• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Inter, Zamorano sicuro: "Squadra da scudetto, ma servono più Medel. Icardi? Paga l'extra calcio"

Inter, Zamorano sicuro: "Squadra da scudetto, ma servono più Medel. Icardi? Paga l'extra calcio"

L'ex attaccante nerazzurro suona la carica: "Juve non imbattibile, Roma e Napoli non mi preoccupano"


Ivan Zamorano ©Getty Images

16/10/2016 09:51

INTER ZAMORANO SCUDETTO MEDEL ICARDI / MILANO - Contro il Cagliari segnò il suo primo gol nerazzurro. Oggi, Ivan Zamorano vive a Miami, ma non ha mai smesso di seguire e tifare l'Inter, che nel pomeriggio sfiderà proprio la formazione sarda. "Terzo posto? L'Inter deve puntare allo scudetto. La Juve è forte ma non imbattibile, mentre Napoli e Roma non mi preoccupano - racconta il cileno a 'La Gazzetta Sportiva' - Credo che ora ci sia la giusta stabilità societaria. E de Boer mi piace. Medel? Fantastico. Nulla gli fa paura, lotta sempre ed è più tecnico di quanto si pensi. Forse a quest'Inter servirebbe qualche Medel in più. Icardi non convocato dall'Argentina? Credo sia una questione più personale che calcistica. Farebbe molto comodo a questa squadra. Mauro è cresciuto come uomo, ancora prima che calciatore. Contro la Juventus si è battuto come uno... Zamorano. Brozovic? Nessuno è contento quando non gioca, ma puoi arrabbiarti solo se hai la coscienza pulita. Se ogni tanto esci a divertirti, ci sta, ma il giorno dopo in allenamento devi comunque mettercela tutta".

Zamorano, poi, conclude: "Che brutte partite contro Hapoel e Sparta! Ma a me soprattutto fa tristezza non vedere l'Inter in Champions. Detto questo, sono certo che ce la faremo a passare il girone. Nel '96 mi volevano anche Bayern, Juve e Atletico, ma appena conobbi Moratti capii che Milano era il posto giusto. Lui per me è l'Inter, anche se la proprietà asiatica ha messo comunque un interista vero come Zanetti".

L.P.




Commenta con Facebook