• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI ITALIA-INGHILTERRA

PAGELLE E TABELLINO DI ITALIA-INGHILTERRA

Pellè illude l’Italia. Bene l’esordiente Valdifiori. Conte esce fra gli applausi allo Stadium. Walcott invisibile


L'abbraccio degli azzurri dopo il gol di Pellè (getty images)
Davide Ritacco

31/03/2015 22:45

ECCO LE PAGELLE DI ITALIA-INGHILTERRA:

 

ITALIA

Buffon 6,5 – Rischia sul tiro sporco di Rooney che per sua fortuna finisce sulla traversa. La sfida prosegue nella ripresa ma Buffon è imperioso e vince il duello fra capitani.   

Ranocchia 6,5 – Il suo primo tempo è una manna dal cielo per Conte. Un centrale affidabile e molto concentrato. E’ suo il salvataggio nell’azione più pericolosa degli inglesi nel primo tempo. Soffre la velocità degli avversari nella ripresa.   

Bonucci 6 – Nel suo stadio si sente padrone della difesa anche se qualcosa rischia come sempre. Protagonista di un probabile fallo di mano da rigore.

Chiellini 6,5 – Il suo assist di destro per Pellé è un jolly che pesca nel mazzo del suo repertorio che sta crescendo sempre più.  Dal 72’ Moretti 5,5 – E’ sfortunato perché entra in un momento in cui gli inglesi stanno spingendo tanto e per la difesa è sofferenza pura.

Florenzi 6 – Conte lo schiera in una posizione anomala ma che il giallorosso conosce bene. Non fa grandi cose ma spinge con sufficienza. Dal 60’ Abate 6 – Il milanista ritrova la maglia azzurra dopo il lungo infortunio e si adatta bene al 3-5-2 di Conte che gli chiede, ovviamente, maggiore copertura.   

Parolo 6 – Il primo tiro della partita degno di nota è suo. La specialità della casa: tiro dalla distanza ma Hart è attento. Solita quantità e sostanza. Un centrocampista sempre troppo sottovalutato.  

Valdifiori 6,5 – Dal Legnano alla Nazionale. Un inizio timido come è normale che sia ma col passare dei minuti si scioglie e gioca una buona gara. Il suo esordio in azzurro a 29 anni è meritato. Dal 62’ Verratti 6 – Il ‘parigino’ gioca con la solita classe imbeccando bene diversi compagni. Soffre però la voglia inglese di rimontare.

Soriano 6,5 – Il giovane sampdoriano offre una prestazione sostanziosa. Pressa bene e sostiene i compagni in attacco con inserimenti giusti. Prezioso anche come uomo assist.

Darmian 6,5 – Dalla sua parte Clyne e Henderson dal punto di visto fisico sono molto impegnativi ma lui è bravo a prenderne le misure e a proiettarsi in avanti quando serve. Dal 72’ Antonelli 6 – E’ stato uno dei pochi a salvarsi dalla trasferta di Sofia e anche stasera sfiora il gol vittoria.  

Pellè 7 – Conte voleva da lui una risposta: capire se può ancora appartenere a questo gruppo. Il gol contro i suoi avversari della Premier League è la risposta migliore. Dal 60’ Immobile 6 – Ha bisogno del gol disperatamente, lo cerca ma non lo trova. Buon dinamismo.  

Eder 7 – Il tanto bisfrattato ‘oriundo’, dopo il gol decisivo in Bulgaria, continua il suo magic moment con un’altra partita convincente guadagnandosi sul campo i gradi da titolare. Dal 60’ Vazquez 6 – Da un oriundo all’altro. Conte regala l’esordio in campo all’italo-argentino per la felicità della mamma padovana. Dopo pochi secondi offre un assist splendido ad Immobile che viene fermato sul più bello, poi, tenta altre giocate interessanti ma purtroppo non decisive ai fini del risultato.

All. Conte 6,5 – Predica lavoro e tempo, raccoglie gli applausi dagli spettatori di casa sua (come lui stesso ha definito lo Stadium) e propone una Nazionale molto propositiva. Il pareggio gli lascia l’amaro in bocca.   

 

INGHILTERRA

Hart 6 – Punito dal colpo di testa di Pellè. In verità l’Italia non tira molto in porta ma lui dà sempre la sensazione di essere in partita.

Clyne 5,5 – In Premier League è una freccia inarrestabile con la maglia dei Saints, nonché assist man proprio di Pellé. Fuori dal suo orticello è un agnellino timido e impacciato. Dal 46’ Walker 6,5 – Meglio rispetto al compagno sostituito. Più propositivo e più attento in difesa.   

Smalling 5,5 – Il centrale dello United conferma di essere un difensore istintivo e roccioso, deve abbandonare il campo per infortunio. Dal 44’ Carrick 6 – Il suo ingresso in campo fa arretrare Jones in difesa e l’Inghilterra prende coraggio e maggiori geometrie.    

Jagielka 6,5 – Viene preferito a Cahill ma se il centrale e capitano dell’Everton dovesse continuare così, per il difensore del Chelsea sarà dura riprendersi il posto da titolare. Sempre attento e preciso.

Gibbs 5,5 – Presente in fase offensiva, spreca una facile occasione ad inizio ripresa graziando Buffon. Dal 88’ Bertrand s.v.  

Delph 5,5 – Il centrocampista dell’Aston Villa non brilla per precisione e tecnica. In difficoltà contro una buona Italia. Dal 70’ Townsend 7 – La sua vivacità dà nuova linfa agli inglesi che infatti pareggiano grazie ad un suo destro delizioso. E dire che è anche il suo piede debole...menomale!  

Jones 5,5 – Hodgson lo schiera a protezione della difesa come centrocampista basso. Non se la cava male ma farsi superare da Chiellini per l’assist vincente è di per sè un punto in meno. Dopo l’infortunio di Smalling ritorna al suo ruolo naturale e si vede.  

Henderson 6 – Colui che dovrebbe essere il perno del centrocampo inglese non riesce a mettere benzina nel motore. Di lui resta il tiro deviato dal braccio di Bonucci. Dal 74’ Mason 6 – Il giovane centrocampista del Tottenham esordisce con la sua Nazionale, una bella soddisfazione.

Rooney 6,5 – Il vecchio (nemmeno tanto) leone, prova a ruggire ma davanti a lui Buffon è superlativo. Di sicuro è sempre il più pericoloso.

Kane 5 – 35 gol in stagione, esordio in Nazionale con gol pochi giorni fa. Stasera però non combina molto, sbattendo spesso sul muro azzurro. Chiamiamolo riposo settimanale.

Walcott 5 – Invisibile. E’ il grande assente del match. Gli inglesi ma anche gli italiani, lo aspettavano per vedere le sue enormi qualità evidentemente svanite. Dal 55’ Barkley 7 – Il suo ingresso in campo fa male alla difesa azzurra. Potenza e velocità che impegnano la squadra di Conte. Rivelazione, non però per chi conosce la Premier.

All. Hodgson 6,5 – I molti giocatori fermi ai box non gli consentono di provare la Nazionale che lui ha in mente ma intanto sta cullando diversi giovani interessanti. Un campionato meno spremuto magari potrebbe dargli una mano.

Arbitro: Brych 6,5 – La gara amichevole gli consente di giudicare con estrena tranquillità, anche se è comunque deciso nella distribuzione dei cartellini. Resta un dubbio a metà primo tempo per un fallo di mano di Bonucci in area azzurra su un tiro ravvicinato di Henderson.  

 

TABELLINO

ITALIA-INGHILTERRA 1-1

Italia (3-5-2): Buffon; Ranocchia, Bonucci, Chiellini (dal 72’ Moretti); Florenzi (dal 60’ Abate), Parolo, Valdifiori (dal 67’ Verratti), Soriano, Darmian (dal 72’ Antonelli); Pellè (dal 60’ Immobile), Eder (dal 60’ Vazquez). A disp.: Sirigu, Marchetti, Barzagli, Santon, Candreva, Cerci, Gabbiadini, Zaza. All.: Conte.

Inghilterra (4-3-1-2): Hart; Clyne (dal 46’ Walker), Smalling (dal 44’ Carrick), Jagielka, Gibbs (dal 88’ Bertrand); Delph (dal 70’ Townsend), Jones, Henderson (dal 74’ Mason); Rooney; Kane, Walcott (dal 55’ Barkley). A disp.: Butland, Green, Cahill, Rose. All.: Hodgson.

Arbitro: Brych (Ger)

Marcatori: 29’ Pellè (Ita), 79’ Townsend (Ing)

Ammoniti: 33’ Gibbs (Ing), 36’ Pellé (Ita), 70’ Jones (Ing)

Espulsi:




Commenta con Facebook