto così. Bisogna dargli merito. E' normale che quando uno non gioca non sia contento. Non ero felice e ho dovuto per forza cercare una soluzione. Non potevo restare giocando poco".

NAZIONALE - "Conte non l'ho sentito, ma non vuol dire nulla. Le cose bisogna meritarsele, la sua chiamata compresa. Non vedo l'ora di dimostrare che sono capace di giocare col Levante e con la Nazionale. Ora ci vuole solo la continuità".

S.D.




Commenta con Facebook