• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > LA MOVIOLA DI CM.IT: Salah in fuorigioco sull'1-0 giallorosso, irregolare il raddoppio di Sansone

LA MOVIOLA DI CM.IT: Salah in fuorigioco sull'1-0 giallorosso, irregolare il raddoppio di Sansone

L'attaccante della Roma è davanti a tutti prima dell'assist ad El Shaarawy. Giacomelli non interviene sul contatto Biondini-Bertolacci


Nicola Sansone ©Getty Images
Emiliano Forte

07/03/2016 07:40

MOVIOLA SERIE A 28A GIORNATA SALAH SANSONE / ROMA - Lo scontro diretto con terzo posto in palio tra Roma e Fiorentina ha inaugurato la 28esima di Seria A. Una sfida ricca di episodi, che Irrati ha diretto con qualche sbavatura di troppo risultando in alcuni casi mal supportato dai suoi assistenti. Sulla rete di El Shaarawy, che ha permesso ai giallorossi di sbloccare il match, l'egiziano Salah scatta da pozione di offside prima di servire al compagno il pallone del vantaggio. Da rivedere anche un mani di Florenzi, che Irrati vede fuori area ed un contatto Nainggolan-Badelj, con i viola che hanno chiesto il secondo penalty. In Sassuolo-Milan fa discutere la decisione di Giacomelli che sorvola su un intervento di Biondini ai danni di Bertolacci nell'azione del 2-0 neroverde. Fin troppo tollerante Valeri nei confronti di n in Atalanta-Juventus: il brasiliano probabilmente meritava più di un richiamo verbale per una gomitata ai danni di Raimondi.

 

ROMA-FIORENTINA 4-1, arbitro Irrati 5 - Nell'azione che permette ad El Shaarawy di sbloccare il risultato non viene segnalato il fuorigioco di Salah autore dell'assist. Va detto che l'offside dell'egiziano è davvero millimetrico e tutt'altro che semplice da cogliere per l'assistente di Irrati. Altro episodio da rivedere il mani di Florenzi al limite dell'area giallorossa, che forse poteva essere sanzionato con un tiro dal dischetto: non è dello stesso avviso l'arbitro che vede il tocco appena fuori la linea ed assegna un calcio di punizione ai viola. Corretta invece la chiamata di Irrati quando assegna la massima punizione alla Fiorentina per l'intervento di Digne su Tello sul finire della prima frazione. Nella ripresa, con la Roma avanti 4-1, Nainggolan interviene su Badelj in area rischiando seriamente il fallo da rigore: in questo caso Irrati sorvola e grazia il centrocampista giallorosso.

VERONA-SAMPDORIA 0-3, arbitro Cervellera 6 - Unico neo nella prestazione del fischietto pugliese il brutto intervento di Moisander su Rebic, che senza dubbio avrebbe meritato un cartellino.

NAPOLI-CHIEVO 3-1, arbitro Di Bello 7 - Convincente l'operato del direttore di gara e dei suoi collaboratori sempre all'altezza della situazione anche quando si è trattato di prendere decisioni su situazioni dubbie. Un esempio in questo senso il fuorigioco fischiato a Pellissier sull'1-1, con l'attaccante clivense che nell'azione colpisce il palo: una chiamata tutt'altro che semplice per l'assistente di Di Bello. Regolari le reti azzurre di Chiriches e Callejon che fissano il risultato sul 3-1.

TORINO-LAZIO 1-1, arbitro Massa 6 - Alla metà del primo tempo l'intervento di Cataldi su Belotti è falloso: giusta la decisione di Massa di concedere il penalty ai granata. Meno evidente, ma comunque irregolare, il contatto Molinaro-Keita che ha portato al rigore poi realizzato da Biglia. Poco prima l'arbitro grazia Parolo che meritava il giallo per un fallo netto commesso a metà campo.

BOLOGNA-CARPI 0-0, arbitro Mazzoleni 6 - Da rivedere la decisione di Mazzoleni a 2 minuti dal 90' di non concedere il penalty al Bologna per un intervento su Taider ad opera di Cofie. Un'entrata che probabilmente meritava maggiore severità.

SASSUOLO-MILAN 2-0, arbitro Giacomelli 5 - L'azione che porta al raddoppio neroverde di Sansone fa infuriare Mihajlovic (poi espulso per proteste) per via del contatto Biondini-Bertolacci non sanzionato da Giacomelli. Le immagini danno ragione al tecnico rossonero, visto che l'intervento di Biondini è chiaramente falloso ed il direttore di gara avrebbe dovuto interrompere il gioco.

GENOA-EMPOLI 1-0, arbitro Mariani 6 - Match che fila liscio senza casi da moviola che richiedono ulteriori analisi o approfondimenti. Nella ripresa il compito di Mariani è meno agevole per via dell'agonismo che aumenta col passare di minuti, ma riesce comunque a districarsi con la giusta personalità.

FROSINONE-UDINESE 2-0, arbitro Rizzoli 6,5 - Al rientro dopo l'infortunio al polpaccio che gli ha fatto saltare lo scontro al vertice tra Juventus e Napoli, dirige senza affanni una gara molto delicata in chiave salvezza ma priva di episodi insidiosi o contestati.

ATALANTA-JUVENTUS 0-2, arbitro Valeri 6 - Ha scatenato vivaci proteste tra le fila atalantine il gomito alto di Alex Sandro su Raimondi a palla ormai lontana, con Valeri che concede il vantaggio senza alcuna sanzione per il brasiliano. Il gesto del laterale bianconero meritava senza dubbio il giallo.

INTER-PALERMO 3-1, arbitro Russo 5 - Nel corso del match il direttore di gara non è chiamato a prendere decisioni particolarmente complesse e decisive, ma la sua prova rimane al di sotto della sufficienza. La troppa confusione e lo scarso tempismo nella valutazione dei contatti fallosi hanno finito per scontentare tutti: in particolare i rosanero che si sono visti negare più di una punizione nell'arco dei 90 minuti.




Commenta con Facebook