• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Calciomercato Juventus, van Persie: "Solo speculazioni. Resto allo United"

Calciomercato Juventus, van Persie: "Solo speculazioni. Resto allo United"

L'attaccante olandese ha parlato della sua situazione di mercato


Robin van Persie (Getty Images)
Michele Furlan (Twitter: @MicheleFurlan1)

15/06/2015 15:24

CALCIOMERCATO JUVENTUS MANCHESTER UNITED VAN PERSIE / AMSTERDAM (Olanda) - Il calciomercato è sempre più in primo piano: questa settimana termineranno anche gli ultimi impegni delle nazionali e i rumors sui trasferimenti saranno all'ordine del giorno. Il calciomercato Juventus dipende, almeno nel reparto offensivo, dal futuro di Carlos Tevez che non ha ancora sciolto le riserve. La società bianconera sta pensando al possibile sostituto e un dei nomi caldi è quello di Robin van Persie, attaccante del Manchester United e della nazionale olandese. L'ex centravanti dell'Arsenal però si è tirato fuori da ogni voce di mercato, come riportato dal 'Telegraaf'. Queste le parole del giocatore 'orange': "Non sono affatto preoccupato circa la mia situazione. Il Manchester United è il mio futuro e il futuro della mia famiglia. E' molto semplice: ho un contratto di un anno e quelle su di me sono solamente speculazioni. Non voglio prendere parte a questo 'teatro delle marionette' 

MANCHESTER UNITED - "Quando sono passato dal Feyenoord all'Arsenal ero molto nervoso e non ci dormivo. Dai 'Gunners' al Manchester United ero già più vecchio ma è stato comunque un momento di emozioni intense. Ora dormo sonni tranquilli, ho un contratto fino al 2016. Certo tutto può accadere ma dipende tutto dal Manchester United, non da me".

FUTURO - "Ad agosto compirò 32 anni ma voglio giocare altri 8, fino a 40. Nel giro di qualche anno può succedere che non riesca più giocare ai massimi livelli ma io mi sento ancora molto in forma e per me giocare in prima squadra è importante. La gente parla tanto dei miei infortuni ma quest'anno ne ho avuto solamente uno. Ho visto tanti giocatori smettere troppo presto: guardate Paul Scholes: ha smesso ma sapeva che poteva ancora giocare ad alti livelli".

NAZIONALE  - "La partita con la Lettonia è stata importanta, dopo il nostro 1-0 la gara si è chiusa e sono stati tre punti importanti. Ci siamo avvicinati alla Repubblica Ceca nella corsa ad Euro 2016".




Commenta con Facebook