Breaking News
  • Juventus-Lazio, Inzaghi: "Serve la gara perfetta"
© Getty Images

Juventus-Lazio, Inzaghi: "Serve la gara perfetta"

Il tecnico biancoceleste: "Dovremo dare il 110 per cento"

JUVENTUS LAZIO INZAGHI CONFERENZA / La Lazio di Simone Inzaghi si prepara alla seconda gara stagionale contro la Juventus. Dopo la Supercoppa Italiana, vinta 3-2 all'Olimpico, i biancocelesti affrontano con fiducia ed entusiasmo la sfida di Torino, dove non vincono dal 2002. Il tecnico biancoceleste è arrivato in conferenza stampa a Formello. Seguila su Calciomercato.it.

SOSTA E PREPARAZIONE GARA - "Abbiamo cercato di lavorare. Con le tante partite ravvicinate non ci siamo allenati nel migliore dei modi. Abbiamo sfruttato la sosta soprattutto con chi è rimasto. Chi non si è aggregato alle rispettive nazionali ha lavorato bene. Abbiamo cercato di recupeare più giocatori possibili. Riavremo Bastos, vedremo se giocherà dall'inizio".

SUPERCOPPA - "Sappiamo che domani dovremo avere grandissima umiltà, ma anche furore agonistico. Dovremo essere aggressivi e determinati. Troveremo una Juventus arrabbiata per l'ultimo pari a Bergamo e per la sconfitta in Supercoppa. In casa sono quasi imbattibili, ma vogliamo fare una gara giusta. Le ultime volte a Torino non abbiamo fatto bene. Rispetto alle altre la Juventus è di un altro livello, dovremo fare la partita perfetta sperando non siano in una giornata top".

INFORTUNATI - "Sapevamo che Wallace potevamo non trovarlo dopo la sosta, avendo un problema al polpaccio. Per noi è un giocatore importantissimo. Se ci vorranno dieci gioni in più non importa. Lo aspettiamo a braccia aperte. Nani invece è rimasto qui e ha lavorato molto bene con giusta intensità. Verrà impiegato sul campo. Non gli regalerò nulla ma credo sia pronto. Lukaku invece contiamo di recuperarlo per giovedì".

PROSSIME GARE - "Sarà un ciclo decisivo. Sapevamo che a ottobre sarebbe arrivato e ne avremo uno anche a novembre. Tra le prossime gare, quattro su cinque saranno in trasferta. Sarà un ciclo duro, dovremo affrontarlo nel migliore dei modi".

LOTTA CAMPIONATO - "Hanno perso giocatori importanti nel corso degli anni, ma ne hanno acquistati altrettanti. Sarà una Juventus da battere, che farà benissimo in Champions e in campionato. Il Napoli si è avvicinato tanto, ha avuto la forza di non cambiare. Li vedo più avanti rispetto alle altre antagoniste".

DIVARIO JUVE-LAZIO - "Normale sia più forte in Italia, ma anche in Europa ha dimostrato di essere fortissima. Il 13 agosto abbiamo fatto una gara unica, meritando di vincere. In gare singole tutto può capitare. Dovremo dare il 110 per cento. Solo così potremo limitare la Juve".

APPREZZAMENTO JUVE - "Fanno piacere. Penso farebbero piacere a chiunque. Loro però hanno Allegri, che stimo tanto: è uno dei top in Europa".

MODULO JUVENTUS - "Sappiamo che possono alzare Alex Sandro e che probabilmente giocheranno Mandzukic, Dybala, Higuain e uno tra Douglas Costa, Cuadrado e Bernardeschi. La differenza la farà l'intensità messa in campo".

Articoli Correlati

Serie A   Juventus   Lazio
Serie A, Juventus-Lazio 1-2: dischetto fatale per Dybala
Serie A, Juventus-Lazio 1-2: dischetto fatale per Dybala
L'argentino sbaglia il rigore in pieno recupero, doppietta di Immobile
Serie A   Juventus   Lazio
Juventus-Lazio, statistiche e formazioni: occhio... alla corsa!
Juventus-Lazio, statistiche e formazioni: occhio... alla corsa!
Tutto quello che c'è da sapere sulla sfida dell'Allianz Stadium di Torino
Serie A   Lazio   Napoli
Lazio-Napoli, Inzaghi: "Aprire un ciclo? Non cedere i calciatori"
Lazio-Napoli, Inzaghi: "Aprire un ciclo? Non cedere i calciatori"
Le parole dell'allenatore biancoceleste prima del match infrasettimanale
Serie A   Milan   Lazio
Lazio-Milan, Montella: "Non mi sono piaciuto, bisogna crescere"
Lazio-Milan, Montella: "Non mi sono piaciuto, bisogna crescere"
Il tecnico ha commentato la pesante sconfitta odierna
Serie A   Lazio   Milan
Serie A, Lazio-Milan 4-1: super Immobile, disfatta Montella
Serie A, Lazio-Milan 4-1: super Immobile, disfatta Montella
Tripletta dell'attaccante, poker completato da Luis Alberto. Montolivo non basta tra i rossoneri