• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI NAPOLI-UDINESE

PAGELLE E TABELLINO DI NAPOLI-UDINESE

Hamsik ed Allan i migliori. Da rivedere Rafael ed Hallberg


Esultanza Napoli (Getty Images)
Dall'inviato Antonio Papa (@antoniopapapapa)

08/02/2015 17:05

PAGELLE E TABELLINO DI NAPOLI-UDINESE / NAPOLI - Ecco i voti della partita fra Napoli e Udinese di Serie A:

NAPOLI

Rafael 5 - Ancora un'uscita improponibile su Thereau, che lo scavalca con un pallonetto facile facile. La seconda consecutiva dopo il Chievo.

Maggio 6,5 - Sta attraversando un buon periodo e lo si vede nel modo in cui riesce a chiudere e a ripartire di gran carriera. Sarebbe curioso se avesse imparato a fare il terzino proprio negli ultimi mesi di permanenza al Napoli: magari gli servirà per strappare la riconferma.

Albiol 6,5 - Prende una brutta botta ad inizio gara, poi si piazza al centro della difesa e fa passare poco, anche perché dal suo lato c'è un Bruno Fernandes che non punge.

Britos 5,5 - Sul gol di Thereau parte con mezzo metro di anticipo e perde un metro e mezzo, lasciando il francese libero di battere a rete. Poi non vive altri momenti complicati, per sua fortuna l'Udinese sparisce dai radar.

Ghoulam 6 - Dà una mano a Mertens nella pressione offensiva, tiene a bada Widmer senza grossi patemi. Una passeggiata di salute.

Inler 5,5 - Se non fosse andato via da anni, in certe occasioni viene da chiedersi se non sia ancora convinto di giocare con l'Udinese. Nel complesso si batte con ardore, ma perde lucidità nel passaggio.

Gargano 6 - Lui invece le due fasi riesce sempre a farle al meglio, anche perché in impostazione si prende ben poche responsabilità. Palla smistata sui lati o ad Hamsik, al Mota tocca la fase di rottura. (Dal 36' st Jorginho sv)

Gabbiadini 6,5 - Sta bene e il suo allenatore lo sa, 'sacrifica' Callejòn per dargli un'altra chance da titolare dopo il gol a Verona. E lui non delude: si infila negli spazi come lama nel burro, beffa Karnezis a tu per tu. Poi torna a fare il terzino aggiunto, con grande spirito di sacrificio. (Dal 10' st Callejòn 6 - Entra per dare aria a Gabbiadini e si fa valere nell'uno contro uno con Pasquale e Piris. Il suo ingresso dà varietà tattica alla squadra).

Hamsik 7 - L'assist nello spazio a Gabbiadini è roba da palati raffinati, idem l'apertura di tacco a Mertens che poi spreca. Le istruzioni ai due esterni di giocare più arretrati gli giova, dandogli più lucidità in rifinitura. Forse la miglior prestazione stagionale.

Mertens 6,5 - Liberato benissimo da Higuaìn trova l'angolo giusto e mette la partita in discesa per i suoi. Il gol gli fa bene, quest'anno è mancato come l'aria. Poi cala un po' alla distanza, anche perché rispetto al solito si sacrifica molto di più in copertura. (Dal 21' st De Guzman 6 - Sfiora il gol per l'opposizione di Karnezis, poi ha un'altra opportunità per far male e la spreca. Sulla sinistra comunque dà un ottimo apporto).

Higuaìn 6 - Non segnare gli pesa sempre tantissimo, anche quando risulta comunque decisivo nell'economia del match, grazie allo splendido assist servito per Mertens in occasione dell'1-0. Becca un cartellino per nervosismo, il suo grande limite. Soprattutto quando non va in gol.

All. Benìtez 6,5 - Altro esame passato a voti quasi pieni, se si eccettua l'amnesia nell'ultimo quarto d'ora nel primo tempo. Di questo Napoli stupisce la varietà di soluzioni offensive: ormai chiunque giochi sui lati ha un gran rendimento. Note dolenti ancora il portiere e la difesa, con l'errore di Rafael e Britos che vale il momentaneo 2-1.

UDINESE

Karnezis 5,5 - Un paratone su De Guzman a risultato già acquisito, forse poteva qualcosa di più sul primo gol, anche se Mertens trova un angolino niente male.

Heurtaux 5,5 - Due gol che arrivano entrambi dal centro-destra, dove agisce lui. Nessun errore particolarmente degno di nota, ma non si può certo dire che la sua prestazione sia sufficiente.

Danilo 5,5 - Efficace in marcatura su Higuaìn, si fa prendere anche lui d'infilata sui primi due gol. Ha visto partite migliori.

Piris 6 - Molta più attenzione dalla sua parte, tanto che per andare a bersaglio Gabbiadini deve sfondare per vie centrali. E' in un gran momento di forma e si vede, anche perché sta interpretando al meglio un ruolo che non è (era) propriamente il suo.

Widmer 5,5 - Mertens e Ghoulam gli danno non pochi grattacapi, infatti lo svizzero si ritrova a proteggere la propria area molto più del solito, cedendo qualcosa in fase propositiva.

Allan 7 - Sul gol dell'Udinese c'è il suo piedino, sull'incredibile traversa dal limite dopo aver scioccato tre difensori avversari c'è ancora lui, in mezzo al campo a far legna c'è sempre lui. Pozzo ha già aperto la cassaforte: in due partite al San Paolo ha dimostrato di valere tre volte 'mister 18 milioni' Inler.

Guilherme 5,5 - Botte da orbi in mezzo al campo, con Inler è un duello rusticano, senza esclusione di colpi. Contribuisce a far filtro, ma soffre un Hamsik particolarmente in palla.

Hallberg 5 - Un po' più leggerino dei compagni, subisce il peso dei più esperti avversari, poi Stramaccioni lo toglie per cercare un po' più di peso offensivo.  (Dal 18' st Aguirre 5 - Ingresso necessario per dare più peso all'attacco, in realtà non incide e si ritrova subito imbrigliato dai centrali avversari).

Pasquale 6 - Scala spesso a raddoppiare su Piris, garantendo una copertura più efficace sull'asse di centro-sinistra. Ancor più attento quando entra Callejòn, che lui spesso marca praticamente a uomo.

Bruno Fernandes 5 - Dovrebbe dare una mano a Thereau in avanti invece si preoccupa di più di aiutare il centrocampo. Non è incisivo in nessuna delle due fasi. (Dal 32' st Perica sv)

Thereau 6,5 - Riferimento unico per l'attacco friulano, i palloni in profondità sono pochi ma lui sa sfruttarli al meglio. Segna il gol che accorcia le distanze e l'autogol che le allunga nuovamente. (Dal 41' st Gabriel Silva sv)

All. Stramaccioni 5,5 - Il gol a freddo lo penalizza, poi arriva il raddoppio di Gabbiadini e l'Udinese sembra come risvegliarsi. Accorcia le distanza e preme per tutto il primo tempo "rischiando" spesso il pareggio. L'autorete di Thereau gli taglia definitivamente le gambe, ma non si puè dire che non se la sia giocata.

Arbitro Di Bello 6 - Qualche protesta dell'Udinese sul gol di Gabbiadini, nel complesso non ci sono grossi episodi da moviola da segnalare.

TABELLINO

NAPOLI-UDINESE 3-1

NAPOLI (4-2-3-1) Rafael; Maggio, Albiol, Britos, Ghoulam; Gargano (dal minuto 82 Jorginho), Inler; Mertens (dal minuto 67 De Guzman), Hamsik, Gabbiadini (dal minuto 55 Callejòn); Higuain.
A disposizione: Andujar, Colombo, Henrique, Koulibaly, Strinic, David Lòpez, Duvàn. All. Benitez

UDINESE (3-5-1-1) Karnezis; Heurtaux, Danilo, Piris; Widmer, Allan, Hallberg (dal minuto 63 Aguirre), Guilherme, Pasquale; B. Fernandes (dal minuto 78 Perica); Thereau (dal minuto 87 Gabriel Silva).
A disposizione: Meret, Scuffet; Bubnjic, Molla Wague, Jankto. All. Stramaccioni


Arbitro: Di Bello di Brindisi

Marcatori: 8’ Mertens, 21’ Gabbiadini, 27’ Thereau, 60’ Thereau (Aut)

Ammoniti: Hallberg, Allan, Mertens, Pasquale, Higuain, Hertaux




Commenta con Facebook