• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI LAZIO-PALERMO

PAGELLE E TABELLINO DI LAZIO-PALERMO

Goldaniga esordio da titolare con gol. Fantasma Djordjevic


Edoardo Goldaniga (Getty Images)
Giorgio Elia

22/11/2015 17:02

ECCO LE PAGELLE DI LAZIO-PALERMO:

 

LAZIO

Marchetti 6,5 - Non può nulla sul rasoterra preciso e improvviso di Goldaniga. Poi due buone parate su Chochev e Rigoni.

Basta 6 - Accompagna bene l'azione della squadra nel suo sviluppo. In difesa bada al sodo. 

Hoedt 5,5 - La rapidità d'azione non è il suo forte e questo lo fa entrare in difficoltà nel confronto con avversari più rapidi come Chochev e Brugman. Il fisico lo aiuta nelle palle alte in area di rigore. Sorrentino gli nega il gol con un grande intervento. 

Gentiletti 5 - Poco reattivo sul gol di Goldaniga. Ammonito salterà il prossimo impegno di campionato.

Lulic 6,5 - Sfrutta la posizione bassa di Struna spingendo sulla fascia di competenza e guadagnando il rigore poi trasformato da Candreva. 

Milinkovic-Savic 6,5 - Tra i più attivi della squadra di Pioli. Il numero ventuno biancoceleste ha gamba e corre tanto, inserendosi negli spazi e creando insidie alla retroguardia rosanero. Sfiora il gol in un paio di circostanze. 

Biglia 5 - La marcatura a tutto campo di Brugman ne limta l'azione. Pesano anche le fatiche accumulate per gli impegni con l'Argentina. Tutti aspetti che magari avranno influito nell'errore clamoroso a pochi metri dalla porta di Sorrentino. 

Parolo 5 - Si vede poco nel corso della partita e non riesce ad inserirsi nei meccanismi del match. Opaca la sua prova anche nel confronto con il giovane Hiljemark. 

Anderson 5 - Palla al piede in velocità è sempre molto pericoloso e crea continui pericoli a destra. Lazaar risponde colpo su colpo in un duello a cento all'ora, ma manca il suo apporto nel cercare la via del gol in fase conclusiva. Dal 58' Matri 6 - Si batte più di Djordjevic e va vicino al punto dell'1-1 appena entrato con un colpo di testa. 

Djordjevic 4,5 - Non la prende mai tra i due centrali rosanero. Esce tra i fischi. Dal 58' Candreva 7 - Scarica la sua rabbia per il mancato impiego dal primo minuto con la freddezza dagli undici metri per la rete dell'1-1. 

Keita 6 - Quando accelera offre sempre il cambio di passo necessario al gioco della squadra, creando pericoli sulla fascia destra avversaria. Servirebbe maggiore concretezza, ma da apprezzare anche il sacrificio in alcuni ripiegamenti.  Dal 83' Kishna s.v.

Allenatore Pioli 5 - La sua squadra mostra poco coesione nei reparti e idee scarse nella costruzione del gioco. L'errore di Hiljemark e la poca precisione sotto porta degli avversari lo salvano dall'ennesima sconfitta.

 

PALERMO 

Sorrentino 7 - Ancora una volta tra i migliori della sua squadra con interventi decisivi e di elevata fattura. 

Struna 6 - Il duello con Keita è tra i più entusiasmanti della partita. Lo sloveno concede qualcosa in velocità al suo avversario, ma rimedia anche con la sua forza. Dal 81' Rispoli s.v.

Gonzalez 6,5 - Nonostante gli impegni con la Costa Rica e le fatiche per i viaggi scende in campo per guidare la linea difensiva e mostra un buon feeling con Goldaniga. 

Goldaniga 7 - E' il simbolo del nuovo Palermo targato Ballardini. Solo spezzoni di partite con Iachini titolare con il tecnico ravennate, ripaga la fiducia con una prova di spessore per concentrazione ed efficacia. Il tutto arrichito dal gol che sblocca l'equilibrio inziale. 

Lazaar 5,5 - I soliti limiti per l'esterno marocchino. Grande corsa e tanta generosità è vero ma anche eccessi di personalismi e diverse palle perse esponendo la squadra a pericolose ripartenze. In fase difensiva qualche dimenticanza, da sottolineare però un recupero prezioso su Anderson. 

Chochev 6,5 - Molto utile il bulgaro nello sviluppo della manovra di gioco, pedina in più nel palleggio in mezzo al campo della squadra. Qualche appunto per qualche copertura difensiva poco efficace, ma partita positiva per lui. Marchetti gli nega il 2-0. 

Jajalo 6 - Lavora davanti alla difesa prevalentemente in azione di rottura del gioco avversario, limtandosi a giocate semplici nell'impostazione del gioco. 

Hiljemark 5  - "Giocatore scivoloso, giocatore pericoloso". Non conosciamo l'esatta traduzione in svedese della celebre frase di Mazzone, ma senza dubbio fa al caso del centrocampista del Palermo che con il suo fallo su Lulic porta al pari la Lazio. Dal 73' Rigoni 6 - L'uomo mascherato del Palermo scalda i guanti di Marchetti che gli nega il punto del 2-1. 

Brugman 6,5 - Tra le pedine rispolverate da Ballardini dopo lo scarso impiego nel corso Iachini. L'uruguiano fraseggia bene sia con Gilardino che con Vazquez, aiutando molto la squadra con la sua marcatura su Biglia. 

Vazquez 6,5 - Sempre la scelta giusta per l'argentino con il pallone tra i piedi. Alla grande qualità abbina poi la forte determinazione con tanti contrasti vinti. Sfrutta la libertà d'azione concessa da Ballardini. 

Gilardino 6,5 - Non conclude verso la porta di Marchetti ma offre alla squadra un lavoro sfiancante contro i due centrali biancocelesti, con diverse sponde per i compagni alle sue spalle. In crescita e sempre più indispendabile. Dal 73' Trajkovski 6 - Lavora da prima punta provando a tener alta la sua squadra. 

Allenatore Ballardini 6,5 - Pagano le scelte di mandare in campo Goldaniga e Brugman. La squadra cresce sotto il profilo del gioco, con il limite dello scarso cinismo. 

Arbitro Celi 6,5 - Corretta la decisione di convalidare la rete di Goldaniga. Sul tiro di Lazaar infatti è regolare la posizione del cantrale difensivo rosanero. Giusta anche la decisione di fermare il gioco nell'azione della rete di Hoedt per fallo di Djordjevic sullo stesso Goldaniga. C'è il rigore per la Lazio, con Hiljemark che atterra Lulic. Non sembrano esserci gli estremi per un calcio di rigore nel finale per un intervento di Lazaar. La palla infatti batte sul braccio successivamente al controllo del marocchino nella coordinazione per l'intervento. 

TABELLINO

LAZIO-PALERMO 1-1

LAZIO (4-3-3): Marchetti; Basta, Hoedt, Gentiletti, Lulic; Milinkovic-Savic, Biglia, Parolo; Keita(Kishna 83'), Djordjevic(Candreva 58'), F. Anderson(Matri 58'). A disp.: Berisha, Konko, Mauricio, Braafheid, Radu, Morrison, Cataldi. All. Pioli

PALERMO (4-3-1-2): Sorrentino; Struna(Rispoli 81'), Gonzalez, Goldaniga, Lazaar; Hiljemark(Rigoni 73'), Jajalo, Chochev; Brugman; Vazquez, Gilardino(Trajkovski 73'). A disp.: Colombi, Andelkovic, El Kaoutari, Morganella, Daprelà, Quaison, Maresca, La Gumina, Cassini. All. Ballardini

Arbitro: Celi

Marcatori: Goldaniga (P) 21', Candreva(L) 70'

Ammoniti: Chochev(P) 57', Gentiletti (L) 59', Matri (L) 63', Hiljemark (P) 69', Trajkovski (P) 77', Biglia (L) 92'




Commenta con Facebook