• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Roma > Roma, Totti: "Quest'anno puntate su di me! Per lo scudetto non partiamo sconfitti"

Roma, Totti: "Quest'anno puntate su di me! Per lo scudetto non partiamo sconfitti"

Il capitano giallorosso ha parlato anche del suo rapporto con Spalletti e Pallotta


Francesco Totti © Getty Images

10/09/2016 13:09

ROMA TOTTI SPALLETTI PALLOTTA ADDIO CALCIO / ROMA - "Puntate ancora su di me. La mia passione è senza limiti e per questa Roma ci sarò sempre". Francesco Totti avvisa tutti: non vuole fare la comparsa in quella che sarà la sua ultima stagione nel calcio. In una lunga intervista concessa al 'Guerin Sportivo' il capitano giallorosso ha parlato del suo rapporto con Spalletti e Pallotta, ma anche di quello che farà nel futuro: "Sogno realizzato? Quello di attraversare tutta una carriera con la sola maglia che ho sempre amato. La passione e le emozioni che mi trasmetteva il pallone. Per me non è stato un peso, anche se ho dovuto fare dei sacrifici. Ho sempre cercato di vivere la professione con un pò di disincanto e con la capacità di divertirmi sul campo".

LOTTA SCUDETTO - “La Juventus viene da cinque scudetti consecutivi, si è rafforzata ed è normale che parta un gradino sopra a tutti. Ma noi non ci sentiamo certo sconfitti in partenza e faremo di tutto per ribaltare i pronostici e dare una grande gioia ai nostri tifosi. È chiaro che non dovremo guardarci da una sola squadra, perché ci sono altri club in lotta".

SPALLETTI - "C'è massimo rispetto dei ruoli, sono sicuro che il mister possa fare grandi cose con noi. Io sono ovviamente a disposizione nel momento in cui mi dovesse chiamare in causa. Spero ci attenda una grande stagione insieme".

PALLOTTTA - "Non sempre bisogna parlare la stessa lingua per percepire il feeling umano".

PARTITA D’ADDIO - "È ovvio che prima o poi dovrò pensarci, ma per ora non voglio farlo".

D.G.




Commenta con Facebook