• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Serie A > Serie A, Nicchi: "Al via la moviola. L'arbitro non prenderà ordini dalle telecamere"

Serie A, Nicchi: "Al via la moviola. L'arbitro non prenderà ordini dalle telecamere"

Ecco le parole del presidente dell'AIA sul Var, pronto all'esordio


Nicchi (Calciomercato.it)
Luca Incoronato (@_n3ssuno_)

30/09/2016 15:15

SERIE A NICCHI MOVIOLA / ROMA - Si parla molto di moviola in campo, dati i passi in avanti che sono stati fatti in tal senso. L'Italia si avvicina a tale innovazione tecnologica e l'esordio ufficiale pare possa avvenire a gennaio 2018 in Coppa Italia. In merito alle ultime news serie A si è espresso Marcello Nicchi, presidente dell'AIA. Calciomercato.it vi offre le parti salienti delle sue dichiarazioni: "Parte la Var in Italia ma soltanto a livello sperimentale. - ha dichiarato a 'Radio Crc' - Saranno coinvolte Milan-Sassuolo e Torino-Fiorentina, con gli arbitri che non comunicheranno durante la gara. Sarà top secret".

DIFFERENZE - "A livello arbitrale, almeno per quest'anno, non cambierà nulla. L'arbitraggio resterà quello tradizionale e in campo i direttori di gara proveranno a fare il proprio mestiere nel migliore dei modi".

FREQUENZA VAR - "Ogni domenica, in due o tre gare, si andrà a rotazione negli stadi per sperimentare. Un arbitro sarà una volta in campo e l'altra nel minivan. Ripeto però che sarà tutto offline. Dai monitor si guarderà la gara in diretta e poi, senza alcuna chance di comunicazione con chi è in campo, verrà stilata una relazione nella quale verranno evidenziati i casi in cui c'è stato un errore. Al termine dell'anno le varie relazioni saranno spedite all'università svizzera, dove decideranno il da farsi, dando vita a un protocollo, che sarà poi quello che seguiremo. Il referto degli arbitri sarà sigillato, dunque segreto".

OLANDA - "Sono stati i primi a fare queste sperimentazioni ma non in campionato, dal momento che questo era vietato dall'International Board. Anche noi in Italia, in maniera parallela alla sperimentazione, lavoriamo online nelle sfide amichevoli".

COVERCIANO - "Ogni settimana gli arbitri lavorano a Coverciano e com'è ovvio si scambiano pareri su quanto accade. La sperimentazione però resterà segreta. Ai direttori di gara sarà anche insegnato come guardare i monitor".

SCOPO - "Intendiamo rendere tutto online già nella prossima stagione ma sarà l'organizzazione internazionale a prendere una decisione in merito. Intanto la Lega di Serie A si sta occupand di varie decisioni, come ad esempio dove posizionare le telecamere necessarie".

EPISODI - "Il Var si concentrerà soprattutto sulle linee perimetrali, il fuorigioco e lo scambio di persona. Ad ogni modo l'arbitro resterà centrale e nessuna telecamera potrà ordinargli cosa fare. Soltanto dal campo ad esempio è possibile capire l'intensità del fallo".




Commenta con Facebook