• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Serie A > Serie A, Prandelli: "Ecco perché non sto allenando"

Serie A, Prandelli: "Ecco perché non sto allenando"

Il tecnico, attualmente senza squadra, ha parlato del campionato italiano


Cesare Prandelli (Getty Images)

22/09/2015 11:13

SERIE A INTERVISTA CESARE PRANDELLI A TELE RADIO STEREO / ROMA - L'allenatore Cesare Prandelli, attualmente senza squadra, ha concesso un'intervista ai microfoni di 'Tele Radio Stereo', di cui vi riportiamo alcuni estratti.

SENZA PANCHINA - "La scuola italiana di allenatori è di primo livello, il fatto che il sottoscritto come tanti altri che hanno vinto non stia allenando ha una spiegazione: in Italia ci sono tanti bravi allenatori".

CALCIOMERCATO - "Il mercato dei calciatori dura troppo. C'è bisogno di tanta pazienza".

SERIE A - "L'Inter ha un leggero vantaggio perché ha preso calciatori come Jovetic che la Serie A la conoscono molto bene e non hanno difficoltà di ambientamento. Mancini sta facendo un ottimo lavoro. Il mercato della Roma ha permesso a Garcia di avere a disposizione una squadra che nel giro di tre quattro settimane mostrerà il suo effettivo valore. Per lo Scudetto dico Roma, Juventus, Inter ma occhio a Milan e Napoli che possono essere protagoniste".

FLORENZI TERZINO - "A Florenzi, a Parma in Nazionale giocavamo contro la Francia, lo convinsi che da terzino avrebbe avuto una carriera da protagonista per un decennio".

LA FIORENTINA - "Ho seguito il Basilea di Paulo Sousa la scorsa stagione e mi aveva fatto un'ottima impressione, a Firenze sta già mostrando aspetti positivi del suo lavoro. Firenze è piazza calda, a volte infiammabile, basta un ostacolo per la polemica".

S.D.




Commenta con Facebook