• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Juventus, scatta l'ora di Marchisio: il leader può essere lui

Juventus, scatta l'ora di Marchisio: il leader può essere lui

Il centrocampista bianconero avrà un ruolo molto importante


Claudio Marchisio (Getty Images)
Michele Furlan (Twitter: @MicheleFurlan1)

10/09/2015 19:30

CALCIO SERIE A JUVENTUS MARCHISIO ALLEGRI / TORINO - In casa Juventus c'è grande attesa per la partita di sabato sera contro il Chievo. Massimiliano Allegri vuole infatti cancellare quel clamoroso 'zero' alla voce 'punti fatti', frutto delle due sconfitte con Udinese e Roma. News Juventus importanti arrivano dall'infermeria, con Alvaro Morata che sta recuperando e Claudio Marchisio pronto a prendersi la squadra sulle spalle, in maniera silenziosa. E' proprio dal numero 8 bianconero che Allegri si aspetta la leadership tecnica e non solo.

Marchisio, infatti, viene da una stagione straordinaria giocata spesso come vice di Andrea Pirlo, in cabina di regia. Non è un mistero che all'ex tecnico del Milan sia sempre piaciuto un giocatore più muscolare davanti alla difesa (nel Milan 2010/2011 toccò a Mark van Bommel) rispetto ad un regista classico. Il 'Principino' è diventato ben presto un giocatore insostituibile per la Juventus targata Allegri: gestione del pallone, inserimenti ma anche leader carismatico senza bisogno di alzare la voce.

Ed è proprio quello che è mancato nelle partite con Udinese e Roma, quando in campo si è vista tanta confusione per quanto riguarda alcune decisioni (punizioni e calci d'angolo) e anche una discreta insofferenza tra compagni di squadra che fino a giugno mettevano in mostra una invidiabile armonia. Musica diversa in Supercoppa a Shanghai contro la Lazio, quando la Juventus vinse 2-0. In campo, manco a dirlo, c'era Claudio Marchisio a dirigere la squadra nell'unica presenza ufficiale in stagione. 




Commenta con Facebook