• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Inter, Hernanes da' la carica: "Il prossimo anno puntiamo allo Scudetto"

Inter, Hernanes da' la carica: "Il prossimo anno puntiamo allo Scudetto"

Il centrocampista brasiliano traccia un bilancio della sua esperienza in nerazzurro


Hernanes (Getty Images)
Stefano D'Alessio (Twitter: @SDAlessio)

12/03/2014 12:00

INTER HERNANES INTERVISTA / MILANO - Hernanes, centrocampista arrivato all'Inter nella scorsa sessione di calciomercato invernale, ha rilasciato un'intervista al 'Corriere dello Sport'.

HERNANES-DIPENDENZA - "Non esageriamo. Io sono qui per dare il mio contributo, per mettere al servizio di compagni già molto forti la mia qualità. Sperando che i risultati arrivino... Io leader? Le parole di Thohir mi fanno piacere e mi sorprendono, tutti mi hanno voluto bene fin dall'inizio qui. All’Inter mi sento a mio agio e non ho timori o dubbi: le cose andranno bene. In questi anni ho lavorato tanto per essere qui".

INFORTUNIO - "Ho avuto dei problemi fisici e ho deciso di fermarmi per evitare problemi più seri. Adesso l’adduttore è quasi a posto e domenica mi sentivo bene".

 

OBIETTIVO - "Il primo obiettivo stagionale è arrivare in Champions League. Siamo un punto dietro alla Fiorentina e loro dovranno concentrarsi anche sull’Europa League. Non credo che il gap reale con le prime tre sia quello dato dalla classifica attuale".

SCUDETTO - "La Juventus se lo merita senza dubbio, ha vinto tante partite di fila mostrando una regolarità incredibile. Il prossimo anno ci proveremo anche noi. Questa maglia è 'potente', non siamo da meno di loro. In Italia è diverso rispetto al Brasile dove anche una neopromossa può lottare per vincere il campionato: qui da voi possono puntare al titolo solo Inter, Juventus e Milan. Alle altre è quasi proibito anche sognare".

LAZIO - "Sono rimasto molto legato al club biancoceleste, se non gioca contro di noi faccio il tifo per loro. Mi è dispiaciuta l'eliminazione in Europa League. Nelle mie lacrime d'addio non c’era nulla di calcolato. Semplicemente io mi lego molto alle persone perché credo che i rapporti umani siano importantissimi. La contestazione? E’ una situazione dura per la squadra e mi aspetto che si risolva presto. La Lazio è una grande società, in Italia e nel mondo e vorrei che la sua gente fosse felice. Con Lotito ho avuto un buon rapporto perché con il sottoscritto ha sempre mantenuto la sua parola. E’ stato corretto, mi ha dato la possibilità di scegliere cosa volevo per il mio futuro e lo ringrazio per questa opportunità".

TOTTI - "Per lui le parole contano poco. Sono i numeri e quello che ha fatto in carriera a certificare il suo valore. Totti è uno dei top player del calcio mondiale".




Commenta con Facebook