• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Altro > Calcio, Del Piero: "Indimenticabile il 2006. Il sogno? Giocare con Maradona e Platini"

Calcio, Del Piero: "Indimenticabile il 2006. Il sogno? Giocare con Maradona e Platini"

L'ex capitano della Juventus ha parlato in occasione del suo quarantesimo compleanno


Del Piero (Getty Images)
Andrea Corti (Twitter: @cortionline)

08/11/2014 08:15

CALCIO DEL PIERO 40 ANNI / ROMA - Alla vigilia del suo quarantesimo compleano, Alessandro Del Piero ha rilasciato una lunga intervista a 'La Gazzetta dello Sport'. L'ex capitano della Juventus non ha dubbi su quale, a livello professionale, sia l'annata da ricordare: "Il 2006, per il Mondiale e non solo. Perché sono rimasto alla Juventus in serie B, anzi senza sapere dove avremmo giocato. E non cambierei nulla, perché abbiamo dimostrato chi eravamo. E ci siamo rialzati". 

CAMPIONE - "Mi sarebbe piaciuto essere Michael Jordan".

ITALIANE IN EUROPA - "Difficile fare una previsione, spesso è una questione che sfugge ai pronostici troppo facili, che in questo momento ci porterebbero a dire che siamo distanti anni luce dalle più forti. Faccio due esempi: 1993-94, la mia prima stagione alla Juve. In Coppa Uefa perdemmo contro il Cagliari, tra i fischi. Un anno dopo finale di Uefa, l’anno dopo ancora vinciamo la Champions. Aggiungo: due anni fa chi avrebbe detto che l’Atletico Madrid sarebbe arrivato in finale? Insomma, non ci piangiamo troppo addosso e lavoriamo per tornare a vincere".

SOGNI - "Ho giocato con e contro campioni straordinari, ho vinto tantissimo con alcuni di loro. Nella realtà. Però nei sogni... qualche volta ho fantasticato, da piccolo e non solo, di giocare con Platini e Maradona... Pensi che avrei addirittura lasciato la dieci!".

GRANDI EX - Le strade del calciomercato hanno portato Del Piero lontano dall'Italia e dalla Juventus, club di cui è stato una bandiera: "Credo che i calciatori, quelli preparati, siano pronti per assumersi grandi responsabilità. Non parlo soltanto a livello di club, ma anche nelle istituzioni, basta pensare al lavoro che sta facendo Platini. Comunque giocatori come Maldini, o grandi bandiere come lui, rimarranno per sempre legate alla storia del club, senza bisogno di alcuna carica o qualifica".

 




Commenta con Facebook