• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > News > 'ITALIANS' - Speciale Qualificazioni Mondiali 2014: juventini in grande spolvero. Male Hamsi

'ITALIANS' - Speciale Qualificazioni Mondiali 2014: juventini in grande spolvero. Male Hamsik e Alvaro Pereira

Ecco tutte le pagelle dei giocatori della Serie A, impegnati con le nazionali


Pogba (Getty Images)
Hervé Sacchi

23/03/2013 16:10

ITALIANS SPECIALE QUALIFICAZIONI MONDIALI 2014 / ROMA - Con il campionato fermo per le nazionali, la rubrica viene rispolverata in chiave "qualificazioni mondiali". Tra le note liete del weekend si trova sicuramente Paul Pogba, già capace di ottenere riscontri positivi all'esordio con la maglia "Bleu". Altrettanto fondamente è stato un suo compagno di club, ovvero Mirko Vucinic, capace di regalare tre punti importantissimi al suo Montenegro. Meno bene è andata alla Slovenia dei vari Handanovic, Birsa, Cesar, Jokic, Kurtic e Khrin, capace di perdere in casa contro l'Islanda

In Sudamerica, esce a testa altissima la Colombia. Il 5-0 maturato contro la Bolivia ha visto gli "italiani" Cuadrado e Armero tra i protagonisti di giornata. Non benissimo è andato Alvaro Pereira, uno dei peggiori nel match tra Uruguay e Paraguay

 

PAUL POGBA (Francia): 6,5 - Titolare all'esordio in nazionale maggiore contro la Georgia, lo juventino si è presentato a dovere dinanzi al pubblico del Saint-Denis. Prestazione positiva in entrambe le fasi di gioco, gli è mancato solo il gol tentato, come sempre, dalla distanza. Qualche pregevole giocata personale gli garantisce una dose supplementare di applausi, ma ciò che è certo è che la Francia ha già trovato un vero e proprio punto di riferimento.  

MIRKO VUCINIC (Montenegro): 6,5 - Una sua zampata vincente diventa pesantissima ai fini della classifica. Il Montenegro vince in Moldova con il minimo scarto, portandosi in cima al girone con due punti di vantaggio sull'Inghilterra. 

STEFAN JOVETIC (Montenegro): 6 - La Moldova è un avversario che sulla carta poteva, sinceramente, far meno paura. Il gioiellino viola prova a inventare ma le maglie della difesa avversaria si chiudono piuttosto bene. 

STEFAN SAVIC (Montenegro): 6 - Novanta minuti per il difensore della Fiorentina che è stato preferito nel ruolo di esterno sinistro. Un ruolo inabituale nel quale non ha sfigurato.

STEPHAN LICHTSTEINER (Svizzera) - In campo quest'oggi contro la nazionale di Cipro. 

VALON BEHRAMI (Svizzera) - In campo quest'oggi contro la nazionale di Cipro. 

GOKHAN INLER (Svizzera) - In campo quest'oggi contro la nazionale di Cipro. 

BLERIM DZEMAILI (Svizzera) - In campo quest'oggi contro la nazionale di Cipro. 

ANDELKO SAVIC (Svizzera) - In campo quest'oggi contro la nazionale di Cipro. 

MAARTEN STEKELENBURG (Olanda): S.V. - In panchina.

ANDREAS GRANQVIST (Svezia): 5,5 - Non preciso in diverse occasioni, specie su Shane Long nella prima parte di gara. L'attaccante del West Bromwich non ne approfitta. Un po' più quadrato nella ripresa. 

MIKAEL ANTONSSON (Svezia): 6 - Sostituisce Lustig durante l'intervallo, disputando tutta la ripresa al centro del reparto. Buona prestazione, gestita con attenzione dal giocatore del Bologna.

BARTOSZ SALAMON (Polonia): S.V. - In panchina contro l'Ucraina.

KAMIL GLIK (Polonia): 5,5 - Non impeccabile in chiusura sul secondo gol messo a segno dall'Ucraina, il centrale del Torino ha faticato per diversi tratti della gara.  

MATEO KOVACIC (Croazia): 6,5 - Titolare nella gara contro la Serbia, il talentino dell'Inter mette in mostra una buona condizione contro un avversario importante sulla carta (la Serbia), in una partita tradizionalmente molto sentita. 

ZDRAVKO KUZMANOVIC (Serbia): S.V. - In panchina contro la Croazia.

IVAN RADOVANOVIC (Serbia) 5,5 - Disputa tutti i 90' contro la nazionale croata. Poco incisivo nel complesso.

NENAD TOMOVIC (Serbia): S.V. - In panchina. 

NENAD KRSTICIC (Serbia): S.V. - In panchina.

ALEN STEVANOVIC (Serbia): 5,5 - Prova a proporsi sull'esterno, ma non è la sua giornata. La difesa ben organizzata della Croazia lascia veramente poco spazio. Il giocatore granata lascia il posto a Tadic entro il primo quarto d'ora del secondo tempo.

ZELJKO BRKIC (Serbia): 5 - Decisamente colpevole nella seconda rete messa a segno da Olic. L'attaccante croato ha sfruttato al meglio un calcio di punizione che Brkic avrebbe potuto tranquillamente bloccare in uscita. L'estremo difensore dell'Udinese ritarda a fare il passo decisivo, mantenendosi quasi ancorato alla linea di porta. Il pallone calciato da Rakitic taglia fuori il portiere, trovando l'attaccante ex Bayern pronto ad appoggiare in rete. 

DUSAN BASTA (Serbia): S.V. - In panchina. 

MIRALEM PJANIC (Bosnia): S.V. - In panchina. 

SENAD LULIC (Bosnia): 6 - Schierato in qualità di esterno sinistro in un 4-1-3-2 piuttosto offensivo, propone una prova di grande sostanza contro la nazionale greca. La vittoria conquistata grazie alle reti di Dzeko (doppietta) e Ibisevic permettono di ottenere la testa solitaria nel girone G.

VASILIS TOROSIDIS (Grecia) 5,5 - Non al meglio, viene schierato titolare da Fernando Santos. Non commette particolari errori, anche se la prova fa fatica ad essere considerata sufficiente.

PANAGIOTIS TACHTSIDIS (Grecia): S.V. - In panchina. 

PANAGIOTIS KONE' (Grecia): S.V. - In panchina.

LAZAROS CHRISTODOULOPOULOS (Grecia): S.V. - Viene mandato in campo a 17' dalla fine, per cambiare le sorti di una partita già ampiamente compromessa.

SAMIR HANDANOVIC (Slovenia) 5,5 - Sulla punizione millimetrica di Sigurdsson non può fare veramente nulla. Sfortunato sul raddoppio, firmato dallo stesso autore del primo gol, il quale si beve il marcatore e poi, con tutta la porta di fronte, non deve fare altro che scegliere l'angolo. Handanovic, come in un rigore, viene spiazzato. 

JASMIN KURTIC (Slovenia): 5,5 - Più quantità che qualità. Ci si poteva aspettare qualcosina di più. 

BOJAN JOKIC (Slovenia) 6 - Gioca una partita piuttosto attenta. Non ha colpe sui gol subiti. 

BOSTJAN CESAR (Slovenia) 6 - Vale lo stesso discorso fatto per il compagno di club. Schierato a destra, non contribuisce a spingere sulla fascia di competenza. Del resto, non è il suo mestiere. 

RENE KHRIN (Slovenia): 6 - Cerca di limitare gli attacchi della squadra islandese. Subito il secondo gol, lascia spazio ad un attaccante come Dedic. 

VALTER BIRSA (Slovenia): 5,5 - Lascia posto a Lazarevic nelle prime battute del secondo tempo, dopo una partita tutt'altro che incisiva.

BIRKIR BJARNASON (Islanda): 6 - La sua squadra riesce a resistere agli attacchi della formazione di casa. Il centrocampista del Pescara contribuisce ad una vittoria importantissima.

LIBOR KOZAK (Repubblica Ceca) S.V. - Entra a 15' dalla fine, nel tentativo di diminuire lo svantaggio. La Danimarca, invece, trova la terza rete, mettendo fine alle speranze di rimonta della Repubblica Ceca.

SIMON POULSEN (Danimarca): 6 - Almeno in nazionale riesce a ritagliarsi una buona chance. Disputa una gara sufficiente, senza errori. 

GYORGY GARICS (Austria) 6,5 - Nel 6-0 rifilato alle isole Fær Øer, c'è gloria anche per il terzino bolognese. Suo l'ultimo gol, realizzato con un tiro per nulla pretenzioso che, tuttavia, trova la complicità del portiere avversario. 

EDGAR CANI (Albania - Catania): 6 - Partita pressoché sufficiente per il giocatore del Catania, schierato titolare nel match vinto contro la Norvegia. Mostra buoni spunti e un valido affiatamento con il bomber Salihi. Viene sostituito nel secondo tempo da Bogdani.

LORIK CANA (Albania) 6,5 - Ottimo per impegno e attenzione in mezzo al campo. 

SAMIR UJKANI (Albania): S.V. - In panchina.

MIGJEN BASHA (Albania): 6 - Viene scelto come titolare da Gianni De Biasi. Lui ripaga la fiducia con una prova all'altezza. 

ERJON BOGDANI (Albania): S.V. - Soli 15' minuti per lui. 

PERPARIM HETEMAJ (Finlandia): 6 - Gran lavoro in termini di quantità per cercare di bloccare il gioco della Spagna. Dà il suo contributo in un pareggio (1-1) che contro i campioni del Mondo e d'Europa vale oro.

STEFAN RADU (Romania): 6 - La sua nazionale ottiene un prezioso pareggio (2-2) in terra ungherese, dopo essere andata sotto per ben due volte nell'arco della partita. Per l'esterno laziale, una partita complessivamente sufficiente.

MAREK HAMSIK (Slovacchia) 5 - Lontano dalla sua fama, risente ancora del periodo non propriamente positivo attraversato in Italia. Avrebbe potuto dare di più alla sua nazionale, la quale esce con un timido 1-1 dal match casalingo contro la Lituania. 

JURAJ KUCKA (Slovacchia) 6,5 - C'è il suo zampino nel gol che porta Jakubko al gol del pareggio. 

GORAN PANDEV (Macedonia): 5,5 - Le numerose polemiche che girano attorno a lui, lasciano strascichi anche sul campo. La sua nazionale si deve arrendere ad un Belgio che, in formazione, vanta talenti maggiormente affermati. Il "napoletano" tenta di mantenere in gara i suoi, ma non può nulla ai fini del risultato finale. 

JEAN FRANCOIS GILLET (Belgio): S.V. - In panchina.

MICHEAL BRADLEY (Stati Uniti): 6 - Titolare nel match vinto dalla sua nazionale per 1-0 contro il Costa Rica.

MARIO YEPES (Colombia-Bolivia): 6,5 - Gli attaccanti boliviani non gli creano grossi grattacapi. Lui c'è sempre. Se serve spende anche qualche fallo, il tutto per una buona causa. 

CRISTIAN ZAPATA (Colombia-Bolivia): S.V. - In panchina. 

PABLO ARMERO (Colombia): 7,5 - Eccellente l'approccio dell'esterno del Napoli. In poco più di 10', serve un assist a Falcao e timbra il quinto gol alla nazionale boliviana, con un bel colpo sotto che beffa il portiere in uscita. 

JUAN CAMILO ZUNIGA (Colombia): 6,5 - Mostra il solito dinamismo, mettendo a dura prova i diretti marcatori boliviani. La supremazia della sua nazionale resta netta. Lui, in questo senso, ne ha tratto profitto.

FREDY GUARIN (Colombia-Bolivia): S.V. - Solo 8' per lui.

JUAN CUADRADO (Colombia): 7,5 - Uno dei migliori della sua nazionale. Per quantità e qualità mostrata, si è ritagliato un posto da protagonista. Suo l'assist per il primo gol di Torres. Esce tra gli applausi, dopo 78' di gioco.

LUIS MURIEL (Colombia): S.V. - In panchina.

JUAN FERNANDO QUINTERO (Colombia): S.V. - In panchina.

HERNANES (Brasile): 5,5 - Nell'amichevole contro l'Italia, Scolari arretra il suo raggio d'azione. Ne esce una prova non particolarmente felice che, in diversi tratti, sfocia in un nervosismo mal nascosto.

CARLOS CARMONA (Cile): 6 - Gioca una partita di quantità, ma la sua nazionale viene beffata nel finale di gara, uscendo sconfitta nel confronto con il Perù.

ALVARO PEREIRA (Uruguay): 5 - In termini di approccio, l'interista è risultato uno dei peggiori nella gara pareggiata 1-1 contro il Paraguay.

WALTER GARGANO (Uruguay): S.V. - In panchina

EDINSON CAVANI (Uruguay): 6 - Risparmiato per i primi 45' di gara, subentra al posto di un avulso Cristian Rodriguez. Non segna, ma dimostra di essere maggiormente incisivo rispetto al compagno.

DIEGO PEREZ (Uruguay): 5,5 - A centrocampo garantisce solidità, ma non riesce a dettare le giuste geometrie. Tabarez lo leva nell'intervallo, preferendogli Arevalo Rios.

ALVARO GONZALES (Uruguay): 6 - Schierato come interno destro in un centrocampo a tre, tenta l'incursione offensiva solo in poche occasioni. 

EGIDIO AREVALO RIOS (Uruguay) 5,5 - La sua chance arriva nella ripresa. Dovrebbe dare maggiore quadratura al reparto, ma anche da lui, Tabarez, ottiene ben poco.

IVAN PIRIS (Paraguay): 6 - Fa bella figura davanti ad un limitato Alvaro Pereira. Unica pecca: aspetta il cross di Lodeiro, trasformato in rete da Suarez, anziché andarlo a contrastare.

MARCELO ESTIGARRIBIA (Paraguay): S.V. - In panchina.

SERGIO ROMERO (Argentina): 6 - Viene chiamato raramente in causa. Nelle poche occasioni, si dimostra sempre attento e preciso.

MARIANO ANDUJAR (Argentina): S.V. - In panchina.

HUGO CAMPAGNARO (Argentina): S.V. - In panchina. 

RODRIGO PALACIO (Argentina): S.V. - Soli 10' per lui contro il Venezuela. 

KWADWO ASAMOAH (Ghana) - In campo il 24 marzo contro il Sudan.

EMMANUEL BADU (Ghana) - In campo il 24 marzo contro il Sudan.

DJAMEL MESBAH (Algeria) - In campo il 26 marzo contro il Benin.

SAPHIR TAIDER (Algeria) - In campo il 26 marzo contro il Benin.

SAMASSA (Mali) - In campo il 24 marzo contro il Rwanda.

MOHAMMED SISSOKO (Mali) - In campo il 24 marzo contro il Rwan

 




Commenta con Facebook