Breaking News
  • Verona, Setti conferma Pecchia: "Esonero? Non ci sono presupposti"
    © Getty Images

Verona, Setti conferma Pecchia: "Esonero? Non ci sono presupposti"

Il presidente gialloblu ha anche parlato del rapporto con Toni e Pazzini

CALCIOMERCATO VERONA PECCHIA / Il presidente del Verona Maurizio Setti ha pubblicato un lungo video (54 minuti) per rispondere ad alcune mail dei tifosi gialloblu, in primis sul futuro dell'allenatore Fabio Pecchia.

FUTURO PECCHIA - "Non vedo i presupposti per esonerarlo. Voglio ricordare che è l’allenatore che ci ha portato in Serie A. Venire su dalla Serie B non è facile, neanche con grandi investimenti. Fabio Pecchia oltre a essere un grande professionista è una persona che ha in mano il gruppo. Mi viene da ridere quando sento dire che è un allenatore che non ha atteggiamenti consoni. In verità è un grande allenatore e copre molto bene questo ruolo".

TONI E PAZZINI - "Toni? Abbiamo avuto la fortuna di avere con noi un giocatore che faceva la differenza, grande professionista e bomber.

Si è voluto allontanare, io ho insistito perchè rimanesse con noi. E' una persona seria. L’anno che ha passato con me è stato di crescita, per cercare di fargli capire cosa volesse fare. Ha detto di non voler fare il ds né l’allenatore, a fine anno si è allontanato da solo. Credo che sia stata una valutazione di istinto, lui sarà sempre il benvenuto da noi. Pazzini è un giocatore del Verona, massacrato al primo anno perchè non all’altezza di Toni. Non stava bene, ha giocato con infiltrazioni per molto tempo. Al secondo anno è stato al centro del progetto, la squadra è stata fatta su di lui e c’era un bonus al superamento del record di gol di Toni. È stato capocannoniere ed ha contribuito alla promozione. In giugno è stato messo al livello degli altri giocatori, è cambiata l’idea di gioco. A gennaio è arrivata una proposta, a cui comunque contribuiamo per lo stipendio, e lui ha preferito accettarla per giocare di più".

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)