• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Estero > Punto Liga I Romania, risultati e classifica trentaquattresima giornata

Punto Liga I Romania, risultati e classifica trentaquattresima giornata

La Steaua Bucarest è campione per la ventiseiesima volta, l'Astra finisce terzo


Liga 1 Romania

31/05/2015 13:38

PUNTO LIGA I RISULTATI CLASSIFICA / BUCAREST (Romania) – Dopo un finale-thrilling si è concluso il campionato rumeno, e ad esultare è ancora una volta la Steaua Bucarest. L’ex squadra dell’esercito della Romania socialista di Ceausescu vince il suo terzo titolo consecutivo (il ventiseiesimo della sua storia) dopo aver a lungo temuto di perderlo. Chiusa la prima parte del campionato in netto vantaggio la società ha venduto alcuni uomini fondamentali come Sanmartean e Keseru, e ad approfittarne è stato il Targu Mures. I neopromossi transilvani sono stati protagonisti di una rimonta straordinaria fino al sorpasso in vetta nello scontro diretto a cinque giornate dalla fine. L’inesperienza ha però giocato un brutto tiro ai rossoblu, che nelle ultime due partite hanno collezionato due sconfitte vedendo sfumare la possibilità di vincere per la prima volta il campionato. L’ultimo match si rivela addirittura beffardo, con la sconfitta subita in cas in rimonta dal già retrocesso Otelul Galati: la Steaua esulta e agli uomini di Galca basta il pareggio a reti bianche sul campo del CSMS Iasi di Nicolò Napoli, e dopo aver vinto la coppa di Lega punta il triplete che potrebbe concretizzarsi con la finale di Coppa di Romania con l’Universitatea Cluj. Galca ha parlato del sofferto titolo con alcune dichiarazioni riportate da 'uefa.com': "Abbiamo sofferto tanto nell'ultimo mese, durante la sosta invernale temevo che le squadre dietro di noi avrebbero giocato meglio nella seconda parte del campionato. Così è stato, ma le sconfitte dell'ASA nelle ultime due giornate ci hanno aiutato enormemente".

TERZO POSTO – Il terzo posto che vale il preliminare di Europa League è dell’Astra Giurgiu, che grazie alla vittoria esterna sulla Dinamo Bucarest sorpassa il CFR Cluj, battuto nettamente dalla CS Universitatea Craiova, che con il suo quinto posto finale è decisamente una delle sorprese della stagione. Da segnalare poi il primo gol tra i 'grandi' di ianis Hagi: il figlio del grande Gheorge, che quest'anno è stato il suo allenatore, va a segno nel pirotecnico 4-4 tra Botosani e Viitorul Constanta.

RETROCESSE – Vista la riduzione del campionato da 18 a 16 squadre sono sei le compagini che salutano la massima serie: oltre a Gaz Metan, Brasov, Universitatea Cluj, Otelul Galati e Ceahlaul c’è anche il Rapid Bucarest, cui non è bastato affidarsi a Bergodi nelle ultime giornate.

 

RISULTATI

CS U. Craiova-CFR Cluj 3-0: 49' e 82' Bawab, 65' Baluta;

Din. Bucarest-Astra 0-2: 18' Alibec, 55' rig. Badescu;

Botosani-V. Constanta 4-4: 10' e 76' Croitoru (B), 20' rig. e 90'+3 Hadnagy (B), 30' Manea (V), 36' Tiru (V), 51' Hagi (V), 78' Casac (V);       

Targu Mures-Otelul 1-2:  39' rig. Muresan (T), 67' Tudorie (O), 90'+3 Helder (O);

CSMS Iaşi-Steaua Bucarest 0-0;      

Concordia-Petrolul 3-2: 11' N'Koyi (P), 17' Cristea (C), 52' Kronaveter (P), 59' Puree (C), 73' Pena (C);

FC Brasov-Gaz Metan 0-0;

Rapid Bucarest-Pandurii 0-3: 45' Mrzljak, 60' aut. Cmovs, 90'+3 rig. Radut;

U. Cluj-Ceahlaul 2-0: 40' Ceppelini, 87' Morar.

CLASSIFICA

Steaua Bucarest 71 punti, Targu Mures 68, Astra 57, CFR Cluj 57, CS U Craiova 53, Petrolul Ploiesti 52, Dinamo Bucarest 48, Botosani 47, Pandurii 45, CSMS Iasi 43, Viitorul Constanta 43, Concordia Chiajna 41, Gaz Metan 39, Brasov 36, Universitatea Cluj 35, Rapid Bucarest 33, Otelul Galati 32, Ceahlaul 27.

NB: Steaua Bucarest campione di Romania e in playoff Champions League

Seconda e terza: playoff Europa League

Dalla tredicesima alla diciottesima: retrocesse




Commenta con Facebook