• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > News > PAGELLE E TABELLINO DI SAMPDORIA-LIVORNO

PAGELLE E TABELLINO DI SAMPDORIA-LIVORNO

Mbaye illude il Livorno, Okaka trascina la Samp alla rimonta. Decisivo l'ingresso di Krsticic


Okaka (Getty Images)
Valerio Pantone

09/03/2014 19:16

 

 PAGELLE E TABELLINO SAMPDORIA-LIVORNO/ GENOVA – Non bastano i primi due gol in Serie A di Mbaye al Livorno, per uscire indenne dalla trasferta con la Sampdoria. I blucerchiati, trascinati ancora da un super Okaka, ribaltano il risultato nella ripresa grazie anche ai gol di Krsticic, alla sfortunata rete di Ceccherini e all’ottavo sigillo stagionale di Gabbiadini, tra i migliori in campo. Tra i blucerchiati deludono ancora Da Costa, Obiang e Da Costa. In casa amaranto, si salvano Bardi, Greco e Belfodil. Sfortunati Ceccherini e Coda, male Biagianti e Paulinho.

 

SAMPDORIA

 

Da Costa 5,5 – Incerto e poco reattivo in occasione del raddoppio, infonde poca sicurezza a tutto il pacchetto arretrato.

De Silvestri 5,5 – Non è al meglio della condizione e si vede perché fatica a contenere le ripartenze degli amaranto. Dal 46’ Fornasier 6 – Si occupa esclusivamente della fase difensiva, seguendo le direttive del suo allenatore.

Mustafi 6 – Ha qualche responsabilità sul secondo gol del Livorno. Per il resto, è uno dei pochi a disinnescare con successo i tentativi dei toscani.

Gastaldello 5,5 – Concede troppo spazio inizialmente agli attaccanti amaranto, anche per lo scarso supporto dei centrocampisti. Meglio nella ripresa, come tutta la Sampdoria.

Regini 6 – Deludente nel primo tempo, si riscatta nella ripresa quando il cambio di modulo gli permette di scendere sulla fascia con più continuità.    

Palombo 6 – Nel giorno della sua 400esima presenza con la maglia blucerchiata, non regala al suo pubblico una prestazione indimenticabile.

Obiang 5 – Impone un ritmo lento e compassato alla manovra della squadra. Dal 46’ Krsticic 7 – Il suo ingresso in campo cambia le sorti del match. Determinante in fase di impostazione, firma il gol che riaccende le speranze dei padroni di casa. Decisivo.

Gabbiadini 6,5 – E’ uno dei pochi a salvarsi nella prima frazione, uno dei migliori in assoluto nel secondo tempo tutto di marca doriana. Dopo la rete con il Torino, l’attaccante convocato in settimana per lo stage della Nazionale, corona la sua prestazione con l’ottavo centro in campionato.

Soriano 6 – Dal suo piede nasce la rete che riapre l’incontro. Un acuto importante che maschera una prima frazione con più ombre che luci.

Eder 5,5 – Gioca molto a corrente alternata, faticando a trovare la giocata giusta per impensierire Bardi.

Okaka 7 – Ancora una giornata da protagonista per l’attaccante scuola Roma. Dopo un primo tempo poco brillante, nella ripresa trascina la squadra alla rimonta, prima propiziando la rete del pareggio, poi firmando quella del sorpasso, ed infine, suggerendo l’assist per il 4-2 di Gabbiadini. Devastante. Dal 78’ Maxi Lopez  s.v.

All. Mihajlovic 7 – Azzecca per l’ennesima volta i cambi in corso d’opera e la Samp cambia pelle. Sotto di due gol dopo i primi quarantacinque minuti, il tecnico serbo modifica l’assetto tattico ed affida la cabina di regia a Krsticic: due scelte fondamentali per la resurrezione doriana che rappresenta un passo significato verso la salvezza.

LIVORNO

Bardi 6,5 – Se non fosse per lui probabilmente il Livorno avrebbe una difesa ancora più perforata. Straordinario nel primo tempo sulla punizione di Gabbiadini, si ripete nella ripresa sempre sull’attaccante blucerchiato chiudendogli in uscita lo specchio della porta. La difesa però fa acqua da tutte le parti e lui è la prima vittima.

Ceccherini 5 – Colpevole sul gol di Krsticic, vanifica l’ottimo prima parte di gara deviando nella propria porta il colpo di testa di Okaka. Dal 58’ Coda 5,5 – Entra nel momento più difficile per gli amaranto, e con un tocco involontario beffa Bardi sulla conclusione di Okaka. Sfortunato.

Emerson 5,5 – E’ uno degli ultimi ad arrendersi. Da lui però, specie in fase di impostazione, Di Carlo si aspetta molto di più.

Castellini 5 – Ritorna da ex nello stadio dove non aveva lasciato un grande ricordo. Primo tempo discreto, nella seconda frazione partecipa al black out generale amaranto senza fare nulla. Dal 81’ Piccini s.v

Mbaye 7 – Doppietta da incorniciare per il gioiellino del vivaio dell’Inter, la prima in Serie A. Peccato che non sia bastata alla squadra di Di Carlo per uscire indenne da Marassi.

Greco 6,5 – Vivace ed intraprendente nel primo tempo, regala l’assist vincente per il raddoppio di Mbaye. Sparisce nella ripresa un po’ come tutto il Livorno.

Biagianti 5 – Dopo pochi minuti salva un gol di Eder sulla linea. Nervoso e spesso irruente nei contrasti, non riesce a contenere il ritorno veemente dei centrocampisti blucerchiati. Dal 70’ Emeghara 5,5 – Entra in campo quando la partita è ormai già indirizzata. Quasi ingiudicabile.

Benassi 5,5 – Mette lo zampino sul secondo gol di Mbaye, poi ci si dimentica di lui.

Mesbah 6 – Spina nel fianco per la Sampdoria nel primo tempo, finisce la benzina dopo i primi quarantacinque minuti. Troppo poco.

Belfodil 6,5 – Assoluto protagonista nel primo tempo, crea non pochi grattacapi alla retroguardia blucerchiata. Evanescente nella ripresa, anche perché poco supportato dalla squadra.

Paulinho 5Ad eccezione dell’occasione della traversa, fatica ad entrare nel vivo del gioco.

All. Di Carlo 5,5 – Perdere dopo essere andati negli spogliatoi con due gol di vantaggio, lascia e non poco l’amaro in bocca. D’accordo la sfortunata, nella seconda e terza rete doriana, ma l’atteggiamento degli amaranto nella ripresa ha poche giustificazioni, soprattutto considerando che sarebbero stati punti fondamentali in ottica salvezza.

Arbitro Giacomelli 6 – Partita di ordinaria amministrazione per il fischietto di Trieste che controlla bene un match sostanzialmente corretto.

TABELLINO

SAMPDORIA-LIVORNO 4-2

SAMPDORIA (4-2-3-1): Da Costa; De Silvestri (dal 46’ Fornasier), Mustafi, Gastaldello, Regini; Palombo, Obiang (dal 46’ Krsticic); Gabbiadini, Soriano, Eder; Okaka (dal 78’ Maxi Lopez). A disp.: Fiorillo, Costa, Salamon, Renan, Sansone, Berardi, Wszolek, Bjarnason, Sestu. All.: Mihajlovic.

LIVORNO (3-5-2): Bardi, Ceccherini (dal 58’ Coda), Emerson, Castellini (dal 81’ Piccini); Mbaye, Greco, Biagianti (dal 70’ Emeghara), Benassi, Mesbah; Belfodil, Paulinho. A disp.: Anania, Aldegani, Gemiti, Mosquera, Borja, Valentini, Duncan, Rinaudo. All.: Di Carlo.

Arbitro: Giacomelli di Trieste

Marcatori: 19’ Mbaye (L), 27’ Mbaye (L), 49’ Krsticic (S), 53’ Ceccherini aut. (S), 68’ Okaka (S), 75’ Gabbiadini (S)

Ammoniti: 23’ Biagianti (L), 35’ De Silvestri (S), 54’ Greco (L), 72’ Soriano (S)

 

 




Commenta con Facebook