• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Calciomercato Inter, se il sacrificato fosse Guarin?

Calciomercato Inter, se il sacrificato fosse Guarin?

Né Icardi, né Handanovic. Potrebbe essere il colombiano il giocatore da cedere per far cassa in estate


Fredy Guarin (Getty Images)
Lorenzo Polimanti (@oldpoli)

01/04/2015 10:24

CALCIOMERCATO INTER GUARIN SACRIFICATO / MILANO - Partiamo da un presupposto: il calciomercato Inter della prossima estate passa da, almeno, una cessione importante. Sarà rivoluzione, ma non tutti i 60 milioni di euro garantiti dal presidente Erick Thohir saranno utilizzabili interamente per il calciomercato, ovviamente, ed allora serve un'altra entrata di un certo peso. Tre i nomi che, da tempo, sono cerchiati in rosso nella lista dei possibili sacrificati eccellenti: Samir Handanovic, Mateo Kovacic e Mauro Icardi. Gli ultimi due, in particolare, quelli che potrebbero garantire da 25 milioni di euro in su, soprattutto l'attaccante argentino.

Con l'arrivo di Roberto Mancini sulla panchina nerazzurra, però, Fredy Guarin è letteralmente rinato: tanta quantità, carisma e gol importanti. Un leader, blindato da un contratto fino al 2017 dopo le tante sessioni trascorse nella lista dei partenti. E la quotazione torna a salire, così come diversi club europei ricominciano a monitorarlo. L'Inter, intanto, in entrata stringe per Toulalan e sogna Yaya Tourè, due tasselli che si aggiungerebbero ai già presenti in rosa Brozovic, Medel, Hernanes e Kovacic, più il partente Kuzmanovic. Tanti centrocampisti per pochi posti, soprattutto se il tecnico jesino dovesse passare al 4-2-3-1. Guarin è tornato, Mancini ci punta, ma il colombiano in passato ci ha già abituato alle sorprese restando a Milano quando l'addio era praticamente cosa fatta. E di fronte ad una buona offerta, questa volta, potrebbe concretamente essere arrivata l'ora dei saluti.




Commenta con Facebook