• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Verona-Inter, Mazzarri: "Non cambio la formazione. Il rinnovo di Palacio..."

Verona-Inter, Mazzarri: "Non cambio la formazione. Il rinnovo di Palacio..."

Il tecnico nerazzurro parla ai giornalisti alla vigilia della sfida contro i veneti


Walter Mazzarri (Getty Images)

14/03/2014 19:05

VERONA INTER CONFERENZA MAZZARRI / MILANO - Reduce da cinque risultati utili consecutivi, l'Inter va alla ricerca di continuità sul campo del Verona: la formazione nerazzurra deve vincere per dare seguito ai progressi mostrati nelle ultime uscite. Alla vigilia del match del 'Bentegodi' Walter Mazzarri parla in conferenza stampa: Calciomercato.it seguirà per voi in diretta le dichiarazioni del tecnico. 

PRESTAZIONI - "Spero che si parta come abbiamo fatto a Roma: vorrei si continuasse come stiamo facendo da qualche partita a questa parte". 

FORMAZIONE - "Per crescere c'è bisogno di costruire la mentalità. Chi fa bene merita la riconferma e voglio portare avanti ancora di più oggi questo principio perché ho visto che i ragazzi mi hanno risposto bene ed è una cosa per tenere tutti sulla corda". 

CLASSIFICA - "Sono cose che penseremo alla fine della stagione quando farò le mie riflessioni e valuterò tutto. Ora dobbiamo pensare soltanto a fare il massimo per le restanti partite". 

RINNOVO PALACIO E ALTRI - "Questo gruppo deve essere valutato a fine anno. Se sarà io il tecnico farò le mie valutazioni, ma ora non è il momento. Bisogna aspettare la fine della stagione. Ai contratti ci pensa la società, un allenatore più di tanto non ci può entrare. Credo che un calciatore che ha ottenuto il rinnovo sente totale fiducia ed è garanzia di continuità per lui e dovrebbe trarne solo beneficio. Palacio sta facendo un grande campionato non solo per i gol che fa ma anche per come lavora con la squadra: è uno di quelli che corre sempre di più e questo per me è una cosa molto importante. Prima pensa alla squadra, poi se capita fa gol". 

RUOLO DA MANAGER - "Non devo chiedere io un particolare ruolo: non ne ho parlato".

FIORENTINA ED EUROPA LEAGUE - "Non ho mai guardato gli altri, penso a portare la squadra più in alto possibile. Non possiamo farci nulla sui risultati delle altre, possiamo cercare di giocare il miglior calcio possibile e raccogliere più punti possibile". 

VERONA - "Ho grande rispetto per il Verona, credo che vada elogiato per quello che sta facendo. Non poteva tenere la media di inizio anno, ma è una squadra che gioca ancora bene. Non credo che la cessione di Jorginho abbia influito sul rendimento". 

HERNANES - "Non è ancora al meglio, ma è un calciatore che dà forza e coraggio agli altri e di questo ha beneficiato come rendimento tutta la squadra". 

MENO GOL - "Nel campionato italiano quando iniziano a contare i punti è difficile fare quello che si fa nel girone di andata e questoa accade per tutte le squadre". 

JUVENTUS - "La sconfitta con la Juventus non ci è andata giù, soprattutto come abbiamo preso il secondo e il terzo gol: questo ai ragazzi è servito per evitare certe situazione. Chi vuole stare nell'undici deve prestare massima attenzione". 

KOVACIC - "Qui ci sono 25 calciatori: questa squadra è da sempre abituata a lottare per il vertice e al primo posto deve esserci il risultato della squadra. Bisogna pensare a far crescere un calciatore giovane o a fare punti? Secondo me Kovacic sta crescendo nel modo giusto. Alvarez? Vedremo la settimana prossima". 




Commenta con Facebook