• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Carpi > Chievo-Carpi, Castori: "Lotta a tre per la salvezza? Non ci metto la mano sul fuoco"

Chievo-Carpi, Castori: "Lotta a tre per la salvezza? Non ci metto la mano sul fuoco"

Il tecnico dei biancorossi ha parlato in conferenza stampa


Fabrizio Castori ©Getty Images

08/04/2016 14:57

CHIEVO CARPI CASTORI / CARPI - Alla vigilia della trasferta di Verona contro il Chievo, l'allenatore del Carpi Castori ha parlato in conferenza stampa: "Abbiamo analizzato la partita con il Sassuolo, archiviamo il risultato e non ci torniamo sopra perché fa parte del passato. Pensiamo a domani, ci attende una partita difficilissima contro quella che, secondo me, è la vera rivelazione del campionato. Una squadra che fin dalle prime battute è stata quasi sempre fuori dalla zona calda e ha mantenuto un rendimento costante. Noi vogliamo uscire dal 'Bentegodi' con un risultato positivo, dopo la sconfitta di sabato scorso l’obiettivo è quello di tornare a fare punti".

CHIEVO - "Non troveremo una squadra appagata: a volte la tranquillità dà maggiore serenità nelle giocate e affrontando le partite con l’animo leggero si sbaglia di meno. Loro hanno il morale alto, un’ottima classifica, ma noi dobbiamo tornare a giocare come sappiamo, con attenzione, applicazione, ritmo e intensità. Questa è la strada per tornare a fare risultato. Il Chievo è una squadra esperta, fisica, pericolosa sulle palle inattive e ha dimostrato in tanti anni di Serie A di avere la mentalità giusta per raggiungere l’obiettivo".

LOTTA SALVEZZA - "In questo momento sembra sia una lotta tra noi, Frosinone e Palermo per rimanere in Serie A. Io, però, non metto la mano sul fuoco perché le cose possono cambiare in fretta. Nel calcio non bisogna mai dare per scontato nulla perché si rischia di sbagliare. Si lotterà fino all’ultima giornata per la salvezza, non ci si può permettere di mollare prima, a prescindere da come finirà domani".

MARAN - "E’ un bravissimo allenatore, preparato e serio. Posso dirlo per testimonianza diretta visto che ho allenato il Varese dopo di lui e mi sono accorto del buon lavoro che aveva fatto. Sta ottenendo degli ottimi risultati, spero che domani si accontenti dei miei complimenti...".

A.C.




Commenta con Facebook