• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Serie A > Calciomercato Serie A, da Totti a Higuain: i rinnovi più 'caldi' delle big

Calciomercato Serie A, da Totti a Higuain: i rinnovi più 'caldi' delle big

Le 'Grandi' d'Italia alle prese con le trattative per blindare i propri gioielli


Gonzalo Higuain (Getty Images)
Giorgio Musso (Twitter: @GiokerMusso)

16/10/2015 16:00

CALCIOMERCATO RINNOVI SERIE A MORATA HIGUAIN TOTTI HANDANOVIC / ROMA - Big al lavoro per non farsi sfuggire i loro campioni. Non solo strategie e obiettivi per la prossima finestra del calciomercato invernale: al 'vaglio' dei top-team della massima serie ci sono anche - e soprattutto - i prolungamenti contrattuali dei propri gioielli, non necessariamente in scadenza nel giugno 2016. Blindarli è la parola d'ordine delle varie dirigenze, anche per mettere a tacere le molteplici indiscrezioni che vogliono diverse stelle lontano dall'Italia per il calciomercato Serie A. Trattative ben avviate, altre invece ancora in stato embrionale. Da Morata a Higuain, passando per Totti e Handanovic: andiamo ad analizzare le situazioni più calde sui rinnovi contrattuali del calciomercato di Serie A.

 

Morata-Higuain: Juve e Napoli vogliono blindare i super bomber

Che si parli di mercato o delle sue condizioni fisiche, Alvaro Morata è sempre al centro dell’attenzione. Il colpo al perone subito in Nazionale aveva fatto temere il peggio ad Allegri e ai tifosi della Juventus, allarme poi disinnescato dagli esami a cui si è sottoposto l’attaccante al rientro a Torino: via libera per un suo impiego nel derby d'Italia contro l'Inter, ma i rumors legati al suo futuro certamente non si spengono. Florentino Perez ha un diritto di 'recompra' sullo spagnolo e vorrebbe riportarlo al Real Madrid la prossima estate. Marotta, dall'altra parte della barricata, ingolosisce il giocatore con un ricco rinnovo contrattuale, ponendolo al vertice del progetto di Corso Galileo Ferraris. Al di là delle schermaglie tra le due società, c'è la sensazione che a decidere le sorti della contesa sarà essenzialmente la volontà di Morata, sempre più riconoscente alla 'Vecchia Signora' e attratto dall'idea di aprire un lungo ciclo in maglia bianconera. Da un goleador in ascesa, ad un altro nel pieno della maturazione: i nuvoloni estivi sul futuro di Gonzalo Higuain avevano destabilizzato l'umore della piazza napoletana, subito spazzati via però dall'inizio di stagione scintillante dell'argentino. La cura della nuova gestione targata Sarri ha sortito gli effetti sperati, con 'El Pipita' tornato sugli standard realizzativi-prestazionali che gli competono e voglioso più che mai di trascinare il Napoli verso ambiziosi traguardi. Il ritrovato entusiasmo potrebbe portare perciò Higuain a legarsi a doppio filo al club di De Laurentiis, prolungando l'attuale accordo in scadenza nel 2018 con ritocco dell'ingaggio (adesso superiore ai 5 milioni di euro a stagione).

 

Rinnovo... Capitale: le 'spine' Totti e Biglia

"Lui è la Roma, vogliamo che abbia un ruolo importante nel club per sempre". Queste le parole rilasciate da James Pallotta giovedì sul futuro di Francesco Totti. Il capitano della Roma, in scadenza a giugno, non ha ancora deciso cosa farà 'da grande', con la società capitolina che gli ha lasciato carta bianca se proseguire la carriera in campo o accettare dal prossimo luglio una poltrona importante nei quadri dirigenziali. Il numero dieci - 39 anni lo scorso 27 settembre - ha visto ridursi gradualmente il proprio minutaggio, perdendo anche la titolarità al centro dell'attacco giallorosso dopo lo sbarco a Trigoria di Dzeko. Per questo, Totti si riserva ancora un po' di tempo per ponderare la sua scelta. Sempre in casa Roma, il presidente Pallotta ha annunciato anche l'imminente prolungamento di Kevin Strootman, rinnovando la massima fiducia che i giallorossi nutrono nel recupero del centrocampista olandese. Restando nella Capitale, prosegue il pressing di Lotito per blindare a Formello Lucas Biglia: il patron biancoceleste offrirebbe al Nazionale albiceleste un nuovo contratto fino al 2020, con adeguamento dell'ingaggio a 2,5 milioni di euro. Dei nuovi incontri programmati tra le parti nelle prossime settimane dovrebbero rendere il quadro più chiaro. Altre due 'spine' per la Lazio sono Marchetti e Lulic: se per il portiere l'accordo sembrerebbe in dirittura d'arrivo, più complicata invece sarebbe la situazione relativa al bosniaco, valutato 15 milioni e che potrebbe fruttare un'ottima plusvalenza a Lotito.

 

Handanovic-Inter: sì a gennaio. 'Toro', Bruno Peres in standby

Da Roma a Milano, dove all'Inter si attende solo l'ufficialità del rinnovo di Samir Handanovic, già da tempo pianificato e che dovrebbe diventare realtà ad inizio 2016. Inoltre, il positivo inizio di stagione di Guarin avrebbe indotto la società nerazzurra a muoversi pure per il prolungamento del colombiano, desideroso di aprire un ciclo vincente con la maglia dell'Inter. A Torino invece, oltre al contratto in scadenza dei senatori Evra e Barzagli in ottica Juventus, tiene banco sul versante granata il destino di Bruno Peres: da una parte le trattative per rinnovare con il 'Toro', dall'altra le sirene sulla Roma e adesso anche sull'interesse di alcune formazioni di Bundesliga. Se il brasiliano sfreccia sulla fascia destra della squadra di Ventura, Marcos Alonso galoppa sulla banda mancina della rivelazione Fiorentina, capolista del campionato. Gol, assist al bacio e performance convincenti per l'esterno spagnolo che, frutto di una prima parte di stagione ad altissimi livelli, si è meritato la fiducia dei Della Valle e la possibilità di sottoscrivere a breve un nuovo contratto. Pure Jorginho in quel di Napoli si sta ritagliando un posto al sole grazie ad un'impeccabile regia nel centrocampo di Sarri, nonostante un'estate all'ombra di Valdifiori. Fino a qualche mese fa era un esubero, adesso Giuntoli e soci avrebbero tutta l'intenzione di toglierlo dal mercato blindandolo al 'San Paolo' fino al 2020.




Commenta con Facebook