• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI NAPOLI-VERONA

PAGELLE E TABELLINO DI NAPOLI-VERONA

Hamsik e Higuain tornano protagonisti. Rafael incerto, Marques ancora in difficoltà


Marek Hamsik (Getty Images)
Vincenzo Matino

26/10/2014 20:05

ECCO LE PAGELLE DI NAPOLI-VERONA

 

NAPOLI 

Rafael 5,5 - Difficile giudicare il portiere azzurro, visto che subisce due gol sui soli due tiri arrivati in porta, con responsabilità evidenti soprattutto sul secondo. Ancora da migliorare la personalità, che manca ancora in determinati momenti del match. 

Maggio 6 - Buone le progressioni dell'esterno azzurro che si propone con buona continuità sull'out di destra, arrivando più volte al cross verso l'area di rigore. 

Albiol 6,5 - Spettacolare la progressione nella ripresa prima di regalare l'assist a Higuain per il gol. In ripresa rispetto alle ultime uscite, anche in fase difensiva. 

Koulibaly 6,5 - Pecca di cattiveria agonistica in occasione della rete di Nico Lopez, ma per tutta la gara giganteggia contro un avversario non semplice come Luca Toni, anticipandolo perentoriamente. 

Ghoulam 6 - Forma fisica ancora da migliorare per il terzino azzurro, che comunque fa il suo sull'out di sinistra senza grosse luci, se non quel cross perfetto ad Higuaìn con gol del Pipita annullato ingiustamente per fuorigioco. 

Jorginho 6,5 - Buona la prestazione dell'itali-brasiliano che si cala bene nel ruolo di playmaker. Si alza spesso in supporto di Hamsik creando superiorità numerica.  (Dal 70' Inler 6 - Buono il giro palla dello svizzero che dà i giusti tempi alla squadra). 

David Lopez 6 - Disattento in occasione della prima rete. Cresce con il passare dei minuti assicurando un discreto filtro alla difesa azzurra.  

Callejon 7 - Ennesimo gol dello spagnolo dalla sua mattonella preferita: desto in corsa angolato che fulmina Rafael. Nel finale colpisce un palo confermandosi come uno degli attaccanti più pericolosi del campionato. 

Hamsik 8 - Puntuale come un orologio svizzero in occasione dei due gol segnati. Lo slovacco esce dal torpore e va a siglare una doppietta alla sua maniera, sfruttando al meglio gli spazi concessi dagli avversari. 

Insigne 7 - Il numero 24 azzurro è tra i migliori in campo. Fino al momento della sostituzione fornisce un'ottima prova, mettendo in mostra tutta la sua qualità regalando diverse palle con il contagiri. (dal 78' Mertens 6 - Con gli spazi lasciati dal Verona è libero di mettere in mostra le sue qualità

Higuain 8 - Il centravanti argentino si sblocca addirittura con una tripletta che riassume tutte le qualità del grande attaccante: in occasione della prima rete prima dribbling e poi destro secco, il secondo gol arriva invece con un destro sotto misura di puro opportunismo. Nel finale segna su calcio di rigore. 

All. Benitez 6 - Squadra azzurra in netta ripresa dopo la brutta sconfitta con lo Young Boys. Gli azzurri non demordono dopo il pareggio subito e chiudono con un roboante 6-2 dimostrando di aver seguito alla lettera le indicazioni dell'allenatore: concentrazione e grinta fino al 90'. 

 

VERONA 

Rafael 6,5 - Spettacolare la parata su Higuain nel primo tempo. Dice no più volte ai tentativi di Insigne dalla lunga distanza, poi capitola al gol di Hamsik subito da distanza ravvicinata. Nella ripresa il Napoli si scatena e può ben poco contro i colpi di Higuain e Callejon. 

Moras 5,5 - Pochissimi i palloni alti lasciati agli avversari. Alcune volte però si schiaccia troppo facendo abbassare la linea difensiva, creando degli spazi perfetti per Hamsik che non se lo fa dire due volte in occasione dell'1-1. Higuain se lo beve con un dribbling prima di segnare il 3-2. (dal 73' Saviola s.v.) 

Marques 5 - Soffre le progressioni in profondità di Higuain. Sulle palle alte dice la sua, ma sui tagli di Callejon va in confusione e rimedia solo grazie all'aiuto del compagno Brivio. Il suo timbro c'è su almeno un paio di reti azzurre. 

Martic 6 - Non certo facile affrontare l'Insigne d'oggi, ma l'esterno scaligero riesce nella missione limitando i danni almeno sulla sua fascia di competenza con una buona presenza fisica. 

Sorensen 6 - Il gigante difensivo degli scaligeri intercetta quasi tutti i cross alti proposti dagli azzurri. Esce spesso dalla linea per andare a prendere alto Insigne, dimostrando buona personalità. (dal 63' Nico Lopez 6,5 - Subito decisivo con il temporaneo gol del 2-2, cambia completamente volto alla squadra). 

Ionita 5,5 - Corre a perdifiato dietro tutti i portatori di palla azzurri, poi rimedia un giallo per un brutto fallo su Ghoulam. Poca la qualità offerta nel corso dei 90'. 

Tachtsidis 5 - Il greco fa poco filtro a centrocampo, venendo spesso preso di infilata da Jorginho e Hamsik. In occasione della rete non segue lo slovacco in area di rigore lasciandolo libero di calciare in porta per l'1-1.  

Halflfredsson 6 - Pronti, partenza e via: al 1' l'islandese tira fuori il coniglio dal cilindro e fulmina Rafael con un gran sinistro di controbalzo dal limite. E' tra i più attivi in fase offensiva e cerca, non riuscendoci sempre però, di fare da collante tra centrocampo e attacco. 

Brivio 5,5 - Callejon e Maggio sfrecciano sul suo lato come treni e per il terzino sinistro non è semplice arginarli. Non arriva praticamente mai sul fondo, preoccupandosi soprattutto di non lasciare troppo spazio alle sue spalle. 

Gomez 5,5 - Girare attorno a Toni è la sua missione, ma spesso la distanza tra i due attaccanti è decisamente eccessiva. Mai pericoloso l'attaccante veronese. 

Toni 5 - Troppo isolato il gigante di Mandorlini. Il centravanti prova a far salire la squadra, ma contro Koulibaly e Albiol può poco. Dalle fasce non arriva nessun cross invitante e la sua prestazione ne risente non poco. (dal 63' Nenè 6 - Impegna come può i difensori avversari, dando un certo peso all'attacco scaligero fino a quel momento troppo "leggero").  

All. Mandorlini 5 - Verona quasi mai pericoloso nel corso dei 90' minuti. Rinuncia ad attaccare con continuità, preferendo attendere gli azzurri nella propria metà campo. Da rivedere sicuramente la fase offensiva. 

Arbitro Gervasoni 6 - Conduzione di gara ineccepibile, con fischi solo quando strettamente necessari. Sacrosanto anche il rigore fischiato su Higuain, unica pecca il 6-2 annullato agli azzurri per fuorigioco inesistente di Higuain. 6-2 che lo stesso Pipita siglerà poco dopo dagli undici metri.

 

TABELLINO 

NAPOLI-VERONA 6-2


NAPOLI (4-2-3-1): Rafael; Maggio, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Jorginho (dal 70’ Inler), David Lopez; Insigne (dal 78’ Mertens), Hamsik (dall’85 Henrique), Callejòn; Higuain.
A dips: Colombo, Andujar, De Guzman, Mesto, Michu, Radosevic, Duvàn. All. Benitez.

VERONA (4-3-3): Rafael; Moras, Marques (dal 73’ Saviola), Martic, Sorensen (dal 63’ Nico Lopez); Ionita, Tachtsidis, Halfredsson, Brivio, Gomez, Toni (dal 63’ Nené).
A disp: Benussi, Gollini, Jankovic, Luna, Valoti, Campanharo, Agostini, Gonzalez. All. Mandorlini.

Arbitro: Gervasoni di Mantova

Marcatori: 1’ Halfredsson, 43’ Hamsik, 57’ Hamsik, 67’ Nico Lopez, 70’ Higuain, 76’ Callejòn, 83’ Higuain, 90' Higuain (rig)

Ammoniti: Jorginho, Ionita

 




Commenta con Facebook