• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Milan > Milan, El Shaarawy: "Ambiente non più ideale per me, grazie a Conte ora sto bene"

Milan, El Shaarawy: "Ambiente non più ideale per me, grazie a Conte ora sto bene"

L'ex attaccante: "Sono rimasto male leggendo certe cose, perché io so quanto ho lavorato per riprendermi dagli infortuni"


Stephan El Shaarawy © Getty Images
Marco Di Federico

26/11/2015 07:45

NEWS MILAN EL SHAARAWY MONACO / MILANO - Dopo due stagioni molto difficili al Milan, in estate Stephan El Shaarawy ha deciso di accettare l'offerta del Monaco sul calciomercato e lasciare l'Italia. Una scelta che finora lo ha aiutato a riprendersi anche la maglia della Nazionale: di questo e di tutte le ultime news Milan ha parlato l'attaccante alla 'Gazzetta dello Sport'.

MONACO - "Ero nel cuore del tifosi del Milan e sono entrato nel cuore di quelli del Monaco. Il mio rapporto con il calcio francese va migliorando, mi sono adattato, è un calcio più fisico e meno tattico, si lavora tanto con il pallone, ma va bene, è divertente. Sto cercando la continuità e il Monaco è a soli due punti dalla seconda".

MILAN - "Diciamo che l'ambiente non faceva più per me. Non parlo del Milan, ma di tutto quello che gira intorno al calcio a Milano. Sono rimasto male leggendo certe cose, perché io so quanto ho lavorato per riprendermi dagli infortuni. Non è bello sentire certe cattiverie, certe voci destabilizzano una persona anche se cerca di resistere. Sono stato bloccato a lungo da infortuni. Non potevo farci niente e sono rimasto consapevole della mia forza. Gli infortuni in un certo senso mi hanno fatto crescere. Amo il Milan, non dimenticherò quello che c'è stato. Spero che risalgano in classifica, le possibilità non mancano. Non dimentico quello che ho fatto nel 2012, ma era arrivato il momento di cambiare".

DYBALA - "Ai giovani va data fiducia, ma gettarli subito nella mischia è pericoloso, si rischia di bruciarli. Allegri ha fatto un buon lavoro con me e mi pare che lo stia facendo con Dybala. Io nelle prime tre partite ero andato maluccio, mi ha messo in campo nella quarta e ho segnato 2 gol. Con i giovani ci vuole pazienza, poi se sono bravi devono giocare anche a 16 anni".

CONTE - "Per me è stato molto importante. Il ct mi tiene in grande considerazione e io lo sto ripagando con buone prestazioni. La Francia era un po' nel mio destino. Ora spero in un Europeo da protagonista: tutto passa dal mio rendimento al Monaco e io mi sento molto bene".




Commenta con Facebook