• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Milan > Barcellona-Milan, Galliani: "I nostri giovani senza sudditanza". E sul Genoa...

Barcellona-Milan, Galliani: "I nostri giovani senza sudditanza". E sul Genoa...

L'Amministratore delegato rossonero ha parlato della partita di domani sera contro i catalani


Adriano Galliani (Getty Images)
Matteo Torre (Twitter: @torrelocchetta)

11/03/2013 20:34

BARCELLONA MILAN GALLIANI CHAMPIONS / BARCELLONA (Spagna) - Presente al 'Camp Nou' durante l'allenamento del Milan, l'Amministratore delegato rossonero Adriano Galliani ha parlato ai microfoni di 'Sky Sport24' della gara di domani contro il Barcellona: "Dopo certi accadimenti negli ultimi anni non faccio più previsioni. Non so cosa accadrà domani, ma fino ad oggi sono successe cose positive, col 2-0 dell'andata e gli ottimi risultati in Serie A. Temevamo la partita contro il Barça, la squadra più forte del mondo: a 'San Siro' abbiamo fatto bene, dovremo rifare una gara del genere anche domani sera. Sognare la Champions League se elimineremo il Barcellona? Altra domanda..."

TRE CRESTE - "Balotelli non c'è. Ormai anche Abate ha la cresta, voi considerate anche quella di Boateng una cresta... scherzi a parte, se starà bene il ghanese giocherà".

CAMP NOU - "Immagino quanto sarà 'caliente' questo stadio domani sera, visti i suoi quasi 100 mila posti. Saranno due ore difficili. Che consigli dare ai ragazzi in questo stadio? I giocatori che scenderanno in campo domani sera, seppur giovani, hanno dimostrato di non sentire il peso della maglia e di 'San Siro', che non è molto diverso dal 'Camp Nou'. Credo che giocheranno senza sudditanza verso i catalani, dalla squadra al pubblico. Questa è una storia che non finisce mai: dal 1989 abbiamo incontrato i blaugrana a tutti i livelli delle competizioni europee".

GENOA-MILAN - "Sono stato zitto perché sono grande amico di Preziosi da trent'anni, altrimenti la voce del Milan si sarebbe sentita. Tutti abbiamo avuto gli occhi per vedere presunti rigori, falli e quant'altro: per rispetto verso il mio amico Enrico non dico niente".




Commenta con Facebook