• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Milan > Juventus-Milan, Montolivo: "Possiamo fare male ai bianconeri. Ecco chi toglierei a Conte"

Juventus-Milan, Montolivo: "Possiamo fare male ai bianconeri. Ecco chi toglierei a Conte"

Il capitano rossonero lancia la sfida ai Campioni d'Italia in vista del match di domenica


Riccardo Montolivo (Getty Images)
Stefano D'Alessio (@SDAlessio)

04/10/2013 08:34

JUVENTUS MILAN MONTOLIVO TEVEZ BALOTELLI / MILANO - Riccardo Montolivo, capitano del Milan, ha rilasciato un'intervista a 'Tuttosport' a due giorni dalla partita di domenica contro la Juventus:

JUVENTUS-MILAN - "Abbiamo le armi giuste per poter fare male alla squadra bianconera. Sarà una bella partita, delicata, noi abbiamo bisogno di punti. In campionato siamo ancora all’inizio e sarebbe prematuro, in caso di sconfitta, farne un dramma. Credo però che, qualora dovessimo tornare da Torino con un risultato positivo, sarebbe importante per la nostra autostima e ci darebbe un po’ di sicurezza in più. Juventus con la pancia piena? Non credo, la partita col Galatasaray l'ha dimostrato. Il gol subito allo scadere è stato solo un episodio".

TEVEZ e BALOTELLI - "Chi toglierei a Conte? Tevez è un gran giocatore. Etrando in un contesto in cui tutto funzionava, è stato agevolato. Quello che più mi ha impressionato, al di là delle qualità tecniche, sono la foga che ci mette e l’intensità in fase difensiva: è incredibile vedere come rincorre gli avversari. Balotelli dovrebbe imparare da lui? Hanno anche età diverse. Mario probabilmente deve ancora completare la sua maturazione. Ha ancora 23 anni e ha tempo per farlo. Dal punto di vista della qualità, non credo debba invidiare niente a Tevez. Cosa gli ho detto dopo il rosso con il Napoli? È bastato uno sguardo, non solo con me ma con tutti. Mario si è reso conto di aver sbagliato. Non penso ci siano giustificazioni: ha commesso un errore, ha chiesto scusa e il caso è chiuso. Chiaramente sa di averci messo in difficoltà perché per noi lui è troppo importante".

MATRI - "Sì, ce l’ha promesso di fare gol, da quando è arrivato. Scherzi a parte, può succedere per un attaccante non trovare il gol per due, tre partite però abbiamo grande fiducia in lui: sappiamo che Alessandro i gol li ha sempre fatti e li farà anche al Milan".

 

MOMENTO NEGATIVO - "I cali di tensione su calci piazzati non devono ripetersi. Verranno eliminati soltanto cambiando l'atteggiamento".

 




Commenta con Facebook