• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Lazio > Lazio-Cagliari, Petkovic: "Klose leader. I tifosi? Colpa nostra, ma troppe pressioni"

Lazio-Cagliari, Petkovic: "Klose leader. I tifosi? Colpa nostra, ma troppe pressioni"

L'analisi rilasciata al termine dell'incontro dal tecnico biancoceleste


Petkovic (Getty Images)
Andrea Branco (twitter: @brancandre)

28/10/2013 00:11

LAZIO CAGLIARI ANALISI PETKOVIC / ROMA - "Oggi abbiamo vinto e c'è positività, ma siamo coscienti delle pressioni e delle tensioni provenienti da fuori. Oggi siamo stati tranquilli, abbiamo creduto in quello che volevamo fare". Vladimir Petkovic commenta così ai microfoni di Sky il meritato successo ottenuto sul Cagliari nel posticipo della 9.a giornata di campionato. Decisivo l'ingresso in campo di Miroslav Klose che sblocca il risulta e conquista il rigore del 2-0: "E' un giocatore importante per noi, è un leader di questa squadra. Mi fa piacere che nonostante le critiche abbiamo dimostrato di avere un carattere forte. Complimenti ai ragazzi che ci hanno creduto e sono rimasti positivi".

LA PARTITA - "Abbiamo giocato con due punte, era importante segnare. La squadra sa girare palla ed essere aggressiva. Abbiamo iniziato bene, poi dopo abbiamo commesso qualche errore, abbiamo perso il filo e subito psicologicamente. Nella ripresa ho chiesto maggior calma e divertimento nel giocar palla".

MOMENTO NO - "Dobbiamo recuperare gli infortunati, da due mesi e mezzo non disponiamo della squadra al completo. Ci mancano 7-8 giocatori. Penso che nessun'altra squadra in Serie A abbia avuto questi problemi".

TIFOSI - "E' un po' colpa nostra perché non abbiamo ottenuto abbastanza punti. Abbiamo avuto qualche difficoltà, i ragazzi stanno bene e vogliono lottare per questa maglia. Noi rispettiamo i tifosi e vogliamo rispetto. Solo uniti possiamo essere forti".

 

 




Commenta con Facebook