• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > News > Gea Tutor, Luca Di Bartolomei scrive a Moggi per l'immagine di Agostino

Gea Tutor, Luca Di Bartolomei scrive a Moggi per l'immagine di Agostino

Il figlio del campione romanista ha scritto una lettera aperta ad Alessandro Moggi



24/01/2014 18:28

GEA TUTOR LUCA DI BARTOLOMEI MOGGI AGOSTINO / ROMA - Luca Di Bartolomei, figlio di Agostino Di Bartolomei, ha scritto una lettera aperta su 'Il Corriere dello Sport' ad Alessandro Moggi. Eccone il contenuto: "Alla Cortese attenzione del Presidente della Gea World, Alessandro Moggi. Apprendo dai quotidiano sportivi della presentazione del vostro nuovo progetto denominato 'Gea Tutor' che ha come meritevole obiettivo quello di fornire "supporto individuale agli atleti giunti alla fine della loro carriera". In tale occasione sono state fatte scorrere immagini di campioni coinvolti in modi diversi in sfortunate chiusure delle loro vite sportive, fra cui mio padre, Agostino".

"Mi perdoni se mi permetto di sottolinearLe la profonda diversità che si nasconde dietro tutte quelle storie, che credo siano ognuna, a suo modo, importante ma diversa. Sono storie complesse che affondano nelle vicende personali di quegli sportivi che avete preso come esempio ma che non possono e sarebbe ingiusto venissero accomunate".

"Per quello che riguarda Agostino mi sento di affermare che non fu un problema di 'retirement' bensì una 'deliberata dimenticanza' per lui particolarmente dolorosa da parte di 'un sistema' che proprio in quegli anni si andava affermando. Un periodo in cui una 'nuova managerialità rampante' decideva e avrebbe deciso chi e cosa poteva lavorare nel pallone a tutti i livelli. In quegli anni Agostino si impegnava in altri settori lavorativi e contemporaneamente insegnava ai ragazzi la sua idea di calcio".

"Mi permetta queste poche righe per amore di verità e perché, da ormai venti anni insieme con la mia famiglia, proviamo a raccontare la sua storia come antidoto a quell'oscuro male che si chiama depressione. Infine mi lasci dire che sono felice che – dopo gli scandali che hanno visto coinvolti la società Gea World, la sua persona e quella di Suo padre – abbiate deciso di impegnarVi attivamente su un tema così importante per migliaia di amati campioni sportivi. Sinceramente, Luca Di Bartolomei".

M.T.

 




Commenta con Facebook