• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Lega PRO > VIDEO - Salernitana-Nocerina, furia Lotito: "Come Palestina-Israele. Le autorita' se ne son

VIDEO - Salernitana-Nocerina, furia Lotito: "Come Palestina-Israele. Le autorita' se ne sono fregate!"

Il numero uno della societa' granata ha detto la sua dopo il derby-farsa di ieri pomeriggio


Claudio Lotito (Getty Images)
Matteo Torre (twitter: @torrelocchetta)

11/11/2013 14:39

SALERNITANA NOCERINA LOTITO PALESTINA ISRAELE / ROMA - Claudio Lotito è incontenibile nell'analizzare Salernitana-Nocerina. Il patron granata ha dichiarato a 'Sky Sport24': "Quest'estate avevo sollevato la necessità di dividere alcune società, mandandole in un girone diverso per evitare di disputare queste partite. Il problema non è giocarle in altra sede, ma non disputarle affatto: c'è un'atavica rivalità, è come se si volesse far giocare una partita tra palestinesi e israeliani. Non è possibile, al di là di ogni proposito e iniziativa, che necessitano di tempo per essere metabolizzati dal territorio e dalle persone. Evitando di giocare queste partite oggi non staremmo parlando di questo problema".

ORGANIZZAZIONE DEI CAMPIONATI - "C'è un momento di prevenzione e un momento di repressione. Oggi parliamo di repressione, quando potremo metteremo in atto prevenzione. La prevenzione significava non disputare queste partite: non si comprende perché i gironi siano stati divisi in maniera orizzontale, poi si portano Pisa, Prato, Viareggio, Grosseto e Perugia al sud. E le trasferte tra Lecce e Pisa non sono uguali, non ci sono costi? C'è stata una presa di posizione delle autorità locali e politiche, che hanno chiesto e scongiurato di evitare che potessero essere messe nello stesso girone certe società, ma c'è chi se ne è fregato perché ha ritenuto che fosse giusto così. Un giorno ci spiegheranno i motivi, c'è disomogeneità nella qualità del girone, riconosciuta anche dallo stesso Magalli. Forse sono l'unico a voler rispettare le regole".

PREVENZIONE, MORALIZZAZIONE E REPRESSIONE - "Lo spettacolo ieri è stato desolante. Chi lo ha visto da esterno si è reso conto che sia stato assurdo e vada stigmatizzato e impedito nel futuro. Serve prevenzione, serve moralizzazione, educazione, serve anche la repressione, per essere inflessibili di fronte a certi fatti. Questi non sono tifosi, ma delinquenti-tifosi. Hanno 24, 25 anni, non 50, anzi: queste persone sui cinquant'anni sono forse le menti dietro certe situazioni. Questi ragazzi non conoscono se stessi, agiscono solo in branco: basti pensare ai sassi dal cavalcavia, episodi che dimostrano carenza assoluta di valori. Bisogna usare il codice penale".

POLEMICA CON SKY - Camicioli: "Perché chi ha la tessera del tifoso non può andare a vedere la Nocerina a Salerno? Sa che se dovesse tirare qualcosa in campo non sarebbe identificato".

Lotito: "Ma lei ha mai gestito una società di calcio? Ma che ne sa? Risolve lei i problemi del calcio italiano amplificando questa situazione e mettendola in risalto? E' utopia pensare di poter trasformare un delinquente in brava persona dall'oggi al domani. Non basta trovare il responsabile: c'è qualcuno che ha deciso di non fare i gironi in un certo modo, sennò oggi staremmo parlando di una bella partita che sarebbe stata disputata. Lei farebbe disputare Palestina-Israele?"

Camicioli: "Certo. Se non riusciamo a fare una partita di calcio tra palestinesi e israeliani, come possiamo pretendere di mettere fine a una guerra vera? Il calcio deve unire, essere strumento di aggregazione e divertimento".

Lotito: "Lei parla a livello teorico, poi la pratica è un'altra. Si faccia nominare Ministro degli Interni e risolva".

Camicioli: "Chi rinuncia a una gara non prende i contributi, le pare normale?"

Lotito: "Le responsabilità vanno a chi ha fatto certe scelte. Lei è una persona responsabile, cosa avrebbe fatto se avesse ricevuto una lettera dal sindaco della città, peraltro viceministro, che le chiedeva di non far giocare queste partite e dividere in altro modo i gironi, verticalmente e non orizzontalmente, senza alcuna giustificazione, perché c'è una differenza di qualità tra girone del Nord e del Sud palese agli occhi di tutti? Non si capisce, si sono fregati di una situazione denunciata per iscritto".




Commenta con Facebook