• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Fiorentina > Fiorentina, UFFICIALE: esonerato Montella. La società: "Ci aspettavamo più rispetto"

Fiorentina, UFFICIALE: esonerato Montella. La società: "Ci aspettavamo più rispetto"

Paulo Sousa in pole position. Stramaccioni, Ventura e Donadoni sarebbero le alternative al portoghese


Vincenzo Montella (Getty Images)

08/06/2015 20:23

CALCIOMERCATO FIORENTINA MONTELLA ESONERO / FIRENZE - La Fiorentina ha esonerato Vincenzo Montella. Si attendevano novità riguardanti il futuro del tecnico e quello della panchina viola, ma si pensava che si andasse avanti con la stessa guida tecnica, invece a sorpresa l'allenatore è stato esonerato. Ora Pradé è alla ricerca del nuovo tecnico: in pole position c'è Paulo Sousa. Le possibile alternative al portoghese sono StramaccioniVentura e Donadoni. Più defilate, invece, le candidature di Di Matteo e Spalletti.

Ecco il comunicato che appare sul sito ufficiale della Fiorentina: 

"ACF Fiorentina ha valutato il comportamento ultimamente tenuto dal proprio allenatore Vincenzo Montella come la precisa volontà di liberarsi da un contratto legittimamente firmato meno di due anni fa perché contenente una clausola che l’allenatore non ritiene più nel suo interesse, ma che a suo tempo aveva concordato. Così, con grande rammarico, dobbiamo prendere atto del fatto che è venuto meno il rapporto fiduciario necessario per la prosecuzione di qualunque rapporto e siamo pertanto costretti – per il bene della società– ad esonerare Vincenzo Montella. Questa situazione repentina ovviamente ci crea problemi organizzativi che dobbiamo risolvere con urgenza. Ci saremmo aspettati dall’allenatore un comportamento più chiaro, più rispettoso e meno ambiguo nei confronti di una maglia, dei suoi tifosi e di una società che tanto gli hanno dato".

A.D.S.




Commenta con Facebook