• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Roma > Roma-Fiorentina, Spalletti: "Abbiamo fatto un capolavoro. Vada via chi..."

Roma-Fiorentina, Spalletti: "Abbiamo fatto un capolavoro. Vada via chi..."

L'allenatore di Certaldo ha incontrato i giornalisti in sala stampa alla vigilia del match


Spalletti (Calciomercato.it)
Stefano D'Alessio (Twitter: @SDAlessio)

03/03/2016 12:30

ROMA-FIORENTINA CONFERENZA STAMPA LUCIANO SPALLETTI / ROMA - Alla vigilia della cruciale sfida di campionato contro la Fiorentina, l'allenatore della Roma Luciano Spalletti ha incontrato i giornalisti in sala stampa per fare il punto della situazione sulle ultime news Roma. Calciomercato.it vi propone i passaggi salienti.

ROMA-FIORENTINA - "Della Viola temo quello che ha fatto in questi anni e quello che ha aggiunto Paulo Sousa. Hanno fatto un'opera d'arte. Del suo 'gruppetto' di squadre è stata quella più brava a lavorare. Un po' Roma e Fiorentina si somigliano perché entrambe tentano di comandare il gioco con tanti palleggiatori. Dovremo essere più bravi di sempre domani, ma ho molta fiducia nei miei calciatori che hanno fatto un capolavoro in queste settimane. La Fiorentina ci presserà come suo solito. Bernardeschi ed El Shaarawy sono due calciatori simili".

INFERMERIA - "Pjanic e Nainggolan sono a disposizione. Iago Falque ha un po' di febbre e andrà valutato, probabilmente oggi non si allenerà. De Rossi non sarà convocato".

DZEKO - "Devo ancora valutare alcune cose e mi devo prendere tutto il tempo. Mi dispiace ma oggi non sono preparato (ride, n.d.r.). Kalinic? Sono due calciatori un po' diversi".

STADIO QUASI VUOTO - "Pochi spettatori domani? Io spero nel buonsenso di tutti. Noi ad Empoli ci siamo sentiti molto comodi in quell'abbraccio dei tifosi durato 95 minuti. Tutti i presenti a Empoli hanno contribuito al risultato".

BURDISSO E L'AMBIENTE ROMA - "Burdisso l'ho incontrato solo una settimana, non sono riuscito a dimostrargli tutte le mie capacità e spero di incontrarlo perché è un campione. L'ambiente Roma? Nella vita c'è chi fa e chi non fa, e quelli che si accodano. Qui le cose si sanno fare e chi non vuole migliorarsi o ha paura che gli altri facciano quello che non fa lui deve andare via. Io sono padrone del mio tempo e sono tornato qui perché qui si lavora bene. Se ci prestano Burdisso per una settimana glielo faremo vedere. Se uno è da 10, deve arrivare a 12".

PALLOTTA - "L'ho salutato, ci ho parlato. Mi è sembrato carico d'entusiasmo, tranquillo e libero. Avrà sicuramente trasferito questo alla squadra quando ha parlato ai calciatori prima della riunione tecnica".

LA DIRIGENZA - "Io prendo solo decisioni che riguardano la mia area di competenza. Io faccio e voglio fare solo quello che è il mio lavoro perché quello dipende da me. Abbiamo tanti professionisti che sanno fare altrettanto bene il loro lavoro".

REAL MADRID - "Giocheremo 3 o 4 giorni dopo la Fiorentina ma non dirò che siamo più stanchi degli avversari. Non ci sono alibi, le partite vanno giocate quando devono essere giocate. Noi dobbiamo farci trovare pronti ed allenarci bene. Se vogliamo superare il turno, non devono esserci altri problemi".

 

SEGUIRANNO AGGIORNAMENTI.




Commenta con Facebook