• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Champions league > Champions League, Vialli sicuro: "La Juventus puo' vincere la Coppa"

Champions League, Vialli sicuro: "La Juventus puo' vincere la Coppa"

L'ex bianconero esalta Marchisio: "Una personalita' sobria, una straordinaria efficacia in campo, la capacita' di non sbagliare mai nelle occasioni che contano"



14/02/2013 09:59

CHAMPIONS LEAGUE GIANLUCA VIALLI SU CELTIC-JUVENTUS, PIRLO, MARCHISIO E MILAN-BARCELLONA / MILANO - Intervistato da 'La Gazzetta dello Sport', Gianluca Vialli ha parlato della prestazione della Juventus contro il Celtic in Champions League. L'ex bianconero ha esaltato Pirlo e Marchisio e si è detto ottimista sulle possibilità di vittoria finale.

PIRLO - "E' ciò che in Inghilterra non hanno. Voglio dire: la straordinaria crescita di Marchisio ci fa dire che è ormai vicino al livello di Lampard e Gerrard. Loro invece non hanno nemmeno un progetto di futuro Pirlo. E soffrono per questo, perché vedono che il loro grande cuore, che dal punto di vista dello spettacolo rende il calcio britannico il più appassionante, va sempre a schiantarsi contro la nostra freddezza".

CELTIC - "Non è una grande d'Europa, ma non è nemmeno soltanto l'ambiente e il calore del suo stadio. La Juve ha vinto una grande partita".

LA JUVENTUS HA SOFFERTO - "Soltanto un illuso può pensare di passare per Celtic Park senza soffrire. Diciamo piuttosto che la Juve ha retto senza concedere grandi palle-gol. Poi, appena ha potuto riportare il pressing alto, e qui mi è piaciuto Padoin, seconda e terza rete sono cadute come pere mature".

I BIANCONERI POSSONO VINCERE LA COPPA? - "Sì. È praticamente nei quarti, e le ultime otto devono avere quest'ambizione. Poi qualcuno resta un po' più favorito, ma la Juve è ormai una grandissima outsider. Come il Paris Saint Germain".

MARCHISIO IL MIGLIORE? - "Sì. Rivedo in lui l'autentico dna juventino: una personalità sobria, una straordinaria efficacia in campo, la capacità di non sbagliare mai nelle occasioni che contano".

MILAN - "Nessuno ha i valori tecnici del Barcellona. E poi una sera la Juve si troverà davanti il fenomeno individuale tipo Messi o Ronaldo, ed è da vedere se saprà fermarlo".

S.C.




Commenta con Facebook