• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI MILAN-LAZIO

PAGELLE E TABELLINO DI MILAN-LAZIO

Bacca e Adriano funzionano. Romagnoli e' sicuro, Zapata e Antonelli no. Anderson e' caparbio, Candreva delude. Marchetti super


Bacca lotta con Biglia ©Getty Images
Stefano Carnevali

20/03/2016 22:46

ECCO LE PAGELLE E IL TABELLINO DI MILAN-LAZIO:

 

MILAN

Donnarumma 6,5 – Nessuna parata vera e nessuna colpa sul gol di Parolo. Grande parata al 67' su Anderson. 

Abate 6,5 – Ha un bel daffare: Felipe Anderson è sempre un cliente pericoloso e Zapata, il centrale che gli gioca vicino, dà poca sicurezza. Non rinuncia mai a spingere. Buon primo tempo e addirittura crescita nella ripresa. 

Zapata 5,5 – Sostituisce un Alex in non perfette condizioni e ancora una volta, nonostante le buone chiusure, fa tremare il Milan ogni volta che cerca di impostare. Da brividi nel finale. 

Romagnoli 6,5 – Sempre sotto pressione. La Lazio pressa molto alta e la difesa del Milan rischia non poco. Romagnoli si erge a baluardo in più di un'occasione.

Antonelli 5 – Fatica anche lui: Candreva e Parolo non lo lasciano mai tranquillo. Si perde anche Parolo in occasione del gol dello 0-1. Poca spinta, poco supporto a Bonaventura. Serata negativa. 

Honda 5,5 – Fatica anche lui. Controllato da Braafheid e da Anderson, non riesce a rendersi pericoloso. Cresce un po' con il passare dei minuti, soprattutto accentrandosi. Troppi errori tecnici in avvio di secondo tempo poi, di nuovo, cresce e confenziona palloni preziosi per le punte. Dall'84' Menez SV -.

Montolivo 6 – Torna in regia ma non incappa in una serata molto fortunata. Soffre la pressione della Lazio e sbaglia molte giocate. Meglio in fase di recupero. Un po' meglio la gestione del pallone nella ripresa.

Bertolacci 5,5 – Alti e bassi, come gli capita spesso. E' intraprendente ma, a conti fatti, non incide mai come dovrebbe. Non è lucido e perde anche dei palloni pericolosissimi. Meglio nella ripresa, quando gli riesce di ribaltare l'azione con buona continuità. 

Bonaventura 6 – Un'altra partita difficile: poco fiato e poca lucidità. Anche sfortunato, al 37', quando colpisce la traversa con Marchetti battuto. Cresce un po' nel secondo tempo, ma la brillantezza di inizio stagione è lontana. Altro legno colpito al 68'. Ancora poca fortuna al 32' della ripresa, quando Patric lo chiude, quasi casualmente, davanti alla porta vuota.

Bacca 7 – Torna esiziale: al primo tiro non perdona la Lazio e rimette il Milan in partita. Si trova bene con Adriano come riferimento e il suo rendimento torna su alti livelli. Nella ripresa è molto attivo anche nella costruzione del gioco, ma vede meno la porta.

Luiz Adriano 7 – Torna in campo dal 1', ricomponendo la coppia titolare della speranzosa estate rossonera. Si rivela un partner ottimale per Bacca: il gol del colombiano è costruito proprio dal gran lavoro di Adriano. Esce esausto. Dal 74' Balotelli 5,5 - Un buon appoccio. Cerca la giocata, anche con eccessivo individualismo. Con il passare dei minuti si ripiega su sé stesso e cerca, malamente, di giocare da solo.

All. Mihajlovic 6 – Avvio tremendo: l'aggressività della Lazio mette sempre in difficoltà i costruttori di gioco del Milan e il gol di Parolo sembra l'inizio della fine. Per sua fortuna il pareggio arriva presto e i rossoneri crescono. Molto meglio l'approccio al secondo tempo. 

 

LAZIO

Marchetti 7 – Poche parate nel primo tempo. Nulla può sul gol di Bacca, mentre la traversa lo salva sulla punizione di Bonaventura. Attento sul diagonale di Bacca in avvio di secondo tempo. Grande parata su Bonaventura al 51'. Decisivo (e nuovamente aiutato dai legni), ancora contro il '28' del Milan, al 68'.

Patric 6,5 – Prudente. Ha di fronte un Bonaventura non molto in palla e lo contiene abbastanza bene. Miracoloso salvataggio al 32' della ripresa su Bonaventura. 

Bisevac 5 – Compassato e legnoso è sempre in difficoltà. Luiz Adriano ne abusa in occasione del pareggio rossonero.

Hoedt 5,5 – Si presenta con un ottimo anticipo su Bacca, ma poi va subito in difficoltà: lento e macchinoso, fa molta fatica. La sua irruenza è sempre eccessiva, ma Tagliavento tollera a lungo. Nel secondo tempo, pur restando molto sgraziato, risulta maggiormente efficace. 

Braafheid 5,5 – Parte con buona lena e con qualche discesa interessante. Tampona con efficacia Honda. Con il passare dei minuti, però, peggiora. Inizia male la ripresa e resta a lungo in difficoltà. 

Parolo 6,5 – Gran lavoro in pressione e nel supporto alle discese di Candreva. Porta in vantaggio la Lazio con un perentorio stacco di testa. Molta meno efficacia nella ripresa. 

Biglia 6 – Ordinato, ma meno efficace del solito. Un buon filtro, ma un a regia non molto incisiva. Fatica a tenere i ritmi di gioco nella ripresa. 

Lulic 5,5 – Pressione sempre alta, ma poca qualità nelle giocate. Impegno e corsa, però, non si discutono. Dai suoi piedi scaturisce l'assit per Anderson nell'unica vera occasione per la Lazio durante la ripresa. Espulsione ingenua. 

Candreva 5 – Non è una stagione brillante. Nel primo tempo tenta qualche iniziativa e qualche conclusione, ma non è mai incisivo. Troppo lento nelle - poche - occasioni che potrebbe sfruttare nella ripresa. Deludente. Dall' 88' Mauricio SV -.

Matri 5 – Gira spesso a vuoto anche se va apprezzato il suo lavoro di disturbo su Romagnoli, quando il difensore imposta. Solo una giocata nella ripresa. Dal 79' Djordjevic SV -.

Felipe Anderson 6,5 – Buon avvio. Soprattutto per l'aiuto che dà a Braafheid in fase difensiva. Conduce un paio di contropiede con velocità e perizia, ma i compagni sprecano. Secondo tempo più complicato: la Lazio cala, lui ha meno spazio e molti meno palloni giocabili. Al 22' ha l'occasione migliore della gara, ma Donnarumma è bravissimo. Vivace e concentrato.

All. Pioli 6 – Difesa in grande emergenza e panchina traballante: la Lazio arriva a 'S. Siro' con più di un grattacapo. Ma c'è una vigorosa reazione: pressing alto, palleggio preciso, gran velocità. Il vantaggio conseguito con merito dura poco e, successivamente, il Milan cresce. Male l'approccio al secondo tempo, ma la Lazio tiene. 

 

Arbtiro: Tagliavento 5 – Un buon primo tempo, anche se un po' troppo permissivo con Hoedt che grazia in numerose occasioni: un paio di 'pestoni' su Bacca sorvolati in avvio, uno sgambetto ingenuo a Honda in area e un 'giallo' mancato dopo un brutto intervento su Bacca al 35'. Manca l'ammonizione a Biglia al 38'. Al 17' della ripresa fischia un fallo a Parolo su Montolivo: la decisione non è facile (entrambi i giocatori alzano la gamba), ma pare corretta (il capitano del Milan è in anticipo). Il problema è che l'impatto pare in area e Tagliavento concede solo punizione dal limite. Non concede un corner evidente alla Lazio al 67', 'togliendo' a Donnarumma la grande parata su Anderson. Giusto il secondo giallo a Lulic. Grossi dubbi anche nel finale, quando lascia correre il goffo 'mani' di Zapata. 

 

TABELLINO

MILAN-LAZIO 1-1

MILAN (4-4-2): Donnarumma; Abate, Zapata, Romagnoli, Antonelli; Honda (84' Menez), Montolivo, Bertolacci, Bonaventura; Bacca, L. Adriano (74' Balotelli). All. Mihajlovic. A DISP: De Sciglio, Abbiati, Mexes, Lopez, Calabria, Locatelli, Mauri, Alex, Boateng, Poli.

LAZIO (4-3-3): Marchetti; Patric, Bisevac, Hoedt, Braafheid; Parolo, Biglia, Lulic; Candreva (88' Mauricio), Matri (79' Djordjevic), F. Anderson. All: Pioli. A DISP: Guerrieri, Klose, Cataldi, Mauri, Berisha, Gentiletti, Keita, Onazi.

Arbitro: Tagliavento

Marcatori: 9' Parolo (L); 15' Bacca (M)

Ammoniti: 61' Lulic, 72' Biglia (L); 76' Abate (M)

Espulsi: 84' Lulic (L)

Note:  




Commenta con Facebook