• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > I Craque del momento > IL CRAQUE DEL MOMENTO - Sarri si coccola Insigne, l'Oro di Napoli

IL CRAQUE DEL MOMENTO - Sarri si coccola Insigne, l'Oro di Napoli

Il talento azzurro sta incantando nella nuova posizione di trequartista


Lorenzo Insigne (Getty Images)
Giorgio Musso (Twitter: @GiokerMusso)

05/10/2015 10:35

IL CRAQUE DEL MOMENTO INSIGNE / ROMA - Il Napoli spicca il volo. Grazie, e soprattutto, alle magie di Lorenzo Insigne. Prima doppietta nella massima serie per il piccolo fantasista di Frattamaggiore, che domenica sera ha deliziato il pubblico di 'San Siro' con giocate d’alta scuola e due gemme di rara bellezza. Milan schiantato davanti al proprio pubblico, con la formazione di Sarri che infilza un'altra big dopo il successo della settimana prima sulla Juventus campione d'Italia. Nello scacchiere partenopeo brilla il talento di Insigne, già a segno cinque volte in campionato (senza contare i tre assist decisivi serviti ai compagni) e quasi immarcabile nella nuova posizione di trequartista tagliatati su misura da Sarri.

Lorenzo Insigne nasce a Frattamaggiore il 4 giugno 1991. A 15 anni il Napoli lo acquista dall'Olimpia Sant'Irpino per poco meno di 2 mila euro; nel 2008 gioca la sua prima partita nella Primavera, mentre due anni più tardi Mazzarri lo fa esordire in prima squadra nella trasferta di Livorno. Poi, il prestito alla Cavese in Lega Pro, dove colleziona 10 presenza senza nessun gol. Ma sono le stagioni successive, sotto la guida di Zeman, a far destare l’attenzione su Insigne: tra Foggia e Pescara totalizza 37 reti in due campionati, contribuendo in maniera determinante alla promozione in A dei 'Delfini'. Nell'estate seguente il ritorno al Napoli, dove tra alti e bassi fa sfoggio del proprio talento prima sotto la guida Mazzarri, poi con Benitez. Nel novembre 2014 il grave infortunio ai legamenti del ginocchio nel match contro la Fiorentina, che lo tiene ai box per oltre cinque mesi. Il suo contratto con i partenopei è in scadenza attualmente nel 2019. In Nazionale, finora, 'Lorenzo il Magnifico' ha collezionato 6 presenze, segnando una rete nell'amichevole dell'agosto 2013 con l'Argentina.




Commenta con Facebook