• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inghilterra > Leicester, Ranieri: "Ripartiamo da zero. Serie A? La Juve corre da sola"

Leicester, Ranieri: "Ripartiamo da zero. Serie A? La Juve corre da sola"

L'allenatore campione d'Inghilterra: "Obiettivo salvezza"


Claudio Ranieri ©Getty Images

18/07/2016 08:33

LEICESTER INTERVISTA CLAUDIO RANIERI SU LA GAZZETTA DELLO SPORT / LONDRA (Inghilterra) - L'allenatore del Leicester Campione d'Inghilterra 2015/2016 Claudio Ranieri ha concesso una lunga intervista a 'La Gazzetta dello Sport', di cui Calciomercato.it vi propone i passaggi salienti.

EURO2016 - "Penso che aver allargato il numero delle squadre sia stato una bella cosa. Ha permesso a realtà medio-piccole di confrontarsi con le grandi nazioni del calcio. Galles e Islanda rappresentano una boccata di aria fresca. L’Italia mi è piaciuta moltissimo. Conte ha davvero svolto un superlavoro. Va ringraziato per aver dato un gioco e un’anima agli azzurri. La delusione è l’Inghilterra".

VENTURA CT - "La cosa peggiore da fare sarebbe quella di paragonarlo a Conte. Ogni allenatore ha la sua storia e il suo momento. Ventura è un maestro del calcio, ma da solo non può compiere miracoli. Il sistema nella sua complessità deve aiutarlo. Un suggerimento? Puntare sui giovani in modo serio e non per slogan".

LA JUVENTUS E LA SERIE A - "La forza della Juventus è quella di pensare contemporaneamente all’oggi e al domani. Si lavora su due strade: la prima è quella di rinforzare la rosa attuale, la seconda quella di acquistare giovani per il futuro. In questo momento corre da sola in Serie A. Solo Napoli e Roma possono in teoria contrastarla, ma bisogna attendere la fine del mercato. Le milanesi ora sono in seconda fila".

IL LEICESTER - "Il concetto base è quello di ripartire da zero. Abbiamo vinto il titolo, è stato bello e fantastico, abbiamo compiuto un’impresa forse irripetibile, ma ora si volta pagina. L’obiettivo di partenza è la soglia dei quaranta punti per salvarsi. Poi, una volta centrato il traguardo, alzeremo l’asticella. Passo dopo passo. La Champions è un’avventura affascinante, ma brucia tesori di energie, soprattutto mentali. Dovremo imparare a convivere con questa dispersione di forza".

VARDY - "Non averlo perso ha un'importanza enorme. Ha dato un segnale a tutti. Poteva andare all’Arsenal, guadagnare di più e sfruttare l’ultima chance di approdare in un club di valore mondiale. Va ringraziato".

KANTE' - "Perdere una pedina importante ci può stare. Io speravo che restassero tutti e ascoltassero il mio consiglio: viviamo tutti insieme l’avventura della Champions, poi dalla prossima estate ognuno libero di fare scelte diverse. Mi rendo però conto che il richiamo di un club come il Chelsea non possa lasciarti indifferente".

MAHREZ - "In Austria l’ho visto tranquillo".

S.D.




Commenta con Facebook