• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > News > Speciale Confederations Cup: gioielli e sorprese che vedremo nel torneo brasiliano

Speciale Confederations Cup: gioielli e sorprese che vedremo nel torneo brasiliano

Dai campioni di Spagna e Brasile alle sorprese di Giappone e Nigeria


Oscar (Getty Images)
Hervé Sacchi

10/06/2013 14:01

CONFEDERATIONS CUP GIOIELLI TALENTI NAZIONALI SPAGNA BRASILE / ROMA - Il via è vicino. La nona edizione della Confederations Cup aprirà i battenti il 15 giugno. Ci sarà l'Italia ma non solo. Tra le Nazionali che hanno staccato il pass per questo torneo risultano anche SpagnaBrasileMessico Uruguay. Tutte squadre temibili alle quali si sono aggiunte outsider d'eccezione come GiapponeNigeria e la matricola Tahiti. Andiamo ora a vedere quali saranno i gioielli che questo torneo potrà mettere in luce. 

LE BIG - Partiamo da chi fa gli onori di casa: il Brasile di Felipe Scolari si trova di fronte ad un test importante, tale da poter garantire più di un'indicazione in quello che può essere definito un succulento antipasto del Mondiale. Di fronte ai tifosi di casa, questo Brasile è atteso da una prova di forza. Convincente è stato l'ultimo test disputato ieri contro la Francia. Il 3-0 ha portato le firme di OscarHernanes Lucas, ovvero tre giocatori che hanno fatto e che possono sempre fare la differenza. Anche dietro il Brasile ha diverse certezze: in primis l'ex rossonero Thiago Silva. Non manca nell'elenco anche Neymar, anche lui sempre atteso all'ultimo test prima di vestire la maglia blaugrana. Parlando di blaugrana, non si può non fare riferimento al blocco catalano che compone la Nazionale spagnola: Xavi Iniesta compongono un centrocampo, nel quale potrebbero alternarsi anche un altro blaugrana come Fabregas e il campione d'Europa Javi Martinez. Talento e velocità garantiscono i due David, Silva Villa, con Torres che sarà il punto di riferimento avanzato. 
Nonostante un cammino non certo invidiabile nelle qualificazioni mondiali, l'Uruguay è un'altra formazione che garantisce stelle del calibro di Cavani Suarez. Così anche il Messico che ha vinto solo una delle cinque partite dell'attuale girone di qualificazione. A Chicharito Hernandez il compito di raddrizzare il morale nella manifestazione.   

GLI OUTSIDER - Il Giappone, inserito nel girone dell'Italia, è considerato come un temibile avversario. Alberto Zaccheroni ha fatto un'ottimo lavoro. Diversamente dalle altre partecipanti, eccezion fatta per il Brasile, è l'unico ad aver in mano la certezza di ritornare nel Paese verdeoro anche il prossimo anno. L'ossatura della Nazionale nipponica è oramai composta da elementi che già hanno avuto modo di giocare in Europa: attenzione a Kagawa Honda, i due talenti più in vista, ma occhio anche a Mike Havenaar, il più 'europeo' della selezione nipponica. Per il centravanti del Vitesse, undici reti in campionato al fianco del capocannoniere Bony. A proposito di goleador, segnatevi il nome di Brown Ideye. E' uno dei punti di riferimento della Nigeria. Nell'ultima stagione ha chiuso l'annata con 17 reti in 28 partite, secondo miglior cannoniere d'Ucraina. Il selezionatore Stephen Keshi spera di poter contare anche sul centravanti dello Spartak MoscaEmmanuel Emenike reduce da un operazione al ginocchio. Nel frattempo, spazio alla certezza Victor Moses. L'attaccante del Chelsea può giocare su entrambe le fasce, permettendo l'inserimento tra i titolari di Ahmed Musa (11 gol e 6 assist in campionato con il CSKA Mosca). 

CURIOSITA' - Nel Messico desta sempre più perplessità l'assenza di Carlos Vela, reduce da una stagione strabiliante. Il selezionatore José Manuel de la Torre continua ad opporsi alla convocazione dell'attaccante della Real Sociedad, elemento che avrebbe potuto nettamente fare la differenza componendo un tandem di talento e fantasia assieme a Chicharito. Chi non mancherà alla manifestazione è la famiglia Tehau: i quattro fratelli AlvinJonathanLorenzo Teaouni sono stati tutti convocati per la Confederations Cup. Nel primo match della fase a gironi della Coppa delle Nazioni Oceaniche (la cui vittoria finale ha dato accesso alla Confederations Cup), contro la Nazionale di Samoa, tutti e quattro i fratelli Tehau sono andati a segno. Dei 10 gol totali, nove sono firmati Tehau.




Commenta con Facebook