• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Calciomercato Inter, da Felipe Melo a Diarra: chi va e chi resta in mediana

Calciomercato Inter, da Felipe Melo a Diarra: chi va e chi resta in mediana

Mancini vuole ritoccare il centrocampo. I nerazzurri prima vendono poi acquistano. Nel mirino anche Biglia, Rabiot e Fabregas


Roberto Mancini ©Getty Images
Jonathan Terreni

08/01/2016 12:27

CALCIOMERCATO INTER CENTROCAMPO MELO BIGLIA / MILANO - Roberto Mancini non ha in mente grosse rivoluzioni per la sua Inter durante il calciomercato invernale. Il primo posto in classifica obbliga i nerazzurri ad operare con cautela. Se è vero che il gioco ancora latita è altrettanto vero che chiudere il girone di andata in testa sarebbe una piacevole ipotesi non preventivata in estate. Segno che, estetica a parte, qualcosa di buono c'è. La questione portiere è sistemata per un po' col rinnovo di Handanovic. Miranda e Murillo sembrano essere la coppia perfetta che non si vedeva dai tempi di Lucio-Samuel e i terzini ruotano in base agli avversari. Davanti Icardi si è sbloccato e le soluzioni non mancano. Qualcosa invece si potrebbe fare a centrocampo. In mediana sono in tanti ma nessuno ha caratteristiche da palleggiatore, quelle che mancano. Tanti muscoli ma poco fosforo; nelle difficoltà si è visto. Mancini potrebbe cambiare a centrocampo. Via Felipe Melo o Guarin in caso di ottima offerta. Solo così si darà l'assalto a Diarra, obiettivo concreto. Restano vive le ipotesi Biglia e Rabiot. Fabregas è al momento una soluzione difficile.

DA FELIPE MELO A GUARIN: ECCO CHI PUO' PARTIRE

Felipe Melo era arrivato in estate per dare ancora più grinta alla squadra. E di carattere il brasiliano ne ha dato, forse troppo. Mancini infatti potrebbe decidere di cedere il brasiliano in caso di offerte anche se lo scoglio dell'ingaggio spaventa possibili interessate. Da tenere in considerazione, però, che l'ex Juventus ha già giocato con due maglie in questa stagione (oltre a quella dei nerazzurri, anche con il Galatasaray) e dunque al massimo potrebbe fare ritorno in Turchia. La sua discontinuità caratteriale preoccupa l'Inter che non vorrebbe veder ripetersi episodi come quello contro la Lazio che possono costare caro. In attesa che Kondogbia faccia valere i soldi spesi in estate nel mercato Inter, quello che sta impressionando più di tutti è Brozovic, l'unico con più qualità in mezzo. Il croato non ha certo i tempi di gioco di un metronomo ma sa fare tutto e bene. Medel fa comodo ed è intoccabile. Nella lista dei possibili partenti c'è sempre Fredy Guarin. Mancini lo stima e lui a Milano, come rivelato in esclusiva da Calciomercato.it, sta bene. Certo, se dovesse arrivare un'offerta da 10 milioni a salire se ne parlerà: incedibile non lo è di certo. 

 

DA DIARRA A BIGLIA: ECCO CHI PUO' ARRIVARE DAL MERCATO

Come ha sempre detto Thohir: per uno che va, uno arriva. Prima si vende poi si compra. E di giocatori da piazzare l'Inter ne ha diversi. Con loro si mira a fare un ottimo bottino al quale potrebbero aggiungersi gli undici milioni di Ricky Alvarez. I nerazzurri sono adesso fiduciosi che la Fifa sblocchi a proprio favore la vertenza con il Sunderland. Ipotizziamo però alcune cessioni. Ranocchia, Santon e Guarin magari. Ecco che allora i soldi sarebbero subito reinvestiti. A centrocampo? Sì. Mancini è lì che punta, anche se non vuole snaturare più di tanto il gioco rude, cinico e aggressivo. Uno che sappia tenere palla nei momenti di difficoltà e che detti i tempi di gioco però serve. Tra i nomi caldi c'è sempre quello di Lass Diarra per il quale il Marsiglia chiede almeno 10 milioni. Non ha piedi raffinatissimi ma migliori di molti altri centrocampisti interisti. In più sa fare benissimo il perno centrale: ha esperienza e carattere. Se invece si vorrà puntare tutto sulla qualità ecco che ci sono i nomi di Biglia e Rabiot. Il laziale piace molto a Mancini ma strapparlo a Lotito non sarà semplice adesso. Ci vorranno almeno 20 milioni, troppi per ora. Il francesino invece è costantemente dato per partente e magari, con un po' di decisione, potrebbe davvero lasciare Parigi. Infine sullo sfondo la suggestione Fabregas. Molto difficile impostare una trattativa a gennaio per un nome così. Anche se lui, di Londra, pare essersi scocciato...




Commenta con Facebook