• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Milan > Milan-Lazio, Allegri: "Troppo ingenui. Cassano? Qui mai un problema"

Milan-Lazio, Allegri: "Troppo ingenui. Cassano? Qui mai un problema"

Le dichiarazioni rilasciate al termine dell'incontro dal tecnico rossonero


Allegri (Getty Images)

02/03/2013 23:53

MILAN LAZIO ANALISI ALLEGRI / MILANO - Missione compiuta. Il Milan batte la Lazio e si porta solitario al terzo posto in classifica. Ecco quanto dichiarato al termine dell'incontro da Massimiliano Allegri: "Mi è piaciuto l'atteggiamento dei ragazzi, anche quando eravamo 11 contro 11 abbiamo avuto delle situazioni favorevoli. E' positivo poi il fatto di non aver preso gol e anche la gestione della palla".

TERZO POSTO - "I ragazzi stanno meritando terzo posto in classifica, giochiamo abbastanza bene. Ancora troppo ingenui in certi momenti partita, basta ricordare derby di domenica scorsa. Da qui alla fine cercheremo di lottare per il terzo posto. Era importante vincere con uno scarto maggiore rispetto all'andata. Nella corsa al terzo posto ci sono anche altre squadre, questa sera abbbiamo fatto una bella gara. Mancano ancora 11 partite, tanti punti a disposizione poi domenica prossima andremo in un campo difficile come quello di Genova".

ZACCARDO E PAZZINI - "Sono felice per lui, ha giocato una buona partita, non l'avevo ancora utilizzato. Zapata non stava bene e Zaccardo è in una buona condizione fisica: ha qualità ed esperienza. Pazzini continua afar gol e spero continui così fino alla fine dell'anno. Stiamo giocando meglio in fase offensiva, la circolazione della palla è più veloce e in difesa siamo più ordinati".

CASSANO - "Non mi sono fatto un'idea precisa perché non riguarda me. Cassano quando è stato al Milan si è sempre ben comportato. Le discussioni nello spogliatoio ci possono stare. Ma quella di andare via è stata una sua scelta perchè non si sentiva più protagonista nel Milan".

SCUDETTO - "Le squadre si possono sempre migliorare, quest'anno purtroppo siamo partiti in ritardo. Domenica abbiamo buttato il derby dopo una partita ben giocata".

 




Commenta con Facebook