• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Atalanta > Juventus-Atalanta, Colantuono: "Grande partita. La squadra è abituata a soffrire"

Juventus-Atalanta, Colantuono: "Grande partita. La squadra è abituata a soffrire"

Il tecnico dei bergamaschi ha parlato al termine della sfida contro i bianconeri


Stefano Colantuono ©Getty Images

20/02/2015 22:55

COLANTUONO PAROLE POST GARA JUVENTUS ATALANTA/ TORINO - Nonostante la sconfitta Colantuono vede il bicchiere mezzo pieno. Il tecnico dell'Atalanta - intervenuto ai microfoni di 'Sky Sport' - ha commentato il ko contro la Juventus, guardando al futuro con ottimismo: "Una grande partita, come avevamo fatto per un tempo con l'Inter e come fatto con la Fiorentina. Tre partite giocate bene, ma non portiamo a casa nulla. Ci consola che la squadra sta bene fisicamente e di testa: continuando così potremo raggiungere tranquillamente la salvezza, chiaramente lottando".

ESPULSIONE - "Una stupidaggine. Avevo mandato il mio preparatore atletico a controllare se Dramé stesse bene, tornando il team manager della Juve – e secondo me non doveva – è andato dal quarto uomo, facendoglielo mandare via. Mi sono arrabbiato e ho usato una parola non carina, non è una cosa da Juve. Non c'è nulla di strano se mandi un collaboratore a chiedere come sta Dramé dall'altra parte del campo. Ho già parlato con Irrati e ci siamo chiariti, ha detto che non poteva fare altro, tutto qui".

MOMENTO DIFFICILE - "Società e ambiente con me? Penso di sì. Tolti gli ultimi anni l'Atalanta ha sempre fatto campionati di sofferenza in Serie A. Magari ci attrezzeremo per non soffrire quest'anno, potremmo fare un filotto di vittorie come l'anno scorso. Il calendario non ci ha aiutato, da domenica comincerà un campionato diverso per noi. Dobbiamo continuare a giocare così con tutti, conoscendo i nostri limiti e i nostri pregi".

SALVEZZA - "Ci siamo sempre salvati con giornate d'anticipo, ma a questo punto del campionato anche negli anni scorsi stavamo lì. Siamo abituati, chiaramente vorremmo fare come gli anni scorsi, staccandoci per mettere in cassaforte la salvezza. Ma siamo pronti a lottare fino alla fine".

SPORTIELLO - "Erede di Buffon? Glielo auguro. Deve continuare così, ha potenzialità per una carriera luminosa. Dipende solo da lui".

M.S.




Commenta con Facebook