• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Roma > Roma, Capello: "Felice per il mio record infranto. Garcia? So quanto sia difficile"

Roma, Capello: "Felice per il mio record infranto. Garcia? So quanto sia difficile"

L'ex allenatore giallorosso ha rilasciato una interessante intervista


Fabio Capello (Getty Images)
Michele Furlan (Twitter: @MicheleFurlan1)

02/11/2013 13:03

CALCIO SERIE A ROMA CAPELLO / ROMA- Nonostante il 'tradimento' nel passare alla Juventus, Fabio Capello rimane un pilastro della storia della Roma grazie allo scudetto conquistato nel 2000/2001. L'attuale commissario tecnico della Russia ha parlato del momento magico dei giallorossi in un'intervista a 'Il Messaggero'. 

RECORD BATTUTO - "Devo fare i complimenti. Sono felice che sia stata proprio la Roma a riuscirci. Sono legato alla squadra e alla città, avendo vinto da calciatore e da allenatore. E' stata comunque una sorpresa, non me lo aspettato proprio. Pensavo che fosse più forte l'anno scorso e anche due anni fa".

LA ROMA DI OGGI- "Avevo l'impressione che l'organico non fosse completo, d'altronde le cessioni di Osvaldo, Lamela e Marquinhos non facevano che confermare le mie previsioni. Invece ne è venuta fuori una squadra efficace ed equilibrata. Sono molti i giocatori decisivi: Pjanic, Ljajic. Strootman lo conoscevo e sapevo quanto fosse forte. Molto bravo anche Benatia. Gervinho ha fatto bene anche a Londra ma qui è partito benissimo. De Rossi, Totti e Florenzi portano la romanità nello spogliatoio. Anche io avevo romani ed italiani nel mio e alla fine abbiamo vinto".

GARCIA - "Non lo conoscevo personalmente ma l'avevo seguito in Francia quando era alla guida del Lille. Si vede la sua bravura da come mette in campo la Roma. Sta facendo bene e io so quanto è difficile lavorare nella capitale. Si è ambientato in fretta ed è in sintonia con tutti. Il gruppo è compatto e lo segue e quando la Roma gioca trasmette allegria".

SCUDETTO - "Con l'inserimento dei giallorossi nella lotta al titolo la Serie A ci guadagna. La classifica è davanti agli occhi di tutti ma Juventus e Napoli sono due grandi squadre. La Roma lotterà fino alla fine e può farcela".

CONTESTAZIONI - "Non so se tutto sia partito dalla finale di Coppa Italia persa il 26 maggio, ormai sono fuori da queste situazioni. Ricordo sempre una feroce contestazione a Trigoria dopo una sconfitta con l'Atalanta e poi vincemmo lo scudetto".

 




Commenta con Facebook